HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
TUTTOmercatoWEB.com: notizie di calcio e calciomercato
 
SONDAGGIO
Corsa Scudetto: chi s'è rinforzato di più in difesa?
  L'Inter con l'esperienza di Diego Godin
  La Juventus con l'acquisto di De Ligt
  Il Napoli affiancando Manolas a Koulibaly

La Giovane Italia
Serie A

LIVE TMW - Hall of Fame - Allegri miglior allenatore: "Grazie ancora alla Juve"

20.05.2019 16:44 di Lorenzo Di Benedetto  Twitter:    articolo letto 28193 volte
Fonte: dai nostri inviati, Raimondo De Magistris e Lorenzo Marucci

16.44 - Cerimonia terminata - Termina qui la cerimonia di premiazione della Hall of Fame del calcio italiano.

16.42 - Premio Fair Play Davide Astori a Trocchia - Avanti con le premiazioni. Adesso è il turno del Premio Fair Play Davide Astori: a premiare è salito sul palco Renato Astori, padre del compianto ex capitano della Fiorentina, mentre il premio è stato consegnato a Igor Trocchia, per aver fatto abbandonare un torneo alla sua squadra dopo un'offesa razzista ricevuta da un suo calciatore.

16.40 - Parola a Mancini - Il commissario tecnico della Nazionale italiana Roberto Mancini è salito sul palco per consegnare il premio a Francesco Totti. Queste le sue parole sul prossimo Europeo del 2020: "L'Europeo? Speriamo di arrivare fino in fondo, sono troppi anni che l'Italia non vince questo trofeo. L'inaugurazione sarà a Roma e questo è uno stimolo in più. Aspettiamo i nostri giovani, hanno tanta qualità".

16.36 - Rizzoli: "Dobbiamo migliorare ma valuto l'annata positiva" - Nicola Rizzoli, dal palco, parla così del ruolo dell'arbitro e della stagione: "Il rispetto è un valore che ti deve insegnare la famiglia, un ragazzo si avvicina all'arbitraggio per curiosità e impara ad amarlo, le regole e rispetto. E' un valore importante per noi arbitri e che nel calcio c'è, a volte lo si dimentica e questa è una cosa che bisognerebbe imparare a non fare. Io dico "siate rispettosi" e se qualcuno se lo dimentica, voi non lo fate. Il VAR? Stiamo cercando di fare un percorso con l'AIA e la Lega cercando di essere più chiari e trasparenti possibile. Comunicare meglio, grazie alla struttura di Coverciano, è un altro obiettivo. Ci guadagna sicuramente anche la credibilità del gioco più bello del mondo. Il dialogo, se costruttivo, ha sempre portato a risultati positivi. La stagione? Dobbiamo migliorare ma valuto l'annata positiva, comunque sia è un anno di esperienza molto importante in cui abbiamo preso decisioni difficili in un campionato difficile sin dalla prima giornata. E' un campionato estremamente probatorio in cui abbiamo portato la nave in porto, anche se c'è da migliorare ancora tanto".

16.33 - Premiato Francesco Totti come 'Calciatori italiano' - Sale sul palco Francesco Totti per ricevere il premio. Queste le parole dell'ex capitano giallorosso: "Il mio obiettivo è sempre stato quello di divertirmi con il pallone tra i piedi. Fare il dirigente è meno divertente, sto capendo alcuni meccanismi. Io direttore tecnico? Valuteremo nei prossimi giorni, ancora non c'è niente di ufficiale. A volte ripenso all'ultima partita e alla festa per me. È stata la fine di una storia che speravo non finisse mai".

16.15 - Rizzoli premiato come miglior arbitro - Premio anche per il fischietto italiano Nicola Rizzoli, ora sul palco per parlare.

16.12 - Zanetti: "Inter e Milan grandi società" - Ho visto i miei genitori quanti sacrifici che facevano, l'umiltà e il sacrificio sono valori che mi accompagnerà sempre e che cerco di trasmettere ai miei figli. Rispetto ai tempi di Facchetti i tempi sono cambiati ma l'essenza non deve, cerchiamo di trasmettere questi valori alle nuove generazioni. Il calcio è cambiato tantissimo ma questi sono valori che vanno al di là di tutto. L'Inter? Come il Milan sono grandi società con grande storia, io ho avuto sempre grandissimo rispetto. E' stato per me un onore e un orgoglio affrontare i grandi campioni del Milan".

16.08 - Premiato Antonio Matarrese - Come dirigente italiano, premiato Antonio Matarrese, ex proprietario del Bari e storico dirigente del movimento italico.

16.01 - Premiato anche Javier Zanetti - Spazio anche al vice-presidente e bandiera dell'Inter, Javier Zanetti, che riceve il premio nella categoria calciatore straniero.

15.57 - Parla Antognoni - Dal palco della Hall of Fame, l'attuale club manager della Fiorentina Giancarlo Antognoni - premiato nella categoria 'veterano italiano' - ha avuto modo di parlare brevemente anche dell'attualità: "L'umiltà è sempre stata una mia caratteristica insegnata dai miei genitori. Umile sì ma non bischero come si dice in fiorentino. Mi è dispiaciuto molto per De Rossi perché le bandiere non vanno toccate ma tutelate. Ai tifosi viola dico che bisogna stare tranquilli fino a domenica ma sono certo che alla fine la Fiorentina riuscirà a salvarsi. Ci dispiace per questa situazione ma dobbiamo uscirci fuori il prima possibile".

15.55 - Ecco gli altri premi - E' il turno di Giancarlo Antognoni (categoria veterano italiano), seguito dai premi alla memoria per Amedeo Amadei e Gipo Viani. Premio Speciale invece a Gianni Brera.

15.40 - Milena Bertolini miglior calciatrice - Ecco il secondo riconoscimento della Hof 2019: Milena Bertolini, attuale ct della Nazionale di calcio femminile - riceve il premio di miglior calciatrice. Queste le sue parole dal palco: "La passione è stata alla base di tutto il movimento femminile per farlo crescere. Ora però il vento è cambiato e il Mondiale per noi è un traguardo importante dopo tanti anni. Il nostro obiettivo sarà quello di provare a passare il turno. Poi si vedrà, questo è il bello del calcio".

15.36 - Allegri ringrazia - Queste le parole di Allegri - premiato come miglior allenatore - dal palco della Hof: "Per raggiungere traguardi importanti nel calcio, come nella vita, serve coraggio e spensieratezza, senza mai abbandonare l'incoscienza, che deve sempre far parte di noi anche quando si cresce. Che cosa direi al mio successore sulla panchina della Juve? Consigli non posso darne, sicuramente chi entrerà al mio posto avrà una società forte alle spalle, che gli consentirà di proseguire un discorso vincente che è nel dna della Juventus. Lascio una squadra vincente che ancora deve vincere, sono felice per questi 5 anni straordinari che ho passato. E colgo l'occasione ancora una volta per ringraziare tutti".

15.28 - Premio ad Allegri - Ecco il primo riconoscimento della Hall of Fame 2019. Massimiliano Allegri - unico italiano ad aver vinto 5 scudetti di fila - viene premiato come miglior allenatore.

15.23 - L'introduzione di Gravina - Questa l'introduzione di Gabriele Gravina, direttamente dal palco della HoF: "Ringrazio il Sindaco di Firenze per aver ancora una volta voluto ospitare questa manifestazione. E grazie ai protagonisti della serata, che rappresentano il patrimonio della nostra Federazione e del nostro calcio. Un patrimonio anche di valori che abbiamo il dovere di tramandare ai nostri giovani".

15.16 - Inizia la cerimonia - Arrivato anche Francesco Totti, inizia la cerimonia. Il dirigente della Roma - come si vede nella foto in calce all'articolo - è seduto vicino ad Allegri e a Zanetti.

15.07 - Ecco Gravina, il ct Mancini e Allegri - In attesa dell'inizio della cerimonia, arrivano i grandi ospiti che saranno protagonisti della Hall of Fame. Fra questi, il presidente della FIGC Gabriele Gravina, il ct della Nazionale Roberto Mancini e il tecnico uscente della Juventus Massimiliano Allegri.

14.59 - C'è Zanetti - Continuano ad arrivare coloro che saranno premiati: presenti anche Marcello Nicchi, Javier Zanetti, Damiano Tommasi, Gino Salica, Stefano Braschi, Nicola Rizzoli e Gianni Rivera.

14.51 - Arrivano i premiati - Per il momento sono arrivati Marcello Lippi, Bruno Conti, Demetrio Albertini, Corrado Ferlaino e Giancarlo Antognoni.

14.45 - Tanti premiati per la Hall of Fame 2019 - Tra pochi minuti all'interno del Salone dei Cinquecento di Palazzo Vecchio a Firenze andrà in scena la cerimonia di premiazione della Hall of Fame del calcio italiano, giunta all'ottava edizione.

Sono 11 le nuove stelle che vengono premiate oggi che andranno ad arricchire una rosa di 88 talenti. Si tratta di: Francesco Totti (Giocatore italiano), Javier Zanetti (giocatore straniero), Massimiliano Allegri (allenatore), Antonio Matarrsse (dirigente italiano), Nicola Rizzoli (arbitro italiano), Giancarlo Antognoni (veterano italiano), Milena Bertolini (calciatrice italiana), Amedeo Amadei e Gipo Viani (premi alla memoria), Igor Trocchia (premio Astori), Gianni Brera (premio speciale).

Hall of Fame

Hall of Fame

Hall of Fame

Allegri

Totti Mancini Hall of Fame


TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie Serie A

Primo piano

Bosco: c'è qualcosa di innaturale nel rapporto Juve-Milan C'è qualche cosa di innaturale nei rapporti tra Juventus e Milan. Dalla vicenda Bonucci, in poi ... Bonucci litiga con Allegri, finisce su uno sgabello, a fine stagione va – strapagato- a Milano. C'è il duo Fassone – Mirabelli al Milan, tribuni di un cinese rimasto a tutt'oggi,...
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510