HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
TUTTOmercatoWEB.com: notizie di calcio e calciomercato
 
SONDAGGIO
Come finirà il derby di Milano?
  Vincerà l'Inter
  Finirà in pari
  Vincerà il Milan

La Giovane Italia
La Giovane Italia

Alessandro Tripaldelli, sguardo al futuro dopo il rilancio Mondiale

La Giovane Italia vi porta alla scoperta dei nuovi talenti del calcio italiano, raccontandovi ogni giorno, alle 8:45, le storie dei giovani di casa nostra e dei club che scommettono su di loro
02.07.2019 08:45 di La Giovane Italia   articolo letto 6733 volte

Traffico sulla corsia sinistra in casa Sassuolo, con l’arrivo di Marco Sala nell’ambito della trattativa che ha portato Stefano Sensi all’Inter che ha ulteriormente congestionato la casella dei terzini sinistri di piede mancino presenti nella rosa di mister De Zerbi. Tra i giovani che scalpitano per prendersi un posto al sole nelle rotazioni neroverdi c’è Alessandro Tripaldelli, che con un Mondiale Under 20 giocato da grande protagonista ha rilanciato prepotentemente le sue quotazioni, riscattando un’annata con più ombre che luci.

Atterraggio complicato - Il mancino classe ’99, nato a Napoli ma cresciuto nel vivaio della Juventus dopo essersi fatto notare con la maglia della Damiano Promotion (società dalla quale è passato anche Danilo D’Ambrosio), è arrivato a Sassuolo la scorsa estate, dopo essere stato acquistato dal club del patron Squinzi nel gennaio 2018. La stagione da poco conclusa è stata quella del salto nel calcio professionistico, con un atterraggio che però si è rivelato ben più duro del previsto. Accasatosi inizialmente allo Zwolle (insieme Gianluca Scamacca, compagno di squadra anche nel Sassuolo e nelle varie nazionali giovanili), Tripaldelli ha totalizzato due presenze nel massimo campionato olandese e una manciata di apparizioni con la squadra B. Rientrato in Italia nel mercato di gennaio, il giovane terzino è passato al Crotone, ma anche in Calabria il fatturato non è migliorato più di tanto. Per lui soltanto tre presenze nel campionato di Serie B, per una stagione non esaltante che però si è conclusa con un lampo azzurro che fa ben sperare per il futuro.

Rilancio Mondiale - Già, perché Tripaldelli è stato tra i protagonisti della spedizione dell’Italia Under 20 al Mondiale in Polonia, concluso con il quarto posto finale. Alessandro è stato schierato titolare in tutte e sette le gare disputate dalla squadra allenata dal c.t. Nicolato, con un rendimento degno di nota che ha confermato le buone qualità mostrate durante tutta la trafila nel vivaio della Juventus. Laterale sinistro che fa dell’affidabilità uno dei suoi punti di forza, Tripaldelli può giocare sia da quarto di difesa che da quinto di centrocampo, posizione nella quale si è brillantemente disimpegnato nel corso della rassegna iridata polacca. L’ottima tecnica e un sinistro molto educato lo rendono sempre pericoloso quando riesce a spingersi nella trequarti avversaria, per andare al cross o cercare la progressione palla al piede. Può crescere ulteriormente in fase difensiva, anche se riesce a mettersi in evidenza con recuperi importanti, resi possibili da una resistenza organica superiore alla media e dalla facilità di corsa che gli consentono di rimontare da dietro il diretto avversario. L’umiltà che lo ha sempre spinto a lavorare per migliorarsi è una garanzia per il domani della sua carriera, con l’esperienza in Olanda che lo ha maturato ulteriormente sotto tutti i punti di vista. Le strade per il futuro sono molteplici: sul suo conto si registra l’interesse dei club di Serie B italiani (con lo Spezia alla finestra) e stranieri (sembra essere spuntata una pista che porterebbe al Brentford, squadra di Championship inglese), ma non è da escludere una permanenza a Sassuolo. Mister De Zerbi lo valuterà nel ritiro di Vipiteno, per poi decidere se dargli una chance oppure se farlo crescere in prestito. E pensare che, anziché sulla fascia sinistra, Tripaldelli avrebbe potuto sfrecciare nella corsia di una piscina: il suo primo amore è stato il nuoto, ma poi il calcio ha messo la freccia e lo ha portato a un passo dalla consacrazione da professionista. Il Sassuolo studia il da farsi, la Juventus vigilia alla luce del diritto di recompra che si è garantita sul ragazzo. Adesso tocca a Alessandro: una stagione per il definitivo salto di qualità, sull’onda di un Mondiale che lo ha visto di nuovo protagonista.


TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie La Giovane Italia

Primo piano

...con Zenga Inter sottotono in Champions League, ma l’obiettivo per i nerazzurri è guardare avanti. “Come ha detto Antonio la prestazione non è stata quella che si aspettavano tutti. Ma non è una prestazione negativa che può condizionare quanto di buono è stato fatto fin adesso”, dice a TuttoMercatoWeb...
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510