Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliaricomoempolifiorentinagenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliparmaromatorinoudinesevenezia
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenafrosinonelatinalivornonocerinapalermoperugiapescarapordenonepotenzaregginasalernitanasampdoriasassuoloternanaturris
Altri canali euro 2024serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta

Stasera Atalanta-Marsiglia. Ghisoni: "Ciò che manca alla Dea è arrivare a un trofeo"

Stasera Atalanta-Marsiglia. Ghisoni: "Ciò che manca alla Dea è arrivare a un trofeo"TUTTO mercato WEB
© foto di www.imagephotoagency.it
giovedì 9 maggio 2024, 09:30La Giovane Italia
di La Giovane Italia
Il direttore de La Giovane Italia è stato ospite a Maracanà per approfondire alcune tra le tematiche principali del momento.

Durante una delle scorse puntate di Maracanà, il direttore de La Giovane Italia Paolo Ghisoni è stato ospite per parlare delle principali tematiche relative alla Serie A e al calcio giovanile.

L'Atalanta scende in campo questa sera per affrontare il Marsiglia nella gara di ritorno di Europa League e conquistare una finale storica per il club. Stefano Impallomeni, co-conduttore della trasmissione insieme a Marco Piccari, ha voluto sottolineare come i francesi siano avversari pericolosi, da non sottovalutare, perchè con le loro qualità possono sorprendere la difesa nerazzurra. Ecco il pensiero di Ghisoni: "Io sono d’accordo con Stefano: l'Atalanta è una squadra che ha delle distrazioni, perchè nel processo di Gasperini a Bergamo abbiamo visto una squadra spesso giocare sull’uomo, avere una solidità difensiva che poi non si tramutava in qualcosa di offensivo, in maniera continuativa. Però, se guardiamo i risultati e l'atteggiamento, si tratta di un processo "europeizzazione" che porta a fare, a livello stimoli, dei ragionamenti. Ciò che manca all’Atalanta adesso, e la trasposizione è abbastanza evidente nella volontà di Gasperini, è arrivare a un trofeo: se sarà l'Europa League meglio ancora, ma anche l'eventuale vittoria della Coppa Italia andrà comunque bene".

"Va sottolineata anche la gestione di una rosa che non è propriamente all’altezza di altre big in alcuni settori - ha proseguito il direttore nel suo intervento - Vedi in difesa: se perde pezzi come Ruggeri, Kolasinac, non ci sono rincalzi che possono dare continuità. Lo stesso discorso vale a centrocampo, davanti Gasperini l’ha costruita talmente da avere delle alternative che poi guardi... e ha giocato spesso con De Ketelaere da falso nove, Koopmeiners che ha fatto una stagione incredibile, ma avevi fuori Lookman, Scamacca e altri giocatori che normalmente potevano dare un’impronta più offensiva. Credo sia ancora alla ricerca del giusto equilibrio, sembra un paradosso perchè è in fondo a tutte le competizioni, ma io la penso così. Manca qualcosa dietro e quindi sono d’accordo sul fatto che il Marsiglia può fare male stasera. Però ripeto: la Dea è in corsa per tutti gli obiettivi che si è prefissata. Oggettivamente cosa si può dire Gasperini? Niente".

Primo piano
TMW Radio Sport
Serie A
Serie B
Serie C
Calcio femminile