HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
Da TUTTOmercatoWEB.com le ultime notizie di calcio mercato su Juve, Milan, Inter, Napoli, Roma
 
SONDAGGIO
"Messi venga in Italia". CR7 lancia la sfida, credete sia possibile?
  E' solo una provocazione, Messi chiuderà al Barcellona
  In caso di addio, andrà da Guardiola
  Perché non 'con' CR7? La Juve dovrebbe pensarci
  Superato il FFP, può essere il regalo di Elliott al Milan
  Suning può provarci: Messi all'Inter contro CR7 alla Juve
  Messi come Diego. Perché non chiudere al Napoli?
  Andrà al PSG se lasceranno Mbappé o Neymar

La Giovane Italia
Accadde Oggi...

20 aprile 1986, la Roma cade contro il Lecce e regala lo scudetto alla Juve

20.04.2018 04:00 di Gaetano Mocciaro  Twitter:    articolo letto 5524 volte
20 aprile 1986, la Roma cade contro il Lecce e regala lo scudetto alla Juve

Il campionato 1985-86 è uno dei più tirati della Serie A e vede protagoniste Roma e Juventus, appaiate in testa alla classifica alla penultima giornata. I giallorossi sono stati protagonisti di una clamorosa rimonta, recuperando dalla fine del girone d'andata ben 8 punti. Il finale di campionato sorride alla Roma, il cui calendario sembra in discesa. Il 20 aprile all'Olimpico arriva il Lecce già retrocesso. Sulla carta una vittoria semplice e il vantaggio iniziale di Ciccio Graziani dopo 7' sembra darne conferma. E invece accade l'incredibile: Di Chiara al 34' pareggia per i salentini e Barbas su calcio di rigore ribalta l'incontro prima dell'intervallo. La Roma è stordita, al punto da incassare nella ripresa il terzo gol, ancora dell'argentino Barbas. Il gol di Pruzzo all'82' dà l'inutile speranza per un assalto finale, ma non basta. La Juventus, vincendo la partita contro il Milan chiude il discorso per lo scudetto. Un tricolore che la Roma si fa portar via nella maniera più incredibile.


TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie Europa

Primo piano

Mourinho ora traballa sul serio. Le ragioni di un addio quasi scontato Ora si mette male. Se la verve comunicativa di Josè Mourinho non è mai stata particolarmente apprezzata dalla stampa d’Oltre Manica, i risultati conseguiti dallo Special One, seppure a corrente alternata, avevano contribuito alla sua permanenza a lungo termine sulla cresta dell’onda...
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510   
-->