HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK  | RMC SPORT EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
Da TUTTOmercatoWEB.com le ultime notizie di calcio mercato su Juve, Milan, Inter, Napoli, Roma
 
SONDAGGIO
Cristiano Ronaldo alla Juve: ora chi andrà via?
  Gonzalo Higuain
  Miralem Pjanic
  Daniele Rugani
  Paulo Dybala
  Alex Sandro
  Più di un big
  Nessuno

Serie A

Il Manchester City vuol aprire un ciclo. Col tecnico più pagato al mondo

16.04.2018 13:24 di Simone Bernabei  Twitter:    articolo letto 4142 volte
© foto di Insidefoto/Image Sport

"Costruire un Mega City", "Dinastia City" o "Era Manchester city". Il day after la vittoria del titolo da parte del Manchester City i tabloid si concentrano più su una proiezione futura che sul presente successo. Certo, il trionfo finale non è stato quasi mai in discussione, ma il fatto che i tabloid parlino di 'Dinastia Manchester City' è emblematico di quelle che sono le intenzioni dei diretti interessati. Il primo a parlarne, a margine dei festeggiamenti, è stato il capitano Vincent Kompany. "Questo è solo l'inizio", la sintesi del suo pensiero. Un modo come un altro per dire che quello appena vinto rischia di diventare il primo di una lunga serie di titoli. Ovviamente servirà prima fare i conti con la concorrenza, agguerrita e col portafogli bello gonfio, ma il City non è affatto spaventato. Anche perché la forza economica è probabilmente superiore a tutte le altre contendenti. Lo dimostra il mercato complessivo di questa stagione, oltre 300 i milioni spesi o impegnati in obblighi di riscatto, ma pure l'intenzione di prolungare e 'adeguare' il contratto del comandante Guardiola. Che già oggi è uno dei più pagati al mondo ma che con il nuovo possibile accordo da quasi 25 milioni di euro all'anno staccherebbe di parecchie lunghezze tutti gli altri colleghi. Ecco perché se in casa City parlano di 'nuova era Sky Blues' c'è da credergli sulla parola.


TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie Altre Notizie

Primo piano

16 luglio 1950, il Maracanazo fa cadere nella disperazione il Brasile Il 16 luglio 1950 è una data che entra nella storia dei Mondiali: al Maracanã di Rio de Janeiro va in scena la partita conclusiva dei Mondiali con Brasile-Uruguay. Non è una vera e propria finale poiché si decide in quell'edizione di decretare il vincitore attraverso un girone all'italiana....
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510   
Utilizzo dei Cookie
PROSEGUO
Utilizziamo cookie, anche di terze parti, per migliorare l'esperienza di navigazione e per inviarti messaggi promozionali personalizzati.
Proseguendo con la navigazione acconsenti al loro uso in conformità alla nostra Cookie Policy