VERSIONE MOBILE
  HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK  | RMC SPORT EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
Da TUTTOmercatoWEB.com le ultime notizie di calcio mercato su Juve, Milan, Inter, Napoli, Roma
 
Telegram
SONDAGGIO
Chi è attualmente il numero nove più forte del mondo?
  Harry Kane
  Mauro Icardi
  Gonzalo Higuain
  Robert Lewandowski
  Romelu Lukaku
  Luis Suarez
  Edinson Cavani
  Alvaro Morata
  Edin Dzeko

Serie A

Cosa succede al Napoli?

07.12.2017 07:00 di Raimondo De Magistris  Twitter:    articolo letto 12171 volte
Fonte: Dal nostro inviato a Rotterdam, Raimondo De Magistris
© foto di Daniele Buffa/Image Sport

Tre vittorie, un pareggio e tre sconfitte nelle ultime sette gare disputate. Quattro ko nelle sei partite del girone di Champions League e un attacco che, nelle ultime tre gare, ha realizzato due gol. Sono i freddi numeri a dare il via all'analisi sul momento di un Napoli che evidentemente sta attraversando un periodo delicato e preoccupante. Anche per il tecnico Maurizio Sarri. "Abbiamo perso pericolosità offensiva - ha detto l'allenatore del Napoli -. Non è una questione fisica, perché i dati non sono cambiati, ma mentale. E' un discorso di velocità mentale, è questo che mi preoccupa di più".

Qualche passaggio di troppo, qualcun altro troppo lento. E' il gioco offensivo del Napoli che non riesce più a mettere in mostra i giusti giri. S'è perso il tocco di prima e s'è persa, di conseguenza, imprevedibilità. Perché? Problema di uomini. I giocatori chiave, in questo momento, sono molto lontani dalla condizione migliore. Soprattutto Hamsik e Mertens, troppo prevedibili e imprecisi. Segnali preoccupanti che non porteranno comunque a un maggior turnover, con Sarri che ieri - a precisa domanda - ha spiegato che tra un titolare non al meglio e una riserva al 100%% sceglierà sempre il primo.

C'è da dire, a sua difesa, che le riserve in attacco scarseggiano. Ieri al posto dell'infortunato Insigne s'è disimpegnato con dignità Piotr Zielinski, che non è propriamente un attaccante. Mertens dopo l'infortunio di Milik non ha praticamente alternative e se Ounas e Giaccherini nemmeno in questa situazione riescono a trovare spazio vuol dire che dagli allenamenti non arrivano certo segnali incoraggianti. "Del resto - disse Sarri dopo la sconfitta contro la Juventus - Ounas è un giovane che deve crescere e nella passata stagione ha fatto malino al Bordeaux. Non Cristiano Ronaldo".

Rosa corta che a inizi dicembre si ritrova un po' spremuta, anche perché costretta a iniziare prima la stagione per via del preliminare di Champions giocato a cavallo di Ferragosto. Una squadra che ha perso lucidità soprattutto dal punto di vista mentale, che deve ritrovarsi quanto prima. Ma che a gennaio dovrà necessariamente essere ampliata con giocatori all'altezza che Sarri dovrà inserire il prima possibile. Perché l'Europa League, dal punto di vista fisico, non è di certo meno dispendiosa della Champions.

C'è infine un problema di mentalità. Il Napoli è in Europa da diversi anni, eppure non è mai riuscito ad andare oltre gli ottavi di Champions League. Quest'anno, in particolare, sembra essersi focalizzato quasi esclusivamente sul campionato mettendo troppo in disparte una competizione che non è stata onorata fino in fondo. "Potevamo fare sicuramente di più - ha detto Sarri in riferimento al girone di Champions -. Nella testa della squadra non ho visto una determinazione feroce, mi sembrano molto più concentrati altrove". Più chiaro di così.


TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie Serie A
Altre notizie

Primo piano

Lazio, De Vrij conferma: "Non abbiamo trovato l'accordo" Stefan de Vrij, attraverso i propri profili social, ha ufficializzato la notizia data ieri dal ds della Lazio Igli Tare. Il difensore olandese non rinnoverà il suo contratto con la Lazio e a giugno andrà via a parametro zero: "É stato un periodo difficilissimo pieno di speculazioni...
CANALI TMW
CANALI TMW SQUADRE
ALTRI CANALI TMW
VIDEO - Udinese-Roma 0-2, la sintesi della gara Successo della Roma sotto il segno di Under, l'uomo del momento. Il turco, nella ripresa, apre le marcature con un esterno sinistro...
20 febbraio 1986, Berlusconi rileva il Milan salvandolo dal fallimento Il 20 febbraio 1986 Silvio Berlusconi acquista il Milan, salvandolo dal fallimento. La società era in arretrato di quattro mesi di...
RMC SPORT - Collovoti: "Cutrone top. Miranda mai una sicurezza" Arrivano consueti e puntuali, nel pomeriggio di Maracanà su RMC Sport, i Collovoti di Fulvio Collovati, che ha analizzato il turno...
GoalCar - Marilungo: "Bisoli numero uno,a Lecce e Cesena si vive bene" Diciottesima puntata di GoalCar. Siamo arrivati quasi al termine di questa prima stagione di Goalcar. Le ultime puntate saranno una...
Carlo Nesti: "La Serie A è meno allenante, ma teniamoci stretto questo duello Napoli-Juve. Altrove, i distacchi prima-seconda sono di 19 (GER), 16 (ING), 12 (FRA) e 7 (SPA) punti". Questo è il diario dei miei "pensieri", in formato "NES-tweet", a partire dall'inizio della stagione, e quindi dal luglio 2017 al giugno...
TMW RADIO - Scanner: Il calciomercato sempre più materia da contabili" Oltre il calcio giocato, oltre il calcio parlato, oltre la semplice apparenza... con l'avvocato Giulio Dini e Lorenzo Marucci, ospite...
L'altra metà di ...Luca Marrone Il calciatore del Bari, in prestito, dalla Juventus, Luca Marrone e la sua bellissima moglie Astrid Prete si sono conosciuti otto anni...
Fantacalcio, INFORTUNATI & SQUALIFICATI 26^ GIORNATA Aggiornato 20/02/2018  ore 18:25 ATALANTA in recupero: in dubbio: Cornelius out: Rizzo diffidati: Toloi squalificati: BENEVENTO
Ecco le prime pagine dei quotidiani sportivi di oggi 20 febbraio 2018

Ecco le prime pagine dei quotidiani sportivi di oggi martedì 20 febbraio 2018.

   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510   
Utilizzo dei Cookie
CHIUDI
Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo
memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo.
Clicca qui per maggiori informazioni.