HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
TUTTOmercatoWEB.com: notizie di calcio e calciomercato
 
SONDAGGIO
Inter, Sanchez ko: fiducia a Esposito o ritorno sul mercato?
  Avanti con Politano, Lukaku e Lautaro Martinez: sono più che sufficienti alle esigenze di Conte
  Occhi sul mercato, sia quello degli svincolati che invernale
  Fiducia al giovane Esposito: sarà lui a completare la batteria di attaccanti nerazzurri

La Giovane Italia
Serie A

Juve, Paratici: "La panchina di Dybala non è legata al mercato"

24.08.2019 17:45 di Marco Conterio  Twitter:    articolo letto 12714 volte
© foto di Daniele Buffa/Image Sport

Fabio Paratici, direttore sportivo della Juventus, parla a Sky Sport prima della gara contro il Parma. "Dybala in panchina non è legato al mercato. E' il numero 10 della Juventus, un grande 10 della Juventus. Siamo contenti che sia con noi. L'inizio del campionato, poi, non solo con Sarri ma anche con Allegri e Conte, ha visto i nuovi spesso con un periodo di adattamento e dunque oggi giochiamo senza nuovi dal 1'".

Su Icardi alla Juventus "Siamo contenti degli attaccanti che abbiamo, di un parco invidiato da tutti anche a livello internazionale. Ognuno interpreti come ritiene più opportuno queste parole ma, ripeto, siamo contenti di chi abbiamo. Se sommiamo i numeri sono impressionanti, basta e avanza a supportare la mia risposta".

Su Dybala per Icardi. "Mi sembra di aver già risposto due volte... Siamo molto contenti del parco attaccanti che abbiamo, più di questo non posso dire. E' difficile migliorare la nostra rosa, crediamo di esserci riusciti in questo mercato puntellando le posizioni che avevano bisogno. Davanti ci sono Higuain, Mandzukic, Dybala, Bernardeschi, Douglas e non scordiamoci di Cristiano Ronaldo che dopo un anno sembra quasi uno normale della Juventus...".

Sul rapporto con Marotta. "Nel mercato succedono tante cose, nel caso ci confronteremo in modo cordiale con cui ti siedi con le altre società".

Sulla rosa della Juventus. "Almeno quindici hanno giocato finali, vinto tornei, necessitavamo solo di riempire dei buchi in difesa, a centrocampo, puntellando la rosa anche a livello numerico e non solo qualitativo".

Sull'addio di Cancelo. "I nostri calciatori si spostano solo per andare in grandissime squadre: c'è un novero di 9-10 squadre in Europa dove possono andare per stipendi, costi e status. Quando si presenta una di queste, a volte il calciatore è attratto: Cancelo ha dato il benestare, noi abbiamo sempre inseguito Danilo dai tempi del Santos, poi al Porto e al Madrid. Lo abbiamo ritenuto importante come Cancelo e per caratteristiche abbiamo ritenuto importante fare questa operazione".


TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie Serie A

Primo piano

...con Liverani “Non possiamo sapere quale sarà l’idea del Milan con il nuovo allenatore, probabilmente cambierà lo spirito e i rossoneri avranno voglia di partire forte. Dovremo essere bravi”. Così a TuttoMercatoWeb l’allenatore del Lecce, Fabio Liverani, in vista della partita di stasera dei giallorossi...
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510