VERSIONE MOBILE
  HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK  | RMC SPORT EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
Da TUTTOmercatoWEB.com le ultime notizie di calcio mercato su Juve, Milan, Inter, Napoli, Roma
 
SONDAGGIO
Chi vincerà la Champions League 2017/18?
  Real Madrid
  Bayern Monaco
  Roma
  Liverpool

Serie A

Roma, Alisson: "Sto vivendo un'esperienza unica. All'inizio è stata dura"

19.05.2017 21:15 di Lorenzo Di Benedetto  Twitter:    articolo letto 5632 volte
© foto di Federico Gaetano

Il portiere giallorosso Alisson ha rilasciato un'intervista ai microfoni di Roma TV durante la rubrica Roma Inside: "Mi trovo molto bene a Roma, è un'esperienza unica in un città storica e in una squadra come la Roma, culturalmente è molto simile al Brasile, mi trovo bene con la mia famiglia. Mi trovo bene non solo per il calcio ma anche a livello culturale, questa città ti può insegnare molto, quindi è un'esperienza positiva. All'inizio è stato difficile a causa della lingua, finché non la impari, qua parlano tutti italiano e un po' inglese, io conoscevo più quest'ultimo che l'italiano. In tre mesi ho imparato le nozioni base dell'italiano e ho iniziato a comunicare meglio con i miei compagni. In campo è diverso, è più naturale, già dalla prima settimana sono riuscito a comprendere il calcio europeo e quello italiano, l'adattamento in campo è stato più veloce che fuori, perché bisogna imparare lingua, cultura, modi. Ci sono molti stranieri, la maggior parte e altri di altri paesi nel mondo, tutti con la loro cultura. Roma è una città turistica e quando vado in centro vedo persone da tutto il mondo ed è normale, tu sei solo in mezzo a una moltitudine di gente e vai tranquillo. È nella cultura del calcio accusare il portiere quando di subisce gol, la gente cerca di capire di chi è stato l'errore, ma noi ci alleniamo duramente ogni giorno e solitamente siamo i primi a entrare in campo e gli ultimi a uscire, lavoriamo molto, quando si gioca ogni errore minimo può essere fatale. La parte consumata del campo è dove è posizionato il portiere. Volevo giocare in porta sin da bambino, ma prima giocavo come regista perché mio fratello Muriel faceva il portiere e per chi non lo sapesse gioca nell'Internacional de Porto Alegre. Un giorno mi disse di giocare in mezzo perché fare il portiere è faticoso. Dopo un solo allenamento ero terrorizzato, troppa confusione. C'erano persone in ogni lato, tutti correvano dietro la palla e a me non piaceva. Sono un tipo un po' solitario, un giorno mancava il portiere e ho parlato con l'allenatore e sono diventato portiere e questa piccola scelta mi ha portato bene".


TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie Serie B

Primo piano

Mercato no stop - Indiscrezioni, trattative e retroscena del 26 aprile INTER-JUVE: SFIDA IN CAMPO E SUL MERCATO. FUTURO DI ALLEGRI DA DECIDERE A FINE STAGIONE, I TIFOSI SOGNANO KLOPP. ALLA JUVE POSSIBILE RITORNO DI POGBA. NAPOLI: ANCHE SIRIGU TRA I CANDIDATI AL DOPO REINA. MILAN: BELOTTI RESTA UN OBIETTIVO, NEL MIRINO ANCHE DZEKO E MURIEL. INTER: LISANDRO...
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510   
Utilizzo dei Cookie
CHIUDI
Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo
memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo.
Clicca qui per maggiori informazioni.