VERSIONE MOBILE
  HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK  | TMW RADIO EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
Da TUTTOmercatoWEB.com le ultime notizie di calcio mercato su Juve, Milan, Inter, Napoli, Roma
 
SONDAGGIO
Serie A 2017/18: chi vincerà la classifica cannonieri?
  Edin Dzeko
  Ciro Immobile
  Paulo Dybala
  Dries Mertens
  Mauro Icardi
  Ciryl Thereau
  Fabio Quagliarella
  Andrea Belotti
  José Callejon
  Luis Alberto
  Adem Ljajic
  Alejandro Gomez
  Lorenzo Insigne
  André Silva
  Nikola Kalinic
  Duvan Zapata
  Leonardo Pavoletti
  Gonzalo Higuain
  Altro

TMW Mob
Serie D

Taranto, gli ultras contestano e Zelatore offre il club ad 1 euro

27.07.2017 13:35 di Stefano Sica   articolo letto 4529 volte
© foto di Luca Marchesini/TuttoLegaPro.com

Forse solo una provocazione per reagire alle contestazioni o magari una reale volontà di disimpegnarsi: da ieri il Taranto è in vendita al costo simbolico di un euro. Questa la comunicazione diffusa dal club jonico attraverso una nota ufficiale nelle quale si spiega che "gli eventuali soggetti interessati a rilevare il 90% delle quote societarie, dovranno contattare i soci Zelatore e Bongiovanni entro e non oltre le ore 13.00 del 6 agosto 2017". "Elisabetta Zelatore ed Antonio Bongiovanni - continua la nota - preso atto del perdurare del clima di mancanza di fiducia nei loro confronti da parte di alcune variegate espressioni dei tifosi tarantini, ritenendo avviato positivamente il percorso di normalità per garantire la prosecuzione del calcio a Taranto scongiurando in tal modo e, responsabilmente, il pericolo di stagioni estive connotate calcisticamente da precarietà e crisi societarie annuali, ricorrenti fino al luglio 2015, comunicano che è loro intendimento disimpegnarsi dalla gestione del Taranto FC 1927 srl qualora si proponesse un soggetto interessato credibile, in grado di presentare reali e certe garanzie morali e di solvibilità economica a mezzo di fideiussione bancaria".
Qualche ora prima, gli ultras della Curva Nord avevano diffuso un comunicato nel quale si rendeva nota la volontà di disertare le gare interne dei rossoblù fino a quando "il duo Bongiovanni-Zelatore sarà a capo dell'attuale società. La nostra maglia e la nostra storia meritano rispetto. L'amaro finale lo conosciamo: figure imbarazzanti in ogni partita e maglia disonorata in ogni dove. Nessuna parola o comunicato di scuse ai tifosi e alla città. Per non parlare del recente e solito spettacolo da circo durante le conferenze stampa dove le colpe della retrocessione sono state addirittura attribuite ai presunti giocatori "Schettino" a cospetto degli "eroi" appena arrivati. Siamo davvero stanchi di tutte queste pagliacciate. Avevamo avuto sempre le nostre perplessità dinanzi a tanto dilettantismo gestionale, ma per amore di questi colori e con la speranza del raggiungimento dell'obiettivo minimo della salvezza, siamo stati fin troppo pazienti anche quando le situazioni non lo permettevano. Abbiamo evitato, finché si è potuto, ogni tipo di contestazione. Non volevamo rompere subito questo "giocattolo", speranzosi che prima o poi qualcosa sarebbe cambiato per il raggiungimento di una tranquilla salvezza che di certo era alla nostra portata. Anche questa volta purtroppo non ci sbagliavamo".
Un braccio di ferro infinito quello messo in atto tra la proprietà e il tifo rossoblù. Iniziato non molto tempo dopo l'aggressione maturata nel post Messina ai danni di Altobello, Maurantonio e Stendardo, e culminato con la contestazione esplosa nel corso del recupero con la Paganese, quando oramai il duo Zelatore-Bongiovanni aveva deciso di non presenziare più alle partite interne del Taranto. Ieri l'ennesimo capitolo di questa sfida, con un epilogo tutto da decifrare.


TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie Serie D
Altre notizie
Telegram
CANALI TMW
CANALI TMW SQUADRE
ALTRI CANALI TMW
TMW RADIO - Ceccarini: "Cagliari, c'è anche Beretta per la panchina" Ore calde in casa Cagliari. Dopo l'esonero di Rastelli, la società sarda sta scegliendo a chi affidare la panchina rossoblù....
19 ottobre 2002, il gol-non gol di Toldo salva l'Inter nel derby d'Italia Il 19 ottobre 2002 va in scena il derby d'Italia Inter-Juventus, partita più accesa che mai dopo il rocambolesco finale della stagione...
TMW RADIO - I Collovoti: "9 a Icardi. Dybala e Higuain bocciati, 4" Torna l'appuntamento con ' I Collovoti' di Fulvio Collovati, che su 'TMWRadio' commenta la giornata di campionato appena...
#NES-tweet - #Calcio - #Napoli prima forza d'Italia. Subito dopo, vedo la #Lazio, prima di #Inter e #Juventus, per una supremazia non di individualità, ma di equilibrio. NES-tweet Da lunedì 24 luglio 2017, attuo una sinergia fra tuttomercatoweb.com, Facebook (NESTI Channel in www.carlonesti.it) e...
L'altra metà di ...Manuel Pucciarelli L'attaccante del Chievo Verona Manuel Pucciarelli e la bella fidanzata Roberta Marino si sono conosciuti circa 3 anni...
Fantacalcio, COME CAMBIA FANTACALCISTICAMENTE...IL CAGLIARI Dopo 28 mesi di fila sulla panchina rossoblù, Massimo Rastelli non è più l'allenatore del Cagliari. Le quattro sconfitte di fila, arrivate in casa contro...
Ecco le prime pagine dei quotidiani sportivi di oggi 19 ottobre 2017

Ecco le prime pagine dei quotidiani sportivi di oggi giovedì 19 ottobre 2017.

   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510   
Utilizzo dei Cookie
CHIUDI
Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo
memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo.
Clicca qui per maggiori informazioni.