Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroeSportsFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A AtalantaBolognaCremoneseEmpoliFiorentinaHellas VeronaInterJuventusLazioLecceMilanMonzaNapoliRomaSalernitanaSampdoriaSassuoloSpeziaTorinoUdinese
Canali altre squadre AlessandriaAscoliAvellinoBariBeneventoBresciaCagliariCasertanaCesenaFrosinoneGenoaLatinaLivornoNocerinaPalermoParmaPerugiaPescaraPordenonePotenzaRegginaTernanaTurrisVenezia
Altri canali Serie BSerie CChampions LeagueFantacalcioNazionalieSportsStatisticheStazione di sosta
tmw / serie b / Serie B
Brescia, Cellino: "L'anno scorso volevo salire diretto, ora non ci ridimensioniamo"TUTTOmercatoWEB.com
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
sabato 2 luglio 2022, 16:34Serie B
di Pierpaolo Matrone

Brescia, Cellino: "L'anno scorso volevo salire diretto, ora non ci ridimensioniamo"

Massimo Cellino, presidente del Brescia, nel giorno della partenza per il ritiro estivo di Rinzone è intervenuto in conferenza stampa: "È la mia 32esima stagione e questa - le sue parole riportate dal Giornale di Brescia - la riprendiamo con il finale della precedente che ha lasciato amaro in bocca per la promozione che non è arrivata. Complessivamente però è stata una buona stagione. Il Brescia ha una squadra già sulla carta ottimale perché altri stanno aspettando le uscite per fare fare entrate. Noi invece avevamo un piano A e un piano B. Inoltre in serie A sarà un campionato infernale con la sosta mondiale che lo renderà peggio dell’anno Covid. Quindi alla fine dei conti prendiamo ciò che c’è di buono: è meglio fare il campionato di B dove giochi sempre.

Faremo un campionato con i giocatori che volevamo tenere. Inoltre sappiamo quali giocatori ci servono e con quali caratteristiche. Quindi c’è ottimismo, pensando che quella passata è stata per me in generale una serie B mediocre. Il progetto l'ho pensato dopo due anni, prima mi sono ambientato. Questo non è un ridimensionamento ma la scorsa stagione volevo salire diretto e non ci sono riuscito per poca chiarezza. I giocatori di qualità dobbiamo formarceli per la dimensione che ha il Brescia. L’anno scorso avevamo qualche soldo in più da spendere e abbiamo preso giocatori che non sono serviti. Ora Cellino è più oculato e il denaro va speso nelle direzioni giuste. Dobbiamo pagare tutto, essere seri non significa tirare i remi in barca. Ci voleva in passato qualche proclama in meno e qualche corsa in più in allenamento".