HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
TUTTOmercatoWEB.com: notizie di calcio e calciomercato
 
SONDAGGIO
Roma, Totti lascia dopo 30 anni. Quale futuro ora per il Pupone?
  Reintegro nella Roma il prima possibile, non può esserci altra soluzione
  Direttore tecnico in un altro top club, che non sia la Lazio
  Carriera in federazione, sull'esempio di Riva e altri simboli azzurri
  Dirigente di alto profilo in Nazionale, la sua esperienza può far comodo a Mancini
  Un nuovo incarico all'estero, magari alla UEFA o alla FIFA

La Giovane Italia
Serie B

L'editoriale sulla C - Entella e Juve Stabia, prestazioni da B

08.04.2019 15:04 di Tommaso Maschio   articolo letto 4293 volte
Fonte: Luca Bargellini per Tuttoc.com
© foto di Federico Gaetano

Sette giorni fa ci chiedevamo se le tre prime in classifica nei gironi di Serie C avessero davvero voglia di centrare il traguardo della Serie B. Virtus Entella, Pordenone e Juve Stabia, infatti, nelle ultime settimane avevano palesato qualche problema di troppo. Magari figlio della stanchezza oppure di una pericolosa convinzione di aver già portato a casa il bottino. Un mood quelle delle tre capoclassifica che aveva riacceso gli entusiasmi delle inseguitrici, tanto da vederle riavvicinare in maniera pericolosa.

DIAVOLI, VESPE E RAMARRI - Poi, però, qualcosa scatta. Una scintilla è quanto basta per rimettere le cose al loro posto e riportare la nave sulla giusta rotta. Scintille come quelle che l’Entella ha sfoderato per far suo il derby contro l’Albissola: un 4-0 finale e un dominio per tutti i 90’ di gioco che, oltre ad aver evidenziato in maniera netta le differenze fra i due organici, hanno dato prova di come i Diavoli Neri siano ancora con i piedi ben piantati nel terreno. Una dimostrazione di forza. Pura e semplice. Scintille simili, così come la dimostrazione di forza, sono arrivate da Castellammare di Stabia in una gara ben più complicata fra le Vespe di Fabio Caserta e il Trapani secondo in classifica. In palio nel match non c’erano solo i tre punti, ma anche il primato e una buona fetta di stagione, dato che una sconfitta per i campani avrebbe voluto dire l’inizio di un vero psicodramma. L’uno-due andato in scena fra il 65’ e il 75’ del match ha invece dato un segnale forte a tutto il Girone C. Ok i tanti pareggi e il calo di tenuta atletica, ma la Juve Stabia è ancora padrona del proprio destino.
Poi c’è il Pordenone. Nelle ultime dieci i Ramarri ne hanno vinte solo tre, ma hanno la grande qualità di non averne persa neanche una nello stesso intervallo di gare. Un fattore non di poco conto per tenere a bada le inseguitrici (Triestina che si è fatta harakiri con la sconfitta contro l’Imolese e il pari col Gubbio).

E TUTTE LE ALTRE? - Il campionato, però, non si ferma alle tre di testa e ai rispettivi sogni di gloria. Ci sono altre 54 squadre che continuano a lottare per playoff e salvezza. Nel Girone A, ad esempio, spicca come tutte le ultime otto della graduatoria (dalla Juventus U23 oggi 12^ alla Lucchese 19^) abbiano portato a casa nel weekend solo sconfitte in un turno di campionato che le abbinava solo a formazioni d’alta classifica. Nel Girone B, invece, salta all’occhio come fra l’ultima squadra qualificata ai playoff (la Sambenedettese a 41 punti) e la prima in zona playout (il Renate a 35) ci siano appena sei punti, con sette squadre nel mezzo che nelle ultime quattro giornate di campionato potrebbero clamorosamente veder cambiare i loro orizzonti.
Infine il Girone C e la Paganese. Dopo i pareggi contro Casertana e Vibonese gli azzurrostellati hanno ceduto il passo al Rieti e questo ha mantenuto le lunghezze di distanza dal Bisceglie penultimo a 12. Troppe per evitare la retrocessione diretta senza passare dai playout. Per riuscirci la distanza deve scendere ad almeno otto punti nelle ultime quattro giornate.


TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie Serie B

Primo piano

...con Pillon “Il bilancio del lavoro fatto a Pescara direi che è positivo. Quest’anno siamo partiti per fare un campionato tranquillo e invece siamo arrivati ad un passo dalla Serie A...”. Così a TuttoMercatoWeb Bepi Pillon commenta la sua esperienza al Pescara. Deluso dalla mancata conferma,...
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510