HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
  HOME tmw » serie c » Serie C
Cerca
Sondaggio TMW
Il Napoli esonera Ancelotti e punta su Gattuso. Decisione giusta?
  Giusto cambiare, e Gattuso è la scelta giusta
  Giusto cambiarlo, ma Ancelotti non andava sostituito con Gattuso
  Sbagliata: bisognava andare avanti con Ancelotti

FOCUS TMW - Serie C, la Top 11 del girone B: Caracciolo si concede il bis

Modulo 4-3-3
12.11.2019 08:55 di Luca Esposito    articolo letto 1316 volte
Nella foto Caracciolo
Nella foto Caracciolo
© foto di Fotolive/Feralpisalò
Si riapre tutto, clamorosamente. Neanche il tempo di celebrare il successo del Menti che il Padova capitombola ancora in casa a cospetto di un SudTirol cinico e molto organizzato in difesa. La sconfitta della corazzata di Sullo restituisce primato e sorriso al Vicenza: il 3-0 di Trieste certifica la superiorità tecnica dei biancorossi, ma anche la crisi degli alabardati che, pur cambiando già un allenatore, continuano a perdere giocando malissimo. Gautieri già a rischio? Possibile e sarebbe l’ennesimo esonero della sua carriera. Sorride il Piacenza: Paponi a 5 minuti dalla fine piega la resistenza dell’ottimo Gubbio di Torrente. 0-0 nel derby tra Cesena e Reggiana. Nel posticipo del Monday Night il la FeralpiSalò batte in trasferta il Ravenna grazie alla doppietta di Caracciolo. Di seguito la Top 11 di TuttoMercatoWeb dopo la quattordicesima giornata di campionato nel girone B.

Portiere

Mattia Del Favero (Piacenza): i complimenti dei compagni di reparto valgono più di ogni altra parola, la difesa sta trovando certezze anche grazie al numero uno. L’intervento più difficile è storia del 56’: Gomez calcia a botta sicura, eccellenti i suoi riflessi.

Difensori

Luca Ricci (Cesena): il duello con Marchi e Libutti era particolarmente atteso, ma sembra quasi aver studiato i movimenti degli avversari. Li francobolla con intelligenza, esperienza e senso della posizione. Voto alto, e non è la prima volta.

Marcos Espeche (Reggiana): la difesa amaranto sta tornando ad essere il bunker ammirato a inizio stagione. Non era facile in un derby mantenere alta la concentrazione, ci è riuscito opponendosi a tutti i tentativi di Butic.

Marco Curto (V.Verona): ingaggia un interessante duello con Maistrello, gli prende le misure già dopo pochi minuti e dalle sue parti non si passa. Resta lucido quando la Fermana tenta l’assalto con le quattro punte, decisivo un anticipo in piena area piccola su Bacio Terracino.

Minel Sabotic (Carpi): l’Arzignano non brilla in zona offensiva, ma prova a rendersi pericoloso soprattutto in ripartenza. Riesce, però, a leggere ogni situazione in anticipo salvando la porta a ripetizione.

Centrocampisti

Daniel Onescu (Virtus Verona): Pinton propizia, lui trasforma con lucidità e bravura. Il suo colpo di testa è perfetto, il pallone assume una traiettoria imprendibile per Palombo. Ci riprova poco più tardi con un tiro di esterno destro che fa la barba al palo.

Matteo Marotta (Piacenza): un’arma in più per il mister che lo sta sfruttando nel migliore dei modi. Sulla mediana tutti i palloni passano dai suoi piedi e diventano fonte preziosa per gli attaccanti e gli esterni offensivi.

Marco Frediani (Sambenedettese): segna il gol che regala tre punti e maggiore serenità a tutto l’ambiente con la classica giocata tipica del vasto repertorio. Ricevuta palla sulla fascia è abile a saltare l’uomo, rientrare verso il centro e depositare il pallone quasi all’incrocio dei pali. Standing ovation più che meritata.

Attaccanti

Simone Guerra (Vicenza): sancisce il trionfo dei biancorossi nel giorno in cui il Padova perde in casa e ci si ritrova in vetta alla classifica. Lo 0-3 fa impazzire di gioia i tifosi assiepati nel settore ospiti, tutto troppo facile per un attaccante che in questa categoria ha sempre fatto la differenza. Nell’occasione ottima l’assistenza di Arma.

Andrea Caracciolo (FeralpiSalò): un evergreen che non si smentisce mai, sbloccarsi la settimana scorsa gli ha consentito di tornare ad alti livelli e di scrollarsi da dosso qualche critica eccessiva. La sblocca con un tiro di controbalzo, raddoppia di testa otto minuti dopo. Bomber implacabile

Simone Mazzocchi (SudTirol): segna il settimo gol stagionale nella partita più importante e delicata. La marcatura dei difensori del Padova è troppo morbida e si fa trovare pronto con una deviazione sottomisura che non lascia scampo al portiere. Grazie a lui c’è una tifoseria che sogna addirittura la promozione diretta.

Allenatore

Domenico Di Carlo (Vicenza): il capolavoro è compiuto. Il Padova sembrava ormai destinato alla fuga, ancor di più dopo aver espugnato il Menti. Il mister ha sfruttato tutta la sua esperienza per ricaricare le batterie e presentare una squadra praticamente perfetta a Trieste.

TUTTOmercatoWEB.com - Il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie Serie C

Le più lette
Scarica l'app ufficiale del Canale
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510