Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroFormazioniRisultati
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A AtalantaBolognaBresciaCagliariFiorentinaGenoaHellas VeronaInterJuventusLazioLecceMilanNapoliParmaRomaSampdoriaSassuoloSpalTorinoUdinese
Canali altre squadre AkragasAlessandriaAscoliAvellinoBariBeneventoCasertanaCataniaCatanzaroCesenaChievoFidelis AndriaGiana ErminioJuve StabiaLatinaLivornoNocerinaPalermoPerugiaPescaraPisaPordenonePotenzaRegginaSalernitanaSienaTernanaTrapaniTurrisVenezia
Altri canali Serie BSerie CChampions LeagueFantacalcioNazionali

Da Pioli a Rangnick, l'obiettivo Scudetto e il futuro, suo e del Milan: Ibrahimovic a 360°

Da Pioli a Rangnick, l'obiettivo Scudetto e il futuro, suo e del Milan: Ibrahimovic a 360°TUTTOmercatoWEB.com
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
sabato 11 luglio 2020 00:49I fatti del giorno
di Simone Bernabei

Zlatan Ibrahimovic ha parlato. E le sue dichiarazioni hanno fatto rumore eccome. Schiettezza e pochi peli sulla lingua, già da ieri mattina sono arrivati i primi lanci e i primi titoli. A cominciare proprio da Ralf Rangnick, manager designato del Milan del futuro. Peccato solo che Ibrahimovic non conosca The Professor. E neppure i progetti futuri della dirigenza: "Al Milan non si sa nulla del futuro adesso. Giochiamo e finiamo meglio possibile poi vediamo", spiega lo svedese. Quel che sa, Ibra, è ciò a cui non vuole andare incontro: "Voglio vedere il Milan lottare per il primo posto, giocare in Champions e avere i campioni in squadra", ha ammesso chiaramente parlando del suo futuro.

Proprio il tema legato alla possibile permanenza è ovviamente tratto distintivo di tutte le interviste delle scorse ore: "Difficile vedermi ancora al Milan il prossimo anno", spiega Ibra prima di legare comunque il tutto alla progettualità che la società gli metterà eventualmente davanti. Anche perché se dovesse restare lo farà solo e soltanto con un obiettivo in mente: "Se ero qua dal primo giorno, sicuro vincevamo lo Scudetto. Se sarò qua l'anno prossimo dal primo giorno, sicuro vinceremo". Mai banale, al solito.

In chiusura, una carezza importante a mister Stefano Pioli: "Pioli per me è un signore perché non è facile lavorare in questa situazione come sta facendo lui, però la squadra è dietro di lui. Pioli è molto simile ad Allegri, se avesse avuto la squadra di Allegri sono sicuro al 200% che avrebbe vinto lo scudetto facilmente". Un endorsement importante nei confronti dell'attuale tecnico e del suo lavoro, non solo legato al successo sulla Juventus. Che in parte va contro il futuro arrivo di Ralf Rangnick. Ma in fondo, a Ibra interessa il presente. E come detto, Rangnick neanche lo conosce (ancora).

CLICCA QUI per le parole di Ibrahimovic a Sky
CLICCA QUI per le parole di Ibrahimovic alla Rai
CLICCA QUI per le parole di Ibrahimovic a Mediaset

TUTTOmercatoWEB.com: notizie di calcio e calciomercato
Editor: TC&C srl web content publisher since 1994
Testata giornalistica Aut.Trib.di Arezzo n. 13/05 del 10/11/2005
Direttore Responsabile: Michele Criscitiello

Iscritto al Registro Operatori di Comunicazione n. 18246
Aut. Lega Calcio Serie A e Serie B num. 53

Copyright © 2000-2020 - TUTTOmercatoWEB.com ®
Tutti i diritti riservati

P.IVA 01488100510

TMW Radio
TMW News
TMW Magazine
TMW Mob Calcio 2000