HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK  | RMC SPORT EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
Da TUTTOmercatoWEB.com le ultime notizie di calcio mercato su Juve, Milan, Inter, Napoli, Roma
 
SONDAGGIO
Cristiano Ronaldo alla Juve: ora chi andrà via?
  Gonzalo Higuain
  Miralem Pjanic
  Daniele Rugani
  Paulo Dybala
  Alex Sandro
  Più di un big
  Nessuno

Serie A

Douglas Costa, l'arma che Maurizio Sarri non ha

16.04.2018 13:00 di Raimondo De Magistris  Twitter:    articolo letto 9949 volte
© foto di Daniele Buffa/Image Sport

Quattordici titolari contro venti. Una differenza, che a Primavera inoltrata può fare la differenza e sta facendo la differenza. Se a questo si aggiunge che Maurizio Sarri non sfrutta fino in fondo nemmeno le poche alternative che ha, ecco spiegata la fuga, sempre più importante e decisiva, della Juventus di Massimiliano Allegri.
Ieri contro la Sampdoria l'ha decisa Douglas Costa, calciatore che non era nemmeno partito dall'inizio. Allegri l'ha inserito in corsa, in fretta e un furia dopo l'infortunio di Pjanic, e il laterale brasiliano l'ha risolta con tre assist decisivi.
Per distacco il migliore in campo, Flash - come ribattezzato anche dai tifosi della Juventus - è stato l'uomo in più, il grimaldello per aprire in due la difesa blucerchiata che dopo il suo ingresso ci ha capito poco o nulla.

La domanda, dopo la gara di ieri, sorge allora spontanea: chi è il Douglas Costa del Napoli? C'è Milik certo, che Sarri non sta sfruttando a dovere, ma in attacco a disposizione del Napoli ci sono solo quattro giocatori di ruolo, e fino a poche settimane fa ce n'erano tre. Allegri, oltre a Higuain, Dybala e Mandzukic, ha Cuadrado, Douglas Costa e Bernardeschi. E a gennaio ha mandato via in prestito Pjaca.
Questa la differenza più importante tra le due squadre, l'arma che sta creando il gap tra le prime due della classe. A questo punto solo lo scontro diretto potrà cambiare le carte di una corsa Scudetto sempre più delineata.


TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie Altre Notizie

Primo piano

16 luglio 1950, il Maracanazo fa cadere nella disperazione il Brasile Il 16 luglio 1950 è una data che entra nella storia dei Mondiali: al Maracanã di Rio de Janeiro va in scena la partita conclusiva dei Mondiali con Brasile-Uruguay. Non è una vera e propria finale poiché si decide in quell'edizione di decretare il vincitore attraverso un girone all'italiana....
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510   
Utilizzo dei Cookie
PROSEGUO
Utilizziamo cookie, anche di terze parti, per migliorare l'esperienza di navigazione e per inviarti messaggi promozionali personalizzati.
Proseguendo con la navigazione acconsenti al loro uso in conformità alla nostra Cookie Policy