HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
TUTTOmercatoWEB.com: notizie di calcio e calciomercato
 
SONDAGGIO
Vi convince la scelta della Roma di ripartire da Fonseca?
  Si, è il tecnico giusto per rilanciare il progetto
  No, è un azzardo

La Giovane Italia
Serie A

Il Cagliari conferma Allegri fino al 2011

09.12.2008 07:53 di Fausto Orrù   articolo letto 5985 volte

Niente soldi nell'accordo tra Cellino e Allegri che lega la società rossoblù al suo nuovo tecnico filosofo fino al 2011. Il contratto è stato firmato il 3 ottobre, quando tutti pensavano all'imminente esonero di Allegri prima della gara con il Milan. Invece quella fiducia incondizionata del presidente Massimo Cellino ha portato bene, tanto che il presidente in gran segreto ha fatto firmare il rinnovo del contratto in bianco e Allegri non ha battuto ciglio; ieri l'accordo è stato depositato in Lega. Cellino ha rivelato i retroscena a un cronista di un quotidiano sardo che oggi ha dato ampio risalto alla notizia. Il presidente infatti è sempre più convinto che con l'arrivo della crisi economica anche nel mondo del calcio, il Cagliari, che è una società sana e senza debiti, potrà ritagliarsi un ruolo importante nel calcio che conta puntando su giovani interessanti e senza grosse pretese economiche, e contemporaneamente centrando gli obbiettivi fissati ad inizio stagione. Quest'anno il Cagliari di Allegri è stato allestito per non retrocedere e nessuno, dopo il filotto di cinque sconfitte consecutive, avrebbe detto che i sardi si sarebbero assestati, dopo 15 giornate, a quota 20 punti al pari di Palermo e Roma. Cellino ha così rotto gli indugi già ad ottobre, confermando l'allenatore prima che potessero mettere gli occhi su di lui società di grande blasone.


TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie Serie A

Primo piano

I colpi di Perez spiegano la decisione di Zidane (che era la prima scelta di Agnelli). L'allenatore della Juve e una triste battaglia. Calcio europeo da riformare: serve un compromesso Ci sarà tempo e modo di parlare della Juventus, del nuovo allenatore e di un racconto che meriterebbe studi sociologici approfonditi e non di un banale editoriale. Ma prima c'è da raccontare chi ha già operato, anche perché spiega con i fatti la decisione dell'allenatore che, lo scorso...
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510