HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
Da TUTTOmercatoWEB.com le ultime notizie di calcio mercato su Juve, Milan, Inter, Napoli, Roma
 
SONDAGGIO
"Messi venga in Italia". CR7 lancia la sfida, credete sia possibile?
  E' solo una provocazione, Messi chiuderà al Barcellona
  In caso di addio, andrà da Guardiola
  Perché non 'con' CR7? La Juve dovrebbe pensarci
  Superato il FFP, può essere il regalo di Elliott al Milan
  Suning può provarci: Messi all'Inter contro CR7 alla Juve
  Messi come Diego. Perché non chiudere al Napoli?
  Andrà al PSG se lasceranno Mbappé o Neymar

La Giovane Italia
Serie A

Prandelli torna in Serie A: difesa a quattro e Piatek, come cambia il Genoa

07.12.2018 15:38 di Ivan Cardia  Twitter:    articolo letto 11723 volte
© foto di Federico De Luca

Cesare Prandelli torna in Serie A, dopo quasi otto anni. E c'è grande curiosità attorno al nuovo Genoa che l'ex ct azzurro andrà a mettere in campo. L'ultima panchina nel nostro campionato, d'altra parte, risale al 16 maggio 2010, la sua Fiorentina sconfitta per 2-0 dal Bari di Ventura. Poi, l'avventura con l'Italia e il non fortunatissimo girovagare per il mondo.

DIFESA A QUATTRO -
Tra i prevedibili capisaldi del nuovo Genoa di Prandelli, ci dovrebbe essere la difesa a quattro. Il condizionale è d'obbligo, perché in sette anni tante convinzioni possono cambiare e in fin dei conti la rosa del Genoa pare costruita per andare in campo con la difesa a tre. Però nella sua carriera Prandelli ha sempre giocato, salvo sporadiche occasioni, con uno schieramento "classico" della retroguardia. Gli uomini, comunque, non mancano: Pereira a destra, Criscito a sinistra, al centro c'è (fin troppa) abbondanza.

CHI IN PORTA? -
Non senza fatica, Andrei Radu si è conquistato i guantoni da titolare, sia con Ballardini che con Juric. Federico Marchetti e Prandelli, però, si conoscono da anni: il portiere è stato convocato regolarmente ai tempi dell'esperienza da allenatore dell'Italia. Ovviamente, non è automatico che la fiducia reciproca porti a un posto da titolare, e nel complesso Radu si è ben disimpegnato finora. Però il ballottaggio rimarrà vivo e forse addirittura rinfocolato.

PIATEK & CO -
Il primo obiettivo è quello di rilanciare Krzysztof Piatek. Con Juric, il centravanti polacco ha tenuto una media disastrosa: 1 gol in 7 partite. I nove gol in otto gare dell'era Ballardini, però, non sono dimenticati: Prandelli dovrà inevitabilmente mettere al centro del progetto il numero 9. In che modulo? 4-3-3, direbbe la carriera di Prandelli. Con Kouamé e Pandev o Medeiros esterni, non è una strada da escludere a priori. Anzi, sembra quella più indicata. L'alternativa: 4-3-1-2 con Bessa (o lo stesso Medeiros) alle spalle dell'inossidabile coppia Piatek-Kouamé.

MEDIANA A TRE -
Di conseguenza, mediana a tre. Anche perché i centrocampisti del Genoa sono tanti e tatticamente sembrano perfetti per un centrocampo a tre. Facile immaginare un Miguel Veloso sempre più centrale in cabina di regia: per caratteristiche, è uno dei giocatori più confacente a ciò a cui ci ha abituato Prandelli. Un regista, più piede che mobilità. Ai suoi fianchi, tre per due posti: Romulo, Hiljemark e Sandro i grandi favoriti per completare la mediana del nuovo Genoa.


TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie Europa

Primo piano

Si qualifica se... Inter, vinci col PSV. E spera che il Barça faccia il Barça Inter e Tottenham, dopo il successo Spurs a Wembley, sono entrambe a quota 7 col Barcellona già qualificato e certo del primo posto. I nerazzurri, classifica alla mano, sono attualmente terzi in virtù degli scontri diretti (il 2-2 complessivo premia gli inglesi, con il gol di San...
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510   
-->