HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
TUTTOmercatoWEB.com: notizie di calcio e calciomercato
 
SONDAGGIO
Serie A, le panchine iniziano a scottare: chi subirà il primo esonero?
  Gian Piero Gasperini (Atalanta)
  Sinisa Mihajlovic (Bologna)
  Eugenio Corini (Brescia)
  Rolando Maran (Cagliari)
  Vincenzo Montella (Fiorentina)
  Aurelio Andreazzoli (Genoa)
  Ivan Juric (Hellas Verona)
  Antonio Conte (Inter)
  Maurizio Sarri (Juventus)
  Simone Inzaghi (Lazio)
  Fabio Liverani (Lecce)
  Marco Giampaolo (Milan)
  Carlo Ancelotti (Napoli)
  Roberto D'Aversa (Parma)
  Paulo Fonseca (Roma)
  Eusebio Di Francesco (Sampdoria)
  Roberto De Zerbi (Sassuolo)
  Leonardo Semplici (SPAL)
  Walter Mazzarri (Torino)
  Igor Tudor (Udinese)

La Giovane Italia
Serie A

Parma, ora non si scherza più. Alle 18 per dimenticare Pisa e le altre

17.08.2019 08:30 di Simone Lorini  Twitter:    articolo letto 6660 volte
© foto di Daniele Buffa/Image Sport

Non fu un agosto semplice, quello scorso, per il Parma. Lo ha ricordato anche ieri Roberto D'Aversa, sottolineando le tante differenze con la preparazione di quest'anno ("L'anno scorso fino a una settimana prima non sapevamo in che categoria avremmo giocato. La società è stata brava durante il mercato ad allestire questa squadra ma ricordiamo come la squadra abbia fatto bene anche lo scorso anno. Inconsciamente dopo Udine lo scorso anno si pensò di aver già raggiunto la salvezza, dopo un girone d'andata importante"), ma in generale la Coppa Italia è "storicamente" un antipasto indigesto al nuovo Parma, ripartito quattro anni fa dalla D ma incapace di andare oltre i due turni nei quattro tentativi avuti a disposizione fin qui. L'anno scorso l'eliminazione fu addirittura clamorosa, per mano del Pisa, allora in Serie C, e al Tardini, uno scenario non dissimile alla sfida di domani al Venezia, a sette giorni dall'esordio in campionato contro la Juventus.

Di diverso il Parma si augura che ci sia il finale, lo stesso dell'anno passato (per mano del Bari) e di quello ancora precedente (ko a Piacenza): per iniziare bene una stagione che non potrà prescindere da tante conferme per essere positiva. Sul mercato intanto il tecnico non cambia ritornello: in difesa serve un ritocco almeno, meglio se due, con il club che sta scandagliando il panorama italiano ed europeo per provare ad accontentarlo, pur avendo ben presente una situazione di esuberi (ben sei) che va risolta prima di poter procedere con ulteriori arrivi non under. Ma alle 18 di oggi si penserà solo al campo, una sfida che i tifosi potranno seguire grazie al nostro LIVE a parte dalle 17.45, complice l'assenza di copertura televisiva.


TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie Serie A

Primo piano

Gazidis, ci scusi: può illustrarci il piano di sviluppo del Milan? Conte, bene (il derby) ma non benissimo (la Champions). Napoli show, Juve sveglia Per fare processi è presto; poi ci sono i giudici e non i giornalisti. Ogni tanto, però, vale la pena farsi delle domande anche se mai si avranno delle risposte. La storia del Milan, da anni ormai, viene presa a calci in faccia e non possiamo far finta di nulla. Di chi è la colpa?...
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510