HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
  HOME tmw » roma » Serie A
Cerca
Sondaggio TMW
Serie A, le panchine iniziano a scottare: chi subirà il primo esonero?
  Gian Piero Gasperini (Atalanta)
  Sinisa Mihajlovic (Bologna)
  Eugenio Corini (Brescia)
  Rolando Maran (Cagliari)
  Vincenzo Montella (Fiorentina)
  Aurelio Andreazzoli (Genoa)
  Ivan Juric (Hellas Verona)
  Antonio Conte (Inter)
  Maurizio Sarri (Juventus)
  Simone Inzaghi (Lazio)
  Fabio Liverani (Lecce)
  Marco Giampaolo (Milan)
  Carlo Ancelotti (Napoli)
  Roberto D'Aversa (Parma)
  Paulo Fonseca (Roma)
  Eusebio Di Francesco (Sampdoria)
  Roberto De Zerbi (Sassuolo)
  Leonardo Semplici (SPAL)
  Walter Mazzarri (Torino)
  Igor Tudor (Udinese)

Roma, dalla lotta agli infortuni alle giovanili: il vento nuovo di Trigoria

12.09.2019 08:30 di Dario Marchetti    articolo letto 2577 volte
Roma, dalla lotta agli infortuni alle giovanili: il vento nuovo di Trigoria
“C’è un vento nuovo a Trigoria” parola di Gianluca Petrachi. Dichiarazioni arrivate durante la presentazione di Mkhitaryan e servite per convincere Dzeko a rinnovare dopo un’annata fallimentare sotto tanti punti di vista. La Roma, giunta alla nona stagione con la proprietà americana, è al suo anno zero. “Sto cercando di fare una mini rivoluzione” ha detto il diesse e non intendeva solo sul calciomercato e nella guida tecnica della squadra.
INFORTUNI - Il primo errore da non ripetere è sotto il profilo atletico. I 50 infortuni muscolari dello scorso anno e i 4 di questo avvio di stagione hanno acceso più di un campanello d’allarme. “Esiste la casualità” ha giurato Petrachi in riferimento a Zappacosta, ma anche l’ex Toro è in cerca di risposte. Lo staff, i fisioterapisti e i dottori sono tutti cambiati, a breve lo saranno anche i campi di Trigoria. I giocatori lamentavano un manto erboso troppo duro e il diesse ha immediatamente fatto partire i lavori sul campo principale per poi spostarsi sugli altri. Il lavoro in palestra è fondamentale e non deve essere eccessivo. Molti calciatori fanno uso di un personal trainer (Perotti, Pastore e Kluivert, in passato Schick e Nzozni) e Petrachi è convinto che lo staff della Roma sia sufficiente per garantire un’ottima preparazione e prevenire gli infortuni.
CODICE - A questo si abbina anche uno “statuto” interno in modo tale che tutti seguano delle linea guida. A partire da un uso più stringente dei social e fino al fortificare Trigoria in occasione degli allenamenti per evitare sguardi indiscreti. Sedute alle quali il diesse cerca di essere sempre presente e delle quali vuole essere informato quotidianamente quando non gli è possibile seguirle. L’aspetto comunicativo anche non va sottovalutato. Il dialogo giornaliero con calciatori e addetti ai lavori è fondamentale per instaurare rapporti basati su rispetto e sincerità. Tutto poi passa dalla cultura del lavoro e da qui si arriva anche ai menù personalizzati con diete costruite ad hoc per ogni giocatore.
GIOVANILI - Insomma la Roma vuole costruire una forma mentis nei propri tesserati che però non interessi solo la prima squadra, ma che parta dalle giovanili, settore per il quale De Sanctis ha ricevuto la delega. Il primo cambiamento è il salary-cap. Ogni ragazzo non potrà superare i 500 mila euro di stipendio e grande importanza verrà data anche allo studio. Chi farà registrare risultati negativi in ambito scolastico, farà assenze ingiustificate o terrà un comportamento scorretto pagherà sul campo di gioco e gli verrà negata la convocazione. Il tutto in pieno stile college americano. In quest’ottica rientra il Liceo Scientifico a indirizzo sportivo nato a Trigoria. Dunque le fondamenta sono state messe, ora dovranno seguire i risultati.

TUTTOmercatoWEB.com - Il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie Roma

Le più lette
Scarica l'app ufficiale del Canale
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510