HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
Da TUTTOmercatoWEB.com le ultime notizie di calcio mercato su Juve, Milan, Inter, Napoli, Roma
 
SONDAGGIO
Chi è la favorita per la Champions 2018/2019?
  Barcellona
  Juventus
  Manchester United
  Liverpool
  Manchester City
  Ajax
  Porto
  Tottenham

La Giovane Italia
Accadde Oggi...

20 gennaio 1983, muore Manè Garrincha: fu l'Angelo dalle gambe storte

20.01.2019 04:00 di Lorenzo Marucci   articolo letto 14908 volte

Il 20 gennaio 1983 muore a Rio de Janeiro Manoel Francisco dos Santos, per tutti semplicemente Manè Garrincha. Ala destra dalla enormi qualità tecniche, viene considerato uno dei più grandi interpreti del dribbling nella storia del calcio. Non aveva un fisico propriamente da atleta, anzi: sbilanciamento del bacino, leggero strabismo, la gamba sinistra di sei centimetri più corta della destra. Eppure seppe essere un fenomeno nel calcio, da alcuni soprannominato il Charlie Chaplin del pallone. Oltre che l'Angelo dalle gambe storte. Veloce, era fuori dagli schemi. E con le sue finte e i suoi dribbling decideva spesso le partite. Fu legato al Botafogo per tredici stagioni, fino al 1966. Garrincha - così chiamato perchè il suo aspetto esile richiamava quello di una specie di uccelli che da bambino era solito cacciare - vinse anche due campionati mondiali e continuò a giocare pure dopo la fine della carriere. Lo fece in squadre amatoriali, come quella del Sacrofano - nei pressi di Roma - che militava nel campionato di Prima categoria ed era allenato da Dino Da Costa, suo ex compagno di squadra nel Botafogo. La sua vita fu progressivamente distrutta dall'alcool. Morì per le conseguenze di un edema polmonare e di una cirrosi epatica, da solo, così come era stato quasi sempre durante la sua vita, e in condizioni di indigenza. All'età di 49 anni se ne andava colui che aveva fatto sognare un popolo intero.


TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie Serie C

Primo piano

Il punto sulla A femminile - Sale l'attesa per la sfida Scudetto dell'Allianz In attesa del big-match dell’Allianz Arena di Torino di domenica Juventus e Fiorentina continuano la loro marcia appaiate in testa alla classifica, con appena un punto di distacco a dividerle, così come il Milan resta sulle tracce del secondo posto (che vale l’accesso alla prossima...
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510