Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliariempolifiorentinafrosinonegenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliromasalernitanasassuolotorinoudinese
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenalatinalivornonocerinapalermoparmaperugiapescarapordenonepotenzaregginasampdoriaternanaturrisvenezia
Altri canali serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta
tmw / empoli / I fatti del giorno
Il Cagliari gioisce lontano dalla Sardegna, l'Empoli recrimina: al Castellani fa festa RanieriTUTTO mercato WEB
© foto di www.imagephotoagency.it
lunedì 4 marzo 2024, 00:39I fatti del giorno
di Simone Bernabei

Il Cagliari gioisce lontano dalla Sardegna, l'Empoli recrimina: al Castellani fa festa Ranieri

Sfida intensa, fisica, tirata fino all'ultimo minuto, quella che si è giocata al Castellani fra Empoli e Cagliari. Il risultato finale, 0-1, alla fine premia gli uomini di Claudio Ranieri, con Jakub Jankto autore del gol decisivo a metà del secondo tempo. Una prestazione quadrata e di sacrificio quella dei sardi che hanno retto ai tanti attacchi dei padroni di casa, spesso e volentieri sterili davanti alla porta di Scuffet. Un successo, il primo lontano dalla Sardegna, che regala ossigeno al Cagliari. Dall'altra parte solo una battuta d'arresto per l'Empoli dopo gli ottimi ultimi risultati, con la squadra che in campo è comunque sembrata viva e sul pezzo nonostante la sconfitta.

Soddisfatto, inevitabilmente, Claudio Ranieri al termine della sfida: ""E' stata una partita di sofferenza, in alcuni momenti della gara eravamo troppo larghi e questo non va bene. Stiamo lavorando per correggere anche questi aspetti. Tuttavia dobbiamo tener presente che abbiamo affrontato un avversario forte, in forma, ben allenato, che era reduce da risultati positivi e che sta per tirarsi fuori da questa situazione. La nostra forza è quella di sentire dentro di noi la serie B, nel ricordo di quello che abbiamo dovuto fare l'anno scorso per tornare in A. La squadra ha saputo soffrire, ci siamo ricompattati, davanti c'era solo Lapadula anche a causa delle assenze per infortunio".


Umore opposto invece per Davide Nicola, che recrimina alla luce di quanto creato dalla sua squadra: ""Sicuramente è una sconfitta che dispiace, soprattutto per i ragazzi. Per 70 minuti ho visto una squadra accorta, ben messa in campo, vicina al gol in diverse occasioni. Cambiaghi può migliorare, ma ha fatto molte cose buone. Destro non è ancora al top dal punto di vista fisico, ma servivano le sue caratteristiche per provare a creare problemi all'avversario. Non commento le situazioni arbitrali, mi soffermo su una gara che si è chiusa con un risultato negativo. Tuttavia credo che sarebbe stato sacrosanto portare a casa almeno un punto per quelle che sono state le situazioni prodotte".