Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroQatar 2022FormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacremoneseempolifiorentinahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliromasalernitanasampdoriasassuolospeziatorinoudinese
Canali altre squadre alessandriaascoliavellinobaribeneventobresciacagliaricasertanacesenafrosinonegenoalatinalivornonocerinapalermoparmaperugiapescarapordenonepotenzaregginaternanaturrisvenezia
Altri canali serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionaliesportsstatistichestazione di sosta
tmw / roma / Cambio Campo
Cambio Campo - Espina: "Al Betis piace avere il possesso del pallone, in fase difensiva va in difficoltà. La Roma è favorita"TUTTOmercatoWEB.com
© foto di Federico Titone
giovedì 6 ottobre 2022, 18:55Cambio Campo
di Emiliano Tomasini
per Vocegiallorossa.it
fonte Redazione Vocegiallorossa - Emiliano Tomasini

Cambio Campo - Espina: "Al Betis piace avere il possesso del pallone, in fase difensiva va in difficoltà....

Torna l'appuntamento con "Cambio Campo", la rubrica di Vocegiallorossa.it nella quale, prima di ogni partita della Roma, vi proponiamo un'intervista ad un giornalista che segue la squadra avversaria.

L’ospite di oggi è Josè Antonio Espina di AS, con il quale abbiamo parlato di Roma-Real Betis.

Un buon inizio di campionato e ottimo in Europa League, quali sono gli obiettivi del Betis per questa stagione?
“Per la Liga l’obiettivo è qualificarsi alle coppe europee. Proveranno ad andare in Champions, ma sanno che è molto dura. In Europa League si proverà ad andare più avanti possibile, sicuramente superare i gironi è l’obiettivo minimo. Il club ha delle difficoltà economiche, quindi qualificarsi in Europa è sempre molto importante”.

Che stile di calcio gioca il Betis? Quali sono i punti di forza e quelli deboli?
“Il Betis ha uno stile di gioco offensivo. Quest’anno la squadra sta giocando peggio dell’anno scorso, ma stanno provando a migliorare. È una squadra a cui piace avere il possesso della palla e sfruttare le fasce. È un modo propositivo di giocare a calcio. Quando il Betis ha la palla gioca bene, ma soffre molto in fase difensiva. Quando la squadra avversaria ha il possesso del pallone, il Betis va in grande difficoltà”.

Quanto è importante Joaquin per il club e per i tifosi?
“Joaquin è uno dei giocatori più forti della storia del Betis e probabilmente il più importante. È l’unico giocatore che ha vinto due trofei con la maglia del Betis, nel 2005 e nel 2022. È più che un simbolo, è importante come giocatore ma anche fuori dal campo, è una figura davvero carismatica. I tifosi ovviamente lo amano e lo ameranno per sempre”.

Che partita ti aspetti? Come pensi si affronteranno tatticamente le due squadre?
“Pellegrini proverà a fare del suo meglio, a schierare la miglior formazione possibile. Io però penso che se la Roma giocherà al suo meglio ha tutte le carte in regola per vincere. Penso sarà una bella partita, saranno decisive le individualità della Roma. A livello di singoli la Roma è sicuramente più forte, se giocatori come Dybala sono in partita sarà molto dura per il Betis. Per me quindi la Roma è favorita”.