HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
TUTTOmercatoWEB.com: notizie di calcio e calciomercato
 
SONDAGGIO
Serie A, le panchine iniziano a scottare: chi subirà il primo esonero?
  Gian Piero Gasperini (Atalanta)
  Sinisa Mihajlovic (Bologna)
  Eugenio Corini (Brescia)
  Rolando Maran (Cagliari)
  Vincenzo Montella (Fiorentina)
  Aurelio Andreazzoli (Genoa)
  Ivan Juric (Hellas Verona)
  Antonio Conte (Inter)
  Maurizio Sarri (Juventus)
  Simone Inzaghi (Lazio)
  Fabio Liverani (Lecce)
  Marco Giampaolo (Milan)
  Carlo Ancelotti (Napoli)
  Roberto D'Aversa (Parma)
  Paulo Fonseca (Roma)
  Eusebio Di Francesco (Sampdoria)
  Roberto De Zerbi (Sassuolo)
  Leonardo Semplici (SPAL)
  Walter Mazzarri (Torino)
  Igor Tudor (Udinese)

La Giovane Italia
Editoriale

È un gioco di incastri per tutte: ora via alle cessioni. Gli attaccanti incagliati e i centrocampisti che ispirano... ci si prepara per il rush finale

25.07.2019 06:49 di Luca Marchetti   articolo letto 38339 volte
© foto di Federico De Luca

È iniziato il perriodo dell’attesa, quella fase in cui gli obiettivi sono lì a portata di mano ma prima bisogna necessarimente aspettare qualche mossa. E soprattutto creare spazio per poi approfittare dell’occasione giusta.
È esattamente quello che sta facendo la Juventus che ora i blitz all’estero li fa per programmare e impostare le cessioni, piuttosto che gli arrivi. Dopo il trasferimento saltato di Perin, il nuovo obiettivo è l’Aston Villa (neopromosso in Premier) che ha manifestato interesse per Mattia. Ma il viaggio in Inghilterra è servito anche per parlare di Khedira e Kean (con Wolverhampton e Everton) e magari per cercare di capire se davvro la vicenda Cancelo è completamente chiusa o meno. Insomma cessioni. Cessioni per poi ripartire, in attesa di capire cosa succederà con gli attaccanti (Higuain in testa) per poi avere il tempo e le risorse economiche per tentare l’assalto a Chiesa, nonostante le grandi resistenze della nuova proprietà viola.
Nel frattempo la Juve si gode il primo derby d’Italia vinto (seppur ai rigori) che, secondo Conte, dovrebbe far rosicare tutta la squadra. Demiral decisivo con il suo rigore e questo (oltre naturalmente a una buona prestazione) spinge ancor più la Juventus a non volerlo cedere, nonostante le grandi pressioni milaniste sul ragazzo. Sugli scudi anche Buffon, che con tre rigori parati è l’autentico protagonista della giornata, anche se Sarri ha voluto essere molto chiaro: farà il secondo.
Nell’Inter restano da risolvere invece i problemi relativi agli o ruota intorno alle cessioni, e se Lukaku rimane il grande obiettivo nonostante le enormi difficoltà per Dzeko le nubi cominciano a essere sempre più scure. Ha giocato titolare ancora una volta nell’amichevole giallorossa, con la fascia di capitano al braccio. E se questo non bastasse visto che comunque stiamo parlando di un professionista esemplare la Roma non cala dalla valutazione di 20 milioni di euro e allo stesso tempo è convinta che non sia necessario cambiare, nonostante il corteggiamento ad Higuain continua eccome. Ma anche in questi caso non c’è assolutamente nessuna sicurezza in casa giallorossa, neppure per Mariano Diaz che era stato seguito dai dirigenti giallorossi ma che ora con l’infortunio di Asensio non sia “costretto” a rimanere al Real.
Incastri di attaccanti insomma, di quelli che in un modo o nell’altro non partono. E Icardi ne sa qualcosa.
Attaccanti che fanno fatica a muoversi anche dal Milan, ma per motivi diversi. Per André Silva, la strada del Monaco è impraticabile. È praticamente saltato tutto a un metro dal traguardo: difficile ricomporre i cocci. Si apre invece un bello spiraglio per Cutrone al Wolverhampton (18 più bonus la prima offerta). E comunque la vicenda Andre Silva non mette in discussione la trattativa Correa. Anche lui ha giocato 45 minuti nell’amichevole, segnando uno dei rigori nella serie finale. Il blitz in Spagna di Boban (che lavora in assoluta simbiosi con Maldini e Massara) ha portato a passi avanti decisivi con il club spagnolo. Infatti Berta, ds italiano dell’Atletico, è effettivamente venuto a Milano, e dopo l’incontro di domenica con la dirigenza rossonera, di fatto l’operazione era ormai impostata: 40 milioni di base fissa più bonus. Non è stato dunque necessario un nuovo incontro tra le parti.
Al Napoli pure pensano alle cessioni, prima di scatenarsi per il grande colpo o i grandi colpi in avanti. Verdi potrebbe essere il prossimo partente (nonostante il gol di ieri) più a Torino che alla Samp. Magari dipenderà proprio dalla qualificazione dei granata in Europa Legue: proprio fra poche inizierà l’avventura della squadra di Mazzarri. Per i vari James Rodriguez, Pepé, Lozano, Icardi al di là del borsino quotidiano non si va. Non è arrivato ancora il momento dello strappo decisivo.
Il Genoa ha un’idea Borja Valero (ci sono stati i primi contatti fra i rossoblu e gli agenti dello spagnolo) ma soprattutto c’è una trattativa in corso per Lucas Silva del Real Madrid che nelle ultime due stagioni ha giocato in prestito al Cruzeiro. Viva anche la pista Harit (Schalke04, trequartista).
Al Cagliari invece dopo Rog votrebbero chiudere presto anche per Nandez, del Boca. Affare in via di definizione. Dopo la Copa Libertadores contro l’Athletico Paranaense, e dopo i saluti a Daniele De Rossi che sta sbarcando in Argentina, dovrebbe chiudersi la trattativa. L’operazione si chiuderà sulla base di 18 milioni di euro più una percentuale su una futura rivendita.
Il Sassuolo ha ufficializzato Obiang. Per la Spal è sempre più vicino l’arrivo di Di Francesco, proprio dal Sassuolo. Il Verona non molla Verre della Samp. Samp che cerca un esterno: il nome nuovo (oltre a Verdi e Rigoni) è quello di Cristian Pavon del Boca, magari in uno scambio con Gaston Ramirez. L’Udinese ha preso Stuparevic, attaccante serbo del 2000 che lo scorso anno giocava nel Vozdovac.


TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Napoli, con il Liverpool il salto di qualità. Mertens e Callejon due rinnovi difficili. Sarri, ora l’obiettivo è trovare il giusto spazio a Dybala. Giampaolo-Conte, quanta pressione per il derby. Fiorentina, la proposta per blindare Chiesa 21.09 - È già tempo di campionato ma prima una veloce riflessione sula due giorni di Champions: Napoli e Juventus si confermano due certezze. Comincio da Insigne e compagni. Battere i campioni d’Europa non è cosa da tutti i giorni. Era successo anche l’anno scorso, sempre nella fase a gironi,...

Editoriale DI: Enzo Bucchioni

Inter, Conte furibondo attacca tutti. Caccia alla talpa che ha raccontato la lite Lukaku-Brozovic. Il belga è un problema. Sanchez nel derby. Milan, basta esperimenti. E’ Suso l’enigma, serve Bonaventura. Juve, troppi gufi attorno a Sarri 20.09 - Dopo il pareggio con lo Slavia in Champions, Antonio Conte si è autodefinito pubblicamente “un asino”, ben sapendo che gli asini sono altri. E’ furibondo per quello che sta succedendo in campo e fuori dal campo, e non l’ha mandato a dire alla squadra chiamata a raccolta in un faccia...

Editoriale DI: Luca Marchetti

Le risposte della Champions sui progetti delle italiane. Cosa funziona e cosa non va... 19.09 - Un progetto per crescere ha bisogno di tempo. E soprattutto le battute d'arresto (più o meno dolorose) fanno parte del processo. E' necessario mantenere i nervi saldi, la capacità di poter guardare oltre un orizzonte che vada oltre i 90 minuti. Lo dimostra anche questa due giorni...

Editoriale DI: Tancredi Palmeri

Conte mai così: che succede? Inter quasi fuori. A Napoli c’è squadra e società: non c’era invece il rigore, e un po’ di tifosi... Juventus: contro l’Atletico già decisiva, ecco perché. Atalanta con obbligo di qualificarsi 18.09 - Non era mai successo di vedere una squadra di Antonio Conte così. Chi scrive segue Conte da vicino da più di una decade, dal suo arrivo a Bari, e certo dalla Juve in poi non è certo un mistero da disvelare. Bene: mai una squadra di Conte aveva giocato in questa maniera, semplicemente...

Editoriale DI: Fabrizio Biasin

La Juve di Sarri (forse) non nascerà, ma Maurizio ha un piano. Milan: il problema di Giampaolo è nell’estate (e il mercato non c’entra). Inter: il lavoro di Marotta e...il pensiero di Conte. Napoli: c'è il Liverpool, alla faccia dei comunicati 17.09 - Buon martedì. Eccoci qui a parlare di calcio. Ho perso al fantacalcio perché hanno annullato il gol a Joao Pedro. Non si fa. Ma veniamo a noi. Il calcio fa ammattire tutti e infatti spuntano le polemiche come funghi. Spunta la polemica su Sarri che parla degli orari di giuoco “e poi...

Editoriale DI: Michele Criscitiello

A Sarri serve tempo ma Conte non ne concede. Inter concreta ma non bella. Cellino ci riprova con lo stadio... a Cagliari finì male. Samp, tra Vialli e Ferrero perde Di Francesco 16.09 - Se passi da Massimiliano Allegri a Maurizio Sarri devi preventivare che il passaggio possa risultare traumatico e, soprattutto, che ci voglia del tempo. Lo diciamo da due mesi: ai bianconeri, quest'anno, servirà tanta pazienza. Sarri è un allenatore vero e non impari i suoi schemi...

Editoriale DI: Andrea Losapio

Il caso Mandzukic è chiaro: accetta il Qatar, aspetta la Cina o inguaia la Juventus?  La sicurezza di Koulibaly e la bacchetta magica di Conte. Il Milan riuscirà a ritornare grande? 15.09 - Doveva essere l'attacco di Mauro Icardi e Mario Mandzukic, sarà probabilmente di Gonzalo Higuain e Paulo Dybala. I due argentini erano sul mercato ad agosto, nella speranza di trovare una sistemazione e una plusvalenza. Due motivi diversi per la permanenza: il primo non voleva lasciare...

Editoriale DI: Niccolò Ceccarini

Juventus, Mandzukic verso  il Qatar. Per gennaio ipotesi scambio Emre Can-Rakitic. Inter, per il centrocampo idea Matic. De Paul, oltre alla Fiorentina  attenzione anche al Milan 14.09 - Gennaio è lontanissimo, ma il mercato non si ferma, mai. Anche perché la chiusura della sessione estiva ha lasciato alcune situazioni in sospeso. In casa Juventus ci sono due vicende aperte: Mandzukic e Emre Can. Il futuro dell’attaccante (escluso dalla lista Champions e assente anche...

Editoriale DI: Enzo Bucchioni

Sarri seduto su un vulcano. Torna dove perse lo scudetto e chi esclude Matuidi o Rabiot? Khedira o Emre Can? E Dybala? Mandzukic sta in panca o va in Qatar? E Montella rischia già. Conte fra Lautaro e Sanchez 13.09 - Penso a Sarri e ancora una volta ho come la sensazione che esista davvero la Dea Eupalla, come sosteneva il mitico Gianni Brera del quale abbiamo parlato giustamente tanto in questi giorni. O se non esiste, credo che da qualche parte almeno si nasconda un Folletto malizioso capace...

Editoriale DI: Luca Marchetti

Chi spende e chi vince: non sempre coincide, anzi... le classifiche in Europa e in Italia 12.09 - Manca poco meno di una settimana e poi inizierà anche la Champions League. E le ambizioni delle squadre che parteciperanno i "pronostici" possono arrivare anche da un'analisi economica. E ci viene in aiuto una ricerca fatta dal CIES, pochi giorni fa, che testimonia come la voglia...
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510