HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
Da TUTTOmercatoWEB.com le ultime notizie di calcio mercato su Juve, Milan, Inter, Napoli, Roma
 
SONDAGGIO
Chi è la favorita per la Champions 2018/2019?
  Barcellona
  Juventus
  Manchester United
  Liverpool
  Manchester City
  Ajax
  Porto
  Tottenham

La Giovane Italia
Accadde Oggi...

19 luglio 1966, l'Italia viene incredibilmente sconfitta dalla Corea del Nord ai Mondiali

19.07.2018 04:00 di Lorenzo Marucci   articolo letto 36159 volte

Il 19 luglio 1966 a Middlesbrough (Inghilterra) la Nazionale è clamorosamente sconfitta 1-0 dalla Corea del Nord nel suo terzo incontro valido per la fase finale dei campionati del mondo ed è eliminata dal torneo. E' una delle delusioni più grandi del nostro calcio, un'autentica vergogna sportiva. Il gol fu segnato al 42' da Pak Doo-Ik e fu la prima volta che una squadra asiatica ebbe accesso alla fase finale di una coppa del mondo di calcio. Su Pak Doo-Ik si diffuse anche la voce che fosse un dentista: in realtà aveva la qualifica, ma non esercitò mai la professione. Tornando a quella partita, bastava un pari all'Italia per accedere ai quarti ma la partita fu giocata in modo nervoso, fallendo varie occasioni. Gli azzurri rimasero un'ora in dieci per l'infortunio al ginocchio subito da Giacomo Bulgarelli in un contrasto con Park Seung-Jin. Il ct Edmondo Fabbri schierò questa formazione: Albertosi, Landini, Facchetti, Fogli, Guarneri, Janich, Perani, Bulgarelli, Mazzola, Rivera, Barison. Al ritorno in Italia la squadra fu accolta da una pesante contestazione.


TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie Serie B

Primo piano

LIVE TMW - QUALIFICAZIONI EURO 2020 - Raddoppia il Belgio OLANDA-GERMANIA 0-1 FISCHIO D’INIZIO 2' - Gnabry!! Conclusione del centravanti tedesco dall'interno dell'area, Cillessen di distende e mette in corner. 11' - Risponde l'Olanda con una conclusione dalla distanza di Depay in seguito ad un calcio di punizione ma la sfera si perde...
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510