HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
  HOME tmw » serie c » Serie C
Cerca
Sondaggio TMW
Chi volete come centravanti dell'Italia a Euro2020?
  Ciro Immobile
  Andrea Belotti
  Mario Balotelli

FOCUS TMW - Serie C, Top 11 girone B: Granoche, doppietta su rigore

Modulo 3-4-3
24.09.2019 08:55 di Luca Esposito    articolo letto 1513 volte
Nella foto Granoche
Nella foto Granoche
© foto di Federico Gaetano
Il Padova non si ferma più. Dopo lo 0-0 interno contro il Carpi, la formazione di Sullo espugna anche il campo della Vis Pesaro trascinata da un grande Ronaldo e da una difesa che non subisce mai gol. Il capitano ha sugellato una prova d’autore con una punizione magistrale che ha permesso di sbloccare il risultato. I veneti sembrano destinati a fare campionato a sé, anche perché la Triestina ha perso ancora e il Vicenza, pur corsaro a Gubbio, sembra avere qualcosina in meno sul piano delle alternative. Termina in parità il derby tra Cesena e Piacenza. Di seguito la Top 11 di TuttoMercatoWeb dopo la quinta giornata di campionato nel girone B.

Portiere

Matteo Grandi (Vicenza): fino all’ottantesimo ordinaria amministrazione, poi mette i guantoni sull’importante successo di Gubbio. Strepitoso su Sorrentino, si ripete poco dopo neutralizzando un calcio di rigore.

Difensori

Matteo Bruscagin (Vicenza): torna in uno stadio che gli ha regalato grosse soddisfazioni, il pubblico presente lo saluta con affetto. In campo, però, non si fa tradire da emozione e nostalgia e disputa una prova sontuosa.

Giovanni Zaro (Modena): non è impeccabile sul gol della Feralpi, una ingenuità collettiva che tuttavia non cancella l’ottima prova dei canarini. Soffre la rapidità di Maiorino, col passare dei minuti l’allenatore lo piazza su Caracciolo e Stanco e se la cava con bravura e coraggio.

Carlo Pelagatti (Padova): 85 minuti da protagonista, una prestazione da incorniciare per il difensore centrale veneto. Ancora una volta i biancoscudati sono riusciti a chiudere la partita senza subire gol, un dato interessante per una squadra che gioca principalmente all’attacco e che si aggrappa alla forza di una retroguardia granitica.

Centrocampisti

Mario Ierardi (SudTirol): il colpo di testa perfetto che regala tre punti, una migliore classifica e tanta serenità in più. Morosini batte il corner, lui salta più in alto di tutti e beffa il portiere indirizzandola all’angolino laddove nessuno sarebbe mai potuto arrivare.

Federico Carraro (FeralpiSalò): forte di una condizione fisica invidiabile già a metà settembre, è l’uomo in più del centrocampo lombardo. Canta e porta la croce alternando giocate di qualità e importanti recuperi in fase difensiva.

Pompeu Da Silva Ronaldo (Padova): beffa Golubovic direttamente su calcio piazzato, la specialità della casa. Il capitano biancorosso sfodera un’altra grande prestazione, giusto mix tra qualità e cattiveria agonistica. Quando batte i corner è sempre pericolosissimo.

Luca Cattaneo (Piacenza): la posizione di mezz’ala gli calza a pennello e gli permette di essere sempre nel vivo del gioco. Cerca gloria personale dalla distanza senza fortuna, ma entra in tutte le azioni pericolose dei biancorossi mostrando spirito di sacrificio nei momenti di sofferenza.

Attaccanti

Andrea Magrassi (Virtus Verona): la difesa della Triestina si addormenta e dimentica di marcare uno dei calciatori più forti della categoria. L’attaccante, servito da Manfrin, entra in area completamente indisturbato e fa secco Matosevic con un sinistro potente e preciso.

Pablo Granoche (Triestina): sarà pur vero che ultimamente timbra il cartellino quasi solo su rigore, ma la sua freddezza è encomiabile. Nella seconda circostanza l’arbitro fa ripetere l’esecuzione e sfrutta tutta la sua esperienza per restare lucido e non perdere la concentrazione. Doppietta utile solo per la classifica marcatori, ma nonostante l’età continua a togliersi grandi soddisfazioni.

Giacomo Zecca (Cesena): lo strano destino di un attaccante accolto con un pizzico di scetticismo, ma capace di portare i tifosi dalla sua parte grazie ad un gol fondamentale nel derby… contro la squadra della sua città. La pareggia al 61’ da vero rapace dell’area di rigore.

Allenatore

Luigi Fresco (Virtus Verona): per battere squadre blasonate come la Triestina serviva una partita perfetta, l’approccio è stato devastante e certifica l’ottimo lavoro svolto in settimana dallo staff tecnico. Successo di prestigio e tre punti che alla lunga si riveleranno determinanti per il raggiungimento dell’obiettivo salvezza.

TUTTOmercatoWEB.com - Il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie Serie C

Le più lette
Scarica l'app ufficiale del Canale
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510