HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
Da TUTTOmercatoWEB.com le ultime notizie di calcio mercato su Juve, Milan, Inter, Napoli, Roma
 
SONDAGGIO
Lotta per l'Europa: Inter e Milan andranno in Champions?
  Sì, arriveranno entrambe in Champions League
  Solo l'Inter riuscirà nell'obiettivo
  Niente Inter: sarà solo il Milan a raggiungerla
  Nessuna delle due riuscirà ad andarci

La Giovane Italia
Serie A

Scudetto ipotecato (forse) troppo presto. La Juve e un ritmo che non c'è

17.04.2019 15:00 di Simone Bernabei  Twitter:    articolo letto 10385 volte
© foto di Daniele Buffa/Image Sport

Per i giudizi ci sarà tempo e modo. Ma inevitabilmente in casa Juve iniziano a sorgere già le prime domande dopo l'uscita anticipata dalla Champions League. E una di queste riguarda l'abissale differenza fra campionato ed Europa e soprattutto la condizione in cui la Juve è arrivata a questi quarti di finale. D'accordo gli infortuni, tanti e variegati, che hanno limitato non poco scelte e possibilità di incidere a gara in corso. Ma al netto dei problemi fisici dei singoli c'è pure una condizione generale della squadra che non è sembrata al top. Più che altro per ritmo e intensità di gioco, ovvero le armi (unite alla qualità) con cui l'Ajax si è sbarazzato di due candidate forti alla vittoria finale (il Real prima della Juve).
E uno dei motivi è da ricercare proprio nel campionato: la Juventus infatti è in odore di Scudetto già da metà febbraio, quando il Napoli pareggiò con Fiorentina e Torino e parallelamente i bianconeri allungarono vincendo con Sassuolo e Frosinone. E nelle ultime sfide, almeno nelle ultime 5, il pensiero bianconero era fisso e centrato verso la doppia sfida coi Lancieri di Amsterdam (visto che il campionato, seppur la matematica non potesse ancora dare conferme, era virtualmente chiuso). Un atteggiamento volto a risparmiare energie, mentali ancor prima che fisiche, ma che di contro ha un rovescio della medaglia apparentemente non prevedibile. E qua torniamo a parlare di intensità e ritmo: giocare con la bava alla bocca le sfide di campionato è sì sfiancante (e quindi rischioso), ma pure allenante, se ci pensate. Specialmente in ottica europea, ambiente in cui le squadre cercano sempre di correre un metro in più di te e di arrivare a prescindere prima su ogni pallone. Il tutto è legato alla personalità dei singoli, non c'è dubbio, ma pure all'abitudine a dare il 101% in ogni contesto.
E alla luce di queste considerazioni, siamo proprio sicuri che l'aver chiuso il campionato a febbraio sia stato un bene, per la Juve di Allegri?


TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie Europa

Primo piano

Un talento al giorno, Iago Amaral: terzino "colorado" alla Alonso Iago Amaral, terzino sinistro dell’Internacional (Brasile) è un prodotto delle giovanili della squadra “colorada”. Iago attacca la profondità non solo sfruttando la sua fascia, ma accentrandosi talvolta come fattore sorpresa, chiedendo il triangolo con gli attaccanti e facendo assist...
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510