HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
Da TUTTOmercatoWEB.com le ultime notizie di calcio mercato su Juve, Milan, Inter, Napoli, Roma
 
SONDAGGIO
Icardi non è più il capitano: condividete la scelta dell'Inter?
  Si
  No

La Giovane Italia
Serie B

Crotone, Oddo e la scossa che non arriva. Sarà nuovo ribaltone?

06.12.2018 06:15 di Tommaso Maschio   articolo letto 5599 volte
© foto di Andrea Rosito

Cinque gare, tre moduli e un solo punto. L’avventura di Massimo Oddo sulla panchina del Crotone si può sintetizzare con questi freddi numeri, che certo non fanno piacere alla società calabrese che sperava di ottenere una scossa con il cambio in panchina e invece ha visto la squadra sprofondare sempre più tanto che già circolano voci di un possibile nuovo ribaltone. Il pareggio contro il Carpi all’esordio era sembrato un discreto punto di partenza, anche se la squadra emiliana vive uno dei momenti più difficili della sua storia recente, ma la scossa tanto attesa non è arrivata come testimoniano le tre sconfitte di fila contro squadre che a inizio anno erano considerate inferiori al Crotone, fra cui quella nel derby calabrese con il neopromosso Cosenza che è riuscito addirittura a espugnare l’Ezio Scida che ha fatto scattare un primo campanello d’allarme tanto da spingere Oddo a cambiare modulo accantonando il 4-3-3, usato nelle prime tre uscite, per tornare a un 3-5-2 che i giocatori in rosa conoscono bene con due punte pesanti – Simy e Budimir – in avanti e Molina mezzala libera di inserirsi alle loro spalle. Anche in questo caso il risultato non è stato dei migliori vista la sconfitta contro la Cremonese, così Oddo in Coppa Italia, contro un Bologna che gli evoca cattivi ricordi, ha puntato su un 4-4-2 flessibile, capace di diventare un 4-2-3-1, con Rohden e Firenze larghi e Aristoteles a supporto di Simy. Anche in questo caso i risultati non sono stati dei migliori con i felsinei, in crisi di risultati in campionato, che hanno colto una facile vittoria per 3-0.

La media di 0,2 punti a partita, gli otto gol subiti a fronte di appena due fatti non depongono a favore dell’ex campione del mondo che ora ha di fronte un turno di riposo e poi lo scontro contro il Venezia che al momento ha quattro punti in più dei calabresi. Potrebbe essere il momento giusto per lavorare solo sui concetti e l’idea di calcio che Oddo ha in testa, ma bisognerà fare i conti con l’oste – inteso come il patron Vrenna – che potrebbe anche decidere di cambiare ancora per provare a recuperare una stagione che nessuno si attendeva così difficile dopo la retrocessione all’ultimo della passata stagione.


TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie Serie A

Primo piano

Siviglia-Lazio 2-0, agli ottavi va la più forte: decisivi Ben Yedder e Sarabia Il Siviglia elimina la Lazio e si qualifica agli ottavi di finale di Europa League. Passa la squadra più forte, passa la squadra che ha meritato di più. Ai biancocelesti resta senza dubbio l'alibi degli infortuni (andata giocata senza Immobile e Milinkovic-Sivic), ma anche la consapevolezza...
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510