VERSIONE MOBILE
  HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK  | TMW RADIO EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
Da TUTTOmercatoWEB.com le ultime notizie di calcio mercato su Juve, Milan, Inter, Napoli, Roma
 
Telegram
SONDAGGIO
Italia Anno Zero: chi come ct per il dopo Ventura?
  Luigi Di Biagio
  Antonio Conte
  Carlo Ancelotti
  Roberto Mancini
  Fabio Grosso
  Luciano Spalletti
  Massimiliano Allegri
  Fabio Cannavaro

TMW Mob
Serie A

ESCLUSIVA TMW - D'Amico: "Italia, ora via alle riforme. Ecco le mie proposte"

15.11.2017 13:49 di Simone Bernabei  Twitter:    articolo letto 11664 volte
© foto di Balti Touati/PhotoViews

E' un fiume in piena, Andrea D'Amico. Il noto agente italiano, interpellato sulle possibili migliorie e innovazioni per il calcio nostrano, non si nasconde dietro la retorica e prova a dettare la sua ricetta per arrivare ad un "risorgimento calcistico", come ama sottolineare: "Per prima cosa serve una riforma totale, dagli uomini ai contenuti. Non dimentichiamoci che questa Italia che non si è qualificata viene da due Mondiali fallimentari, in Brasile e Sudafrica. Serve una nuova mentalità, nuovi regolamenti e soprattutto senso di responsabilità da parte di chi governa il calcio. La Nazionale è la punta dell'iceberg di un movimento, anche sociale, ben più ampio. Serve intervenire con riforme importanti che però non vadano contro i club. Deve essere fatto un discorso generale, sparare nomi altisonanti per 'placare' l'opinione pubblica oggi non serve a niente".

Giorgia Meloni, leader di Fdl ed ex Ministro per la Gioventù, ha parlato di 'numero minimo di italiani nel calcio giovanile'. Basta questo, secondo lei?
"A cosa serve un provvedimento del genere se poi nelle prime squadre continuano a giocare solo stranieri? Serve ripensare l'intero sistema e magari inserire un numero minimo di calciatori italiani nelle squadre di A e B, non solo nelle giovanili. Non solo: secondo me sarebbe utile impostare dei limiti agli stranieri in certi specifici ruoli, altrimenti non potrà mai nascere, per esempio, un nuovo Buffon. Teniamo presente in fondo che l'Italia non è un paese esportatore di calciatori, quindi se non giocano nei nostri campionati difficilmente troveranno sbocchi".

Cosa si aspetta dalla riunione straordinaria di oggi indetta da Tevecchio?
"Serve un atto di responsabilità forte da parte di tutti, dal ct ai vertici federali. Chi ha sbagliato è giusto che ammetta gli errori, con coraggio e dignità, e si faccia da parte. La mancata partecipazione al Mondiale comporterà una perdita complessiva da quasi un miliardo di euro, quindi serve un gesto importante e concreto da parte di chi ha sbagliato in modo che si faccia spazio a persone con una progettualità seria e senza interessi di parte".

Non se la sente proprio di fare i suoi nomi?
"Ripeto, secondo me adesso no ha senso fare nomi altisonanti, l'importante è che i nuovi dirigenti siano credibili, che abbiano esperienza ma anche gioventù e dinamismo per guidare il rinascimento calcistico italiano".

Un rinascimento fondato su quali basi?
"Deve essere ristrutturata la Federazione, la Nazionale, le regole per i club, i campionati... Per quanto riguarda gli stranieri, che ci si basi pure sulle leggi attuali, ma vengano inserite delle limitazioni sul loro utilizzo in campo. Nella Primavera, ma anche e soprattutto nelle prime squadre".

C'è un modello a cui ispirarsi, secondo lei?
"Il discorso è complesso. Per la stabilità dei campionati direi l'Inghilterra. Solo pochi anni fa tanti club sono falliti, ma grazie a progetti seri e ad una divisione dei compensi più sensata il campionato inglese è diventato il migliore al mondo. Secondo me potrebbe essere questo uno dei punti da cui ripartire. Un altro modello può essere quello di ispirazione americana: ai campionati possono partecipare solo i club che hanno i giusti requisiti, dallo stadio di proprietà alle condizioni finanziarie. Così si creerebbero le franchigie che prenderebbero parte a campionati professionistici senza retrocessioni. Così anche eventuali investitori sarebbero invogliati a dare il loro contributo".


TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie Serie A
Altre notizie
CANALI TMW
CANALI TMW SQUADRE
ALTRI CANALI TMW
TMW RADIO - Udinese, trovata l'intesa con Oddo Secondo quanto riportato da Niccolò Ceccarini via Twitter, l'Udinese ha trovato l'intesa con Massimo Oddo, che sostituirà subito Luigi...
21 novembre 2007, l'Inghilterra fallisce la qualificazione agli Europei Anche l'Inghilterra ha avuto la sua onta durante le qualificazioni a un torneo importante: è successo il 21 novembre 2007 quando gli...
TMW RADIO - I Collovoti: "9 a Khedira, super Handanovic. Bonucci 4” Torna l'appuntamento con 'I Collovoti' di Fulvio Collovati, che su 'TMWRadio' commenta la giornata di campionato appena trascorsa: I...
Nesti-Dossier Italia: cosa fare dopo Tavecchio NES-tweet Da lunedì 24 luglio 2017, attuo una sinergia fra tuttomercatoweb.com, Facebook (NESTI Channel in www.carlonesti.it) e...
L'altra metà di ...Marco Parolo Il giocatore della Lazio e della Nazionale Marco Parolo e la sua bella moglie Caterina Castiglioni fanno coppia fissa da tredici anni...
Fantacalcio, COME CAMBIA FANTACALCISTICAMENTE L'UDINESE Altro cambio in panchina per la serie A, dopo Rastelli, Baroni e Juric, a pagare le conseguenze di un campionato altalenante questa volta è Delneri. Per...
Ecco le prime pagine dei quotidiani sportivi di oggi 21 novembre 2017

Ecco le prime pagine dei quotidiani sportivi di oggi martedì 21 novembre 2017.

   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510   
Utilizzo dei Cookie
CHIUDI
Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo
memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo.
Clicca qui per maggiori informazioni.