HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK  | RMC SPORT EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
Da TUTTOmercatoWEB.com le ultime notizie di calcio mercato su Juve, Milan, Inter, Napoli, Roma
 
SONDAGGIO
Serie A 2017/18: chi è stato il migliore?
  Ciro Immobile
  Mauro Icardi
  Kalidou Koulibaly
  Milan Skriniar
  Allan
  Bryan Cristante
  Sergej Milinkovic-Savic
  Douglas Costa
  Alisson
  Paulo Dybala

Serie A

Dalla testa di Brignoli a quella del Milan. Quando perdere non aiuta a vincere

07.12.2017 21:30 di Marco Conterio  Twitter:    articolo letto 4067 volte

Vincere aiuta a vincere. E dopo un pareggio contro il Benevento, una piccola iniezione di fiducia a un Milan che vive un periodo nerissimo anche extra campo, superare il Rijeka non avrebbe fatto male. Invece no. Invece il morale s'affossa, con un ko frutto di un turnover selvaggio da parte di Gennaro Gattuso, che ha mandato in campo i suoi ragazzi e tante seconde linee. Ha schierato il 3-5-2, poi è passato al 4-4-2, ma i rossoneri sono stati un disastro. Un pianto. "Quando si indossa la maglia del Milan bisogna rispettarla", dice Ringhio nel post gara, aggiungendo che "serve cambiare la rotta" e che "così non si va da nessuna parte". Si assume le responsabilità, Gattuso, al secondo disastro consecutivo. Dalla testa di Brignoli a quella svagata dei giocatori in Europa League, incapaci di prendersi la responsabilità sul campo di ridar vita a una stagione nera. Scura. Cupa. Dove le vicende societarie non aiutano, dove le scelte di mercato sono state evidentemente fallimentari, dove cambiare Vincenzo Montella con Gennaro Gattuso è stato per adesso un azzardo più che un esperimento riuscito. Vincere aiuta a vincere, spesso. Il problema è che perdere non lo fa. E che talvolta ha anche l'effetto contrario.


TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie Russia 2018

Primo piano

Spalletti: una sostituzione e le chiavi del miracolo Dentro Karamoh e fuori Rafinha. Un momento specifico dello spareggio Champions, un istante preciso nel quale probabilmente l’universo nerazzurro nella sua totalità ha pensato: “È davvero finita, è uscito il migliore” o qualcosa di simile. Un attimo che di fatto, al contrario, ha sancito...
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510   
Utilizzo dei Cookie
PROSEGUO
Utilizziamo cookie, anche di terze parti, per migliorare l'esperienza di navigazione e per inviarti messaggi promozionali personalizzati.
Proseguendo con la navigazione acconsenti al loro uso in conformità alla nostra Cookie Policy