HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
TUTTOmercatoWEB.com: notizie di calcio e calciomercato
 
SONDAGGIO
Juve immobile sul mercato: è la decisione corretta?
  Si, questa squadra non ha bisogno di rinforzi adesso
  No, alla Juventus sarebbe servito un altro terzino
  No, bisognava portare subito Kulusevski a Torino
  No, il club forzi la mano per lo scambio Rakitic-Bernardeschi

La Giovane Italia
Calcio estero

Le pagelle dell'Atlético - Che lampi di Joao Félix. Morata la sblocca

Risultato finale: Atlético Madrid-Osasuna 2-0
14.12.2019 23:05 di Luca Chiarini   articolo letto 2990 volte
© foto di Matteo Gribaudi/Image Sport

Oblak 6 - Subito sollecitato in avvio: vola su Ruben Garcia, si fa aiutare dal palo sul radente velenoso di Brasanac. Poi più nulla, fino all'intervallo. Nel secondo tempo è attento su Avila con un intervento in due tempi.

Trippier 6 - Tartassato da Estupiñán, che lo costringe a rinculare, rinunciando a qualcosa in fase di spinta. Quando c'è da contenere, però, emergono spesso i suoi limiti: non a caso l'ecuadoregno banchetta sul suo lato. Nella ripresa cambia l'inerzia e torna a tambureggiare sulla destra. Suo l'assist per la rete di Morata.

Felipe 6,5 - Altro messaggio al Cholo dopo la bella notte di Champions: con Giménez si trova a meraviglia, e riduce al minimo le disattenzioni. Disarma Avila, è sempre ben posizionato.

Giménez 6,5 - Torna subito sui suoi livelli. Non era facile, dopo l'infortunio. Lo scontro con Avila lo catapulta subito nel match, e lui risponde presente con la solita garra e grande senso della posizione.

Sanchez 6 - Battesimo di fuoco in questa Liga: ci mette un po' ad entrare del vivo, complice la comprensibile emozione che impega qualche minuto a scrollarsi di dosso. Ridestato dall'ammonizione al ventiseiesimo, si scioglie e combina qualcosa anche in appoggio alla manovra. (Dal 63' Herrera 6 - Scolastico dopo l'ingresso).

Koke 6 - Lavoro sottotraccia che non strizza l'occhio all'estetica, ma vitale per l'assetto disegnato da Simeone. Padroneggia da leader la fase di non possesso, accompagna le discese dei rojiblancos e nel finale per poco non cala il tris.

Thomas 6 - Meno dominante rispetto alla sfida contro la Lokomotiv, ma il suo strapotere fisico in mezzo al campo si fa sentire, e limita di molto il fraseggio dell'Osasuna. Vince diversi duelli e chiude in crescendo, insieme al resto della squadra.

Saul 7 - Che sia in mezzo al campo o in posizione di terzino poco importa: la grande proprietà tecnica lo guida in ogni sua giocata, e dirada gli errori. Nella ripresa chiude definitivamente il match con un tocco sotto su invito di Correa che non lascia scampo ad Herrera.

Lemar 5,5 - Ogni imperfezione ha per colonna sonora i fischi del Wanda Metropolitano. Certo non è facile giocare in un ambiente così, ma lui ci mette del suo, senza riempire la sua partita di giocate e movimenti utili alla causa. Quando si accende, però, son dolori per l'Osasuna: nel primo tempo trova l'incursione nell'area dei navarri, sbattendo poi su Herrera. (Dal 54' Correa 6,5 - Ingresso decisivo: manda in porta Saul sul due a zero).

Morata 7 - Un po' ondivago il suo rendimento nei primi quarantacinque minuti: in avvio spreca, poi manda in porta Joao Félix, che sbatte su Herrera. Ci riprova con il piattone dal limite dell'area, ma la traiettoria si impenna. Nella ripresa si sblocca con un colpo di testa imprendibile per Herrera, e dà il là all'azione conclusa dal tocco sotto di Saul.

Joao Félix 7 - Illumina il primo tempo dell'Atlético con lampi che la mente associa istintivamente a chi prima di lui indossava la sette. Due grandi occasioni nel primo tempo: un diagonale a tu per tu con Herrera, e un colpo di testa in torsione su cui è prodigioso il portiere dell'Osasuna. Calo fisico nel secondo tempo che induce Simeone a concedergli la passerella nel finale, non prima però di essersi conquistato la punizione da cui scaturisce il gol di Morata. (Dall'82' Hermoso s.v.).


TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie Calcio estero

Primo piano

...con Tedesco “Ho perso una partita in malo modo, così la società ha deciso di esonerarmi. Ma è stata una scelta che non ho capito: miglior attacco e miglior difesa di campionato, sesto posto e tante partite da giocare, un percorso importante in Europa League. Ma è il calcio, guardo avanti”. Così...
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510