VERSIONE MOBILE
  HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK  | RMC SPORT EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
Da TUTTOmercatoWEB.com le ultime notizie di calcio mercato su Juve, Milan, Inter, Napoli, Roma
 
SONDAGGIO
Chi vincerà la Champions League 2017/18?
  Real Madrid
  Bayern Monaco
  Roma
  Liverpool

Serie A

Scambi, permessi e ritiri: settimana decisiva

18.07.2017 07:15 di Gianluigi Longari  Twitter:    articolo letto 8090 volte
© foto di Federico Gaetano

I top player animano i sogni dei tifosi, ma le trattative coinvolgono anche giocatori con situazioni controverse e destinate a trovare una risoluzione nel corso della settimana. Per esempio la Lazio ha reimpostato sull’asse con il Benevento la trattativa per Cataldi: il centrocampista raggiungerà il club sannita in compagnia di Ricardo Kishna. In attesa dei pezzi da 90, l’Inter si porta avanti anche con Keita Balde: gli indizi che l’attaccante sta disseminando sui social sono la conferma di una trattativa a lunga gittata sulla quale i fari sono accesi da diverse settimane e che sta per entrare nel vivo. Grattacapi da risolvere invece per Fiorentina e Inter rispetto ai mal di pancia conclamati dei due croati Kalinic e Perisic. Il primo entro un paio di giorni dovrebbe fare ritorno in gruppo dopo il permesso accordatogli la scorsa settimana, il secondo con le stesse tempistiche potrebbe fare il suo ingresso in un altro spogliatoio, quello del Manchester United. Il nome di Martial è contropartita gradita per l’Inter, meno per lo United che fa muro rispetto all’inserimento del francese nel business. Sabatini ed Ausilio, ad ogni modo, non hanno intenzione di mollare. Come nel caso di Dalbert: il viaggio in Costa Azzurra dell’agente del francese comporterà un faccia a faccia nel giro di poche ore. L’obiettivo è quello di regalarlo a Spalletti anche prima del ritorno del preliminare di Champions del primo di agosto.


TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie Europa

Primo piano

Allegri non pervenuto. Sarri, colpo Gobbo a Torino. Milan, che dolore il colpo della strega. Crisi Udinese, Oddo non pronto per questi livelli. De Canio e la bacchetta magica... Se la Juventus prepara una finale scudetto in questo modo, molto colpe sono del suo allenatore. Squadra scarica, zero tiri in porta, gente che passeggia in campo e neanche il 10% della carica agonistica che ti aspetti per chiudere i conti e ammazzare il tuo rivale. Juventus ai minimi...
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510   
Utilizzo dei Cookie
CHIUDI
Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo
memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo.
Clicca qui per maggiori informazioni.