HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
TUTTOmercatoWEB.com: notizie di calcio e calciomercato
 
SONDAGGIO
Il Napoli esonera Ancelotti e punta su Gattuso. Decisione giusta?
  Giusto cambiare, e Gattuso è la scelta giusta
  Giusto cambiarlo, ma Ancelotti non andava sostituito con Gattuso
  Sbagliata: bisognava andare avanti con Ancelotti

La Giovane Italia
Serie A

Juve-Milan, matchday: per Higuain è un altro appuntamento con la storia

10.11.2019 08:30 di Giovanni Albanese  Twitter:    articolo letto 7371 volte
Fonte: inviato a Torino
© foto di Daniele Buffa/Image Sport

Non è come le altre. Juve-Milan è da sempre una partita speciale. Una sfida infinita, ricca di storia, episodi, doppi ex e tanti ricordi, in Italia e anche in Europa. E non sarà certo l’attuale classifica dei rossoneri a ridimensionare il match di questa sera, per i bianconeri l’ultimo a conclusione di un intenso filotto di sette gare in ventuno giorni.

La Juve vuole assolutamente chiudere in bellezza il secondo capitolo di questa stagione, meno bello rispetto al primo sul piano del gioco ma prezioso in termini di risultati. La formazione di Sarri è l’unica imbattuta d’Europa, e pare non aver neanche trascorso un periodo di trasformazione tra la vecchia gestione di Allegri e quella attuale.

Juve-Milan sarà anche la gara della consapevolezza, per certi versi. Perché in squadra capiscano che anche di fronte alla possibile assenza della stella dello spogliatoio, Cristiano Ronaldo, il valore del collettivo resta di gran lunga superiore a tutte le altre. Al di là di come la formazione avversaria proverà a imporsi allo Stadium.

L’impiego del portoghese si deciderà in queste ore, verosimilmente dopo la rifinitura in programma in mattinata. “Non ha niente di grave, solo un piccolo dolore al ginocchio che un po’ lo squilibra negli appoggi durante la partita” ha spiegato Sarri, ieri, in conferenza stampa. La sensazione, al momento, è che CR7 possa esserci.

Situazione abbastanza simile per De Ligt, da ieri al lavoro con la squadra – dopo alcuni giorni di differenziato e la mancata convocazione a Mosca – e positivo alle sollecitazioni dei test. Dunque, pronto a far coppia con Bonucci, titolare inamovibile. “Per adesso è indispensabile, spero di poterlo fare riposare più avanti”, ancora il tecnico bianconero, che si coccola anche Bernardeschi.

“Credo siano state sottovalutate abbastanza le sue prestazioni fin quì nel ruolo di trequartista” tiene a precisare sul numero 33. Elogiando al tempo stesso Ramsey quale “centrocampista moderno, che può fare sia il trequartista che l’interno offensivo”. Mentre Douglas Costa resta la carta migliore a gara in corso.

Riflettori puntati soprattutto sugli ex, tra i giocatori bianconeri: Bonucci, De Sciglio e Higuain. Per quest'ultimo, dopo una stagione maledetta, un altro appuntamento con la storia per misurare la propria condizione mentale nel nuovo percorso juventino, che ha voluto fortemente a tutti i costi la scorsa estate rifiutando ogni destinazione.

Le scelte di stasera dovrebbero trovare ancora una logica di continuità, la rifinitura in programma stamani scioglierà gli ultimi dubbi. Probabile formazione: Szczesny; Cuadrado, Bonucci, De Ligt (Rugani), Alex Sandro; Emre Can (Bentancur), Pjanic, Matuidi; Bernardeschi; Ronaldo (Douglas Costa), Higuain.


TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie Serie A

Primo piano

Serie A, la classifica aggiornata: la Roma blinda il 4° posto, SPAL ultima La Roma supera tra le mura amiche la SPAL e blinda momentaneamente il quarto posto. Sempre più ultima invece la formazione estense, con soli 9 punti collezionati in 16 giornate. Questa la classifica aggiornata di Serie A in attesa delle ultime due sfide del 16° turno (stasera Fiorentina-Inter,...
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510