HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK  | RMC SPORT EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
Da TUTTOmercatoWEB.com le ultime notizie di calcio mercato su Juve, Milan, Inter, Napoli, Roma
 
SONDAGGIO
Serie A 2017/18: chi è stato il migliore?
  Ciro Immobile
  Mauro Icardi
  Kalidou Koulibaly
  Milan Skriniar
  Allan
  Bryan Cristante
  Sergej Milinkovic-Savic
  Douglas Costa
  Alisson
  Paulo Dybala

Serie B

Pescara, Brugman: "Se non arriviamo ai playoff è un disastro"

14.02.2018 16:57 di Daniel Uccellieri   articolo letto 1113 volte
© foto di Antonello Sammarco/Image Sport

Gaston Brugman, capitano del Pescara, ha parlato al sito ufficiale del club abruzzese: "Non mi sento in discussione. Ringrazio le parole del mister. Io non mi sono mai messo in discussione. Mi piace il ruolo che sto ricoprendo nella squadra, mi sento importante e questo mi sta facendo crescere e maturare".

Sei un sudamericano atipico, silenzioso e a volte ti estranei durante la partita: "Dopo la partita me l'hanno detto. Magari la 'cazzima è lottare e farsi vedere di più, magari però è anche segnando gol. Nei momenti di difficoltà ti metti la squadra addosso e fai cose importanti è lo stesso".

Sull'obiettivo dei playoff: "Se non li raggiungiamo sarebbe un disastro la squadra ci crede, è importantissimo. Non importa se da terzi o ultimi, dobbiamo entrare tra i playoff. Ci è capitato di entrare per ultimi e poi per un palo non siamo andati in A. Quell'anno ci è sfuggito l'obiettivo finale per nulla, meritavamo di più".

Tornando al gol su punizione: "Fiorillo mi dice sempre di calciare sul palo del portiere, vedevo che non la palla non la vedeva e è andata bene seguendo anche il consiglio di Vincenzo che capisce di più questa situazione".

Qualcuno in squadra è andato via come Benali: "Mi è dispiaciuto che se ne è andato, è un giocatore importante e forse non si sentiva determinante qui. Sono contento per lui che sta facendo benissimo, meritava la A".

Sei ormai un giocatore importante per questa squadra: "Questa è la punizione più bella in assoluto anche perché è stata importante. Portare i punti alla squadra è sempre bello. Ho già battuto il mio record personale grazie al nuovo ruolo e alla personalità che ho costruito negli ultimi anni".

Che rapporto hai con Zeman: "Parla pochissimo, anche io parlo poco. Però si capisce quello che vuole".

Il gol più bello al Pescara: "Quello contro il Latina. Quell'anno mi riusciva tutto, quel gol è stato bellissimo e dopo il gol mi ha preso dicendomi di fare sempre cosi".

In quella stagione al tuo fianco c'era Zuparic ed eri molto libero di muoverti: "Quell'anno ho iniziato regista ma dopo ho giocato a centrocampo prima con Rizzo e poi con Zuparic con il quale ho stretto un legame importante. Quell'anno li è stato bellissimo fino alla partita col Siena, la più brutta che ho fatto per l'infortunio e non ci voleva. Però è passato, i sei mesi che sono stato fuori sono cresciuto molto, ho visto cose che da dentro lo spogliatoio non vedi".


TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie Serie A

Primo piano

ESCLUSIVA TMW - Spagna, il ds Hierro: "Vi racconto la Roja. Italia, rinascerai" Ex capitano del Real Madrid e della Nazionale spagnola, allenatore e oggi nuovamente direttore sportivo della RFEF (Real Federación Española de Fútbol) dopo il Doblete Europeo-Mondiale del 2008-2010 ottenuto alla sua prima esperienza da dirigente. Fernando Hierro è uno che in Spagna...
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510   
Utilizzo dei Cookie
PROSEGUO
Utilizziamo cookie, anche di terze parti, per migliorare l'esperienza di navigazione e per inviarti messaggi promozionali personalizzati.
Proseguendo con la navigazione acconsenti al loro uso in conformità alla nostra Cookie Policy