Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroeSportsFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A AtalantaBolognaCremoneseEmpoliFiorentinaHellas VeronaInterJuventusLazioLecceMilanMonzaNapoliRomaSalernitanaSampdoriaSassuoloSpeziaTorinoUdinese
Canali altre squadre AlessandriaAscoliAvellinoBariBeneventoBresciaCagliariCasertanaCesenaFrosinoneGenoaLatinaLivornoMonzaNocerinaPalermoParmaPerugiaPescaraPordenonePotenzaRegginaTernanaTurrisVenezia
Altri canali Serie BSerie CChampions LeagueFantacalcioNazionalieSportsStatisticheStazione di sosta

Non mi muovo ma tratto. Il nuovo trend del mercato

Non mi muovo ma tratto. Il nuovo trend del mercatoTUTTOmercatoWEB.com
© foto di www.imagephotoagency.it
lunedì 14 novembre 2016, 07:30Serie A
di Gianluigi Longari

"Non mi muovo". La litania degli obiettivi di mercato delle squadre più disparate sembra essere la stessa, nonostante i movimenti in vista della sessione invernale suggeriscano tutt'altro. Il primo interprete di questa scuola di pensiero è stato il bomber del Genoa Leonardo Pavoletti, che ha giurato fedeltà al Grifone nonostante il Napoli sia di tutt'altro avviso e nella fattispecie appaia più che pronto a formulare ai rossoblu la più classica delle offerte "che non si possono rifiutare" per l'attaccante livornese.
Un discorso assimilabile a Giroud, che non ha perso tempo nel formulare il proprio atto d'amore nei confronti dell'Arsenal nonostante la più che fondata volontà del Milan di tentare il colpo già a gennaio. Le porte dell'Emirates non sono affatto serrate.
Alla stessa maniera attenzione a Lindelof, per il quale la trattativa più che avviata con il Benfica per il rinnovo contrattuale sembrava poter rappresentare il viatico per un sogno di mercato infranto da parte dell'Inter che pure lo segue da tempo. Le ultime indiscrezioni, al contrario, raccontano di un'azione congiunta della coppia di agenti Ramadani-Joorabchian nel tentativo di portare lo svedese dai piedi buoni a Milano. Non ci riusciranno a gennaio, ma per l'estate la sua sorte con annesso bonifico di 35 milioni di euro sembra già segnata. E corredata da vive tinte nerazzurre.