HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK  | RMC SPORT EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
Da TUTTOmercatoWEB.com le ultime notizie di calcio mercato su Juve, Milan, Inter, Napoli, Roma
 
SONDAGGIO
Serie A: quale di questi attaccanti vi ha deluso di più?
  Giovanni Simeone
  Edin Dzeko
  Arkadiusz Milik
  Patrik Schick
  Marko Pjaca
  Paulo Dybala
  Duvan Zapata
  Keita Balde Diao
  Simone Zaza

La Giovane Italia
Serie D

ESCLUSIVA TMW - Caos stipendi alla Lupa Roma, parla il capitano

16.06.2018 13:50 di Alessio Calfapietra   articolo letto 5769 volte
© foto di Federico Gaetano/Tuttolegapro.com

La Lupa Roma è una squadra giovane e con un passato importante. Dopo tre anni nel professionismo ora milita in serie D, campionato che ha concluso senza problemi mettendo in mostra individualità di livello. Ma dietro questa realtà gradevole e vincente, si nasconde un problema enorme visto che i giocatori non ricevono lo stipendio da tre mesi. Dopo il comunicato ufficiale pubblicato a nome dell'intero gruppo, abbiamo contattato in esclusiva il capitano Flavio Santarelli per avere un quadro più chiaro della situazione. "Aspettiamo ancora di ricevere le mensilità di marzo, aprile e maggio. Abbiamo un accordo economico con la società che però non è stato rispettato. E ci sentiamo presi in giro visto che ci era stato promesso tutt'altro"

Vale a dire?
"Devo fare una premessa. Dallo scorso dicembre ci sono stati cambiamenti drastici nel club, con l'allontanamento dell'amministratore e diesse Pietro Rosato, dell'allenatore e del team manager. Da allora David Di Michele ci ha detto di essere il presidente e si è comportato come tale. Noi non abbiamo fatto mai mancare l'impegno sul campo e abbiamo ottenuto gli obiettivi stagionali con una salvezza tranquilla. All'ultima partita contro il Rieti lo stesso di Michele ci ha rassicurato che avremmo ricevuto tutti i soldi arretrati. Ricordo perfettamente il suo gesto, si è tolto gli occhiali perché lo guardassimo negli occhi, ha detto di mettere in gioco la sua credibilità se noi non avessimo avuto quanto ci spettava. Disse che i soldi stavano arrivando dalla Lega, ma fino ad adesso sono solo chiacchiere".

Infatti non avete ancora ricevuto nulla
"Assolutamente no. Una settimana dopo quella serie di promesse, Di Michele si è rimangiato tutto dicendo che non dovevamo rivolgerci a lui ma a Rosato che detiene il 50% della proprietà. L'altra metà appartiene alla moglie di Di Michele, persona contro la quale tengo a precisare non abbiamo assolutamente nulla. Ma con questo continuo rimbalzo di responsabilità non si va da nessuna parte. Ho saputo che ieri Rosato ha fatto una proposta a Di Michele nella quale erano compresi i nostri stipendi, ma è stata rifiutata. Adesso siamo veramente stanchi".

Immagino voglia lanciare un appello
"Eravamo pronti a fare uscire il comunicato dieci giorni fa, ma ci è stato detto di aspettare. Ora basta. Qua ci sono padri di famiglia e ragazzi che hanno acquisito l'indipendenza che si ritrovano in difficoltà. Ringrazio unicamente il tecnico Quinzi e lo staff che hanno fatto i salti mortali per mandare tutto avanti, ma la società deve muoversi quanto prima. Trovate un accordo, fate quello che volete, ma quei soldi ci spettano ed il tempo è ampiamente scaduto".


TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie Probabili formazioni

Primo piano

ESCLUSIVA TMW - Ag.Strinic: "Resta al Milan. Mignolet-Napoli, peccato" Chiacchierata di mercato con Tonci Martic, uno dei più importanti procuratori croati presente al WyScout Forum 2018 di Amsterdam. Argomento principale il ritorno in campo di Ivan Stinic, terzino del Milan che questa settimana è tornato ad allenarsi: "Non ha mai pensato al ritiro,...
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510   
Utilizzo dei Cookie
PROSEGUO
Utilizziamo cookie, anche di terze parti, per migliorare l'esperienza di navigazione e per inviarti messaggi promozionali personalizzati.
Proseguendo con la navigazione acconsenti al loro uso in conformità alla nostra Cookie Policy