Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroFormazioniRisultati
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A AtalantaBolognaBresciaCagliariFiorentinaGenoaHellas VeronaInterJuventusLazioLecceMilanNapoliParmaRomaSampdoriaSassuoloSpalTorinoUdinese
Canali altre squadre AkragasAlessandriaAscoliAvellinoBariBeneventoCasertanaCataniaCatanzaroCesenaChievoFidelis AndriaGiana ErminioJuve StabiaLatinaLivornoNocerinaPalermoPerugiaPescaraPisaPordenonePotenzaRegginaSalernitanaSienaTernanaTrapaniTurrisVenezia
Altri canali Serie BSerie CChampions LeagueFantacalcioNazionali
esclusiva

Bonetto sul prossimo mercato: "Situazione preoccupante, torniamo al 'baratto'"

ESCLUSIVA TMW - Bonetto sul prossimo mercato: "Situazione preoccupante, torniamo al 'baratto'"TUTTOmercatoWEB.com
© foto di Daniele Mascolo/PhotoViews
domenica 31 maggio 2020 19:00Serie A
di Marco Conterio

Agente di lungo corso nel mercato italiano, Marcello Bonetto racconta per Tuttomercatoweb.com quella che a suo avviso sarà la sessione estiva. "La situazione generale è preoccupante, è difficile essere ottimisti. In questo momento l'aria è di crisi. Non scordiamoci che a livelli alti il mercato è stato gonfiato anche da cifre poco ragionevoli in relazione ai bilanci effettivi".
Una tematica sotto la lente d'ingrandimento.
"L'ultimo trend avrebbe comunque fatto implodere il mercato. Non c'era un irradiamento verso il basso sulle categorie inferiori, che potesse giustificarne la convenienza. E' stato solo a livello di alte squadre europee, cifre alte e non gestite quotidianamente. Il punto interrogativo complessivo riguarda però tutto il continente".
E può diventare il mercato degli scambi.
"Regrediamo ai primordi dell'economia, al 'baratto'. Uso il termine provocatorio, però è più semplice questo che tirar fuori del vil denaro. Il vantaggio delle plusvalenze 'fittizie' è il poterle ammortare negli anni. Se il cambio fosse 10 a 10, non ci sarebbe importanza, il cambiamento bilancistico lo dà il fatto di poterli ammortare. Gli scambi potranno avere una base reale più vera: può essere un modo di dare novità e prezzemolo alle squadre senza andar a fare pagamenti che alcuni non possono permettersi".
Torniamo ai tempi degli scambi tra le milanesi.
"C'era stato un periodo in cui Inter e Milan si scambiavano spesso calciatori. Allora andavano male all'Inter... E' un rischio tecnico ma che affronti obtorto collo".
In tutto questo sembra esser poco attenzionato il mondo dei settori giovanili.
"Dietro c'è anche tutta una parte giovanile che faticava in Italia sulla valorizzazione effettiva. Chiudendosi presto i campionati, i club avranno anche difficoltà nel valutare la crescita dei ragazzi. Che succederà? Le Primavere hanno giocato poco. Chi mettere in addestramento? Chi sotto contratto? Chi lasciare liberi?".

© Riproduzione riservata
TUTTOmercatoWEB.com: notizie di calcio e calciomercato
Editor: TC&C srl web content publisher since 1994
Testata giornalistica Aut.Trib.di Arezzo n. 13/05 del 10/11/2005
Direttore Responsabile: Michele Criscitiello

Iscritto al Registro Operatori di Comunicazione n. 18246
Aut. Lega Calcio Serie A e Serie B num. 53

Copyright © 2000-2020 - TUTTOmercatoWEB.com ®
Tutti i diritti riservati

P.IVA 01488100510

TMW Radio
TMW News
TMW Magazine
TMW Mob Calcio 2000