HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
TUTTOmercatoWEB.com: notizie di calcio e calciomercato
 
SONDAGGIO
La Juventus non ha confermato Allegri: siete d'accordo?
  Si, il ciclo Allegri s'è esaurito
  No, bisognava andare avanti con Allegri

La Giovane Italia
Editoriale

Le parole di Totti rivoluzionano la Roma: Conte cambierebbe tutto, i big sarebbero pronti a restare e con la Juve ci sono già ipotesi affascinanti di mercato. Il valzer dei ds: estate di rivoluzioni. Occhio al ritorno di Mourinho

Nato a Firenze il 5 maggio del 1985, è caporedattore di Tuttomercatoweb.com. Già firma de Il Messaggero e de La Nazione, è stato conduttore di Radio Sportiva ed è ora voce di Radio Montecarlo Sport.
28.04.2019 08:07 di Marco Conterio  Twitter:    articolo letto 65415 volte

La convinzione che non c'è, fino in fondo, in Andrea Agnelli, di tornare al vecchio amore Antonio Conte, è stata uno dei fattori che ha portato la Juventus a desistere nella corsa a un nuovo allenatore. Fiducia in Massimiliano Allegri, chi ringrazia è la Roma. Le parole di ieri, dopo il rotondo e poco sudato successo contro il Cagliari, di Claudio Ranieri e soprattutto di Francesco Totti, sembrano andare in questa direzione. "Per uno come Conte è giusto fare follie", è il riassunto del Pupone pensiero, e questo lascia presagire che la trattativa sia ben indirizzata. L'arrivo dell'ex commissario tecnico potrebbe dare nuova vita e un nuovo impulso alla società capitolina. Prendete Kostas Manolas: chi lo conosce bene spiffera che il greco avrebbe chiesto a Raiola, suo nuovo agente, di congelare le proposte e le offerte. "Se dovesse venire Conte...". Sembra che lo stesso abbia fatto Edin Dzeko, che già si stava guardando intorno, che l'allenatore pugliese voleva già al Chelsea. Per inciso: visto il mancato riscatto da parte dei Blues, la delusione al Milan, Gonzalo Higuain rientrerà alla Juventus e tra le chiacchiere di radiomercato c'è anche quella di un tavolo di trattativa allargato, pronto per essere apparecchiato, tra Fabio Paratici e... Gianluca Petrachi. Che volerà presto a Boston, con ottimi risultati recenti e buoni uffici nel trasferimento a Roma, per definire quello che sembra un altro passaggio scritto. Al tavolo, giusto per mettere tutti i dettagli, oltre al nome del Pipita per Conte (i protagonisti sono tutti condizionali ma è un'ipotesi già al vaglio) ci sarebbe anche il viaggio opposto per Nicolò Zaniolo.

Il valzer degli allenatori è già nel pieno. Chiaro, prima quello dei direttori sportivi, che sono quelli che scelgono i tecnici (solitamente). In A può cambiare qualcosa alla Lazio, con una figura al fianco del confermato Igli Tare. Piero Ausilio era tra i papabili per la Roma ma sta lavorando per la prossima stagione all'Inter con Giuseppe Marotta (ma servirà certamente una netta divisione dei ruoli e maggior chiarezza come con Fabio Paratici). Detto della Roma, Leonardo dovrebbe essere confermato anche se l'eventualità della mancata Champions dovrebbe far alzare le antenne a tutti. A Firenze, adesso, Pantaleo Corvino è al centro delle discussioni: Diego Della Valle lo ha scelto personalmente come ha fatto però anche con Vincenzo Montella. Se ne andrà certamente Carlos Freitas mentre al Torino sarà promosso Massimo Bava come direttore sportivo, al suo fianco magari un dg d'esperienza di prima squadra (tra le ipotesi anche Daniele Pradè, ora a Udine, oltre a Riccardo Pecini che saluterà Empoli). A Bologna dovrebbe arrivare Walter Sabatini, magari proprio con Ricky Massara dalla Roma, mentre alla Sampdoria nulla è certo: la proprietà che verrà potrebbe confermare Carlo Osti ma cambiare le altre stanze dei bottoni, tutto invariato se resterà Massimo Ferrero.

Eccoci, dunque, a quel che accadrà con le panchine. Luciano Spalletti viaggia verso la conferma, con la Champions sì, ma anche per questione di costi. Chi dovrebbe salutare è invece Gennaro Gattuso, il cui rapporto con Leonardo resta non idilliaco. Resta una delle alternative per la Roma, Ringhio, al suo posto... E' presto per dirlo. Sì, perché la Champions è conditio sine qua non anche per il progetto che verrà: ci sono stati contatti un po' per tutti. Da Maurizio Sarri a Simone Inzaghi. Da Eusebio Di Francesco a Leonardo Jardim. Da Unai Emery ad Antonio Conte. Da Gian Piero Gasperini a Roberto De Zerbi. Il Milan si tiene aperto tutte le porte e ipotesi, per non farsi trovare impreparato in ogni opportunità e caso. E José Mourinho? Col pedigree da interista, sarebbe certamente complicato vederlo in rossonero, anche se dallo Special One è lecito attendersi di tutto. La possibilità più concreta, però, per vedere il ritorno del portoghese, è la Francia. Mendes vorrebbe allungare l'orizzonte anche sul Lione, Mou sarebbe la pedina più importante per spalancare Fort Aulas. E al Paris Saint-Germain? Lì il ds Antero dovrebbe guadagnarsi la conferma e convincere l'emiro, insieme ad Al-Khelaifi, a sostituire Tuchel con Mou. Che lo ha detto, fino alla nausea. Tornerà.


TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Juve: per la panchina si sceglie tra Inzaghi e “il piano-Ronaldo” (due nomi). Inter: il contatto Marotta-Conte e l’orgoglio… a un passo dall’Abisso. Milan: il destino all’opposto di Gattuso. Allegri: il futuro non sarà al Bayern… 21.05 - Buondì. Diciamo alcune cose veloci. Facciamo una dozzina al massimo. 1) La serie A si ritrova con l’ultima giornata più bella da un sacco di tempo a questa parte e non sa nemmeno lei come ha fatto. Parliamoci chiaro: è più “colpa” che “merito” dei club coinvolti. 2) La Fiorentina...

Editoriale DI: Michele Criscitiello

Juve-Allegri: giusto l'addio. Alternative poche e confuse. Paratici-Inzaghi: ecco luogo e data dell'incontro. Caos serie B: vigliaccata al Palermo. Mercato, bravo Gravina. E Totti... 20.05 - Tra tre ore ho il volo per tornare a Milano. Vi scrivo da un Hotel di Londra, poche ore dopo aver visto il vero calcio. Ho pensato, nelle ultime ore, cento volte se davvero in Italia siamo convinti che quello nostro sia calcio. Sono stato a Wembley, sono stato ospite della finale...

Editoriale DI: Marco Conterio

Cosa c'è dietro l'addio di Allegri e nel futuro della panchina della Juventus. Anche se Zidane ha 'rovinato' i piani di Agnelli: tutto sui nuovi sogni e sui nomi della dirigenza 19.05 - Quel che è arrivato a parole ieri, ad Amsterdam, allo Stadium, non c'è stato nei fatti. L'appoggio costante a Massimiliano Allegri che negli ultimi giorni di vita bianconera sembrava un uomo solo al comando di una nave già in porto. Solo che la sua Juventus era un Titanic arrugginito,...

Editoriale DI: Niccolò Ceccarini

Napoli, Giuntoli insiste per Trippier e Lozano. Per la fascia sinistra occhio a Theo Hernandez, difficilissimo Grimaldo. Il Milan su Saint Maximin del Nizza. Sarri può lasciare il Chelsea, è il primo nome per il post Gattuso 18.05 - Il mercato del Napoli comincia a delinearsi. Saranno almeno 3 gli acquisti, uno per reparto. Un esterno difensivo, un centrocampista e una punta esterna. Ormai gli identikit cominciano ad essere abbastanza chiari. Per la difesa si continua a spingere per Trippier del Tottenham, ma...

Editoriale DI: Enzo Bucchioni

Allegri non è convinto, ma la Juve non trova alternative forti. Il Milan ha le mani su Sarri. Gattuso alla Samp, Lampard al Chelsea. Gasp alla Roma, Inzaghi a Bergamo, De Zerbi alla Lazio. Montella già in discussione, si pensa a Giampaolo 17.05 - Il grande giro degli allenatori sta per cominciare, come in un grande puzzle i pezzi stanno andando al posto giusto. Cominciamo dalla Juve. Due giorni di confronto non sono bastati per prendere una decisione, Agnelli e Allegri si rivedranno oggi. Come andrà a finire? Allegri resta...

Editoriale DI: Luca Marchetti

La cena di Allegri e la serata di Simone Inzaghi 16.05 - Una serata particolare: un occhio alla partita, la finale di coppa Italia, i sogni inseguiti dall’Atalanta e realizzati dalla Lazio. Un altro al telefonino per capire se e cosa succedeva fra Agnelli e Allegri in questo incontro pieno di cortine fumogene, per evitare addirittura che...

Editoriale DI: Tancredi Palmeri

Occhio a Spalletti: tentativo disperato per rimanere all’Inter, cambia le alleanze, e c’è stato quel colloquio prima del Chievo… Agnelli vuole convincere Guardiola con l’aiuto dell’Uefa. Roma: ecco l’alternativa straniera Fonseca 15.05 - Non è finita, finché non è finita. Questo deve avere pensato Luciano Spalletti negli ultimi giorni, in piena modalità John Belushi. E non pensando tanto alla lotta Champions, che è solo una delle due partite che si sta giocando, forse la più semplice. Perché Luciano sa che se entrerà...

Editoriale DI: Fabrizio Biasin

Juve: Allegri, i pretendenti al “trono” e l’incontro “nelle prossime ore”. Inter: Conte, Oriali e due mesi di parole. Milan: la colpa di Gattuso. Roma: Gasp in avvicinamento 14.05 - Buongiorno e buonasera a tutti, la parola d’ordine di oggi è “nelle prossime ore”. “Nelle prossime ore” è il salvacondotto che permette a tutti noi di non sbagliare mai. Quando si incontrano Allegri e Agnelli? Nelle prossime ore. E intanto tutti noi diventiamo sempre più vecchi....

Editoriale DI: Michele Criscitiello

Montella, tranquillo. Lucci ti premierà con il Real. Non voglio scriverlo: Raiola ha ragione! Lecce, quando vince la meritocrazia. Foggia, la retrocessione della società. La Crema della D: i Conti...ni tornano 13.05 - Che strazio il campionato finito con così largo anticipo. Anche Roma-Juventus diventa inguardabile. Perché se è vero che lo spettacolo non manca, quando giocano due grandi squadre, è anche vero che il calcio non è il cinema e senza l'assillo del risultato non c'è pathos. Quest'anno...

Editoriale DI: Andrea Losapio

Kolossal panchine: Agnelli voleva Zidane e Guardiola, si accontenterà di qualcun altro. Conte aspettava una super big, chissà se potrà diventarlo l'Inter 12.05 - È stata una settimana complicata. Di voci, incontri segreti e pochi fatti. Ma ci si avvicina al finale, come in Game of Thrones, dove tutto dovrà andare a posto o quasi. Le settimane passate possono essere le stagioni di una serie tv, partendo dall'addio di Zinedine Zidane al Real...
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510