HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
Da TUTTOmercatoWEB.com le ultime notizie di calcio mercato su Juve, Milan, Inter, Napoli, Roma
 
SONDAGGIO
Roma e Juventus ce la faranno a qualificarsi ai quarti di finale?
  Si, entrambe
  Solo la Roma
  Solo la Juventus
  No, nessuna delle due

La Giovane Italia
Editoriale

Ultimi botti di mercato: quante sorprese ancora!

31.01.2019 00:00 di Luca Marchetti   articolo letto 28892 volte
© foto di Federico De Luca

Ultime ore di mercato e come al solito saranno frenetiche.
Basta essere onesti, non aspettatevi il grande colpo dell’ultimo minuto, soprattutto da parte delle grandi. In pentola bolle qualcosa ma di tempo per buttare la pasta ce n’è veramente poco.
Di sicuro è in ebollizione la situazione a Roma. Dopo la sconfitta pesantissima contro la Fiorentina, la situazione non è serena. E non può esserlo. L’analisi del momento pessimo della squadra giallorossa non può essere spiegato soltanto con le difficoltà di Di Francesco o con il mercato. Meriterebbe una riflessione approfondita, ma non è questo lo spazio “giusto”. E se la Roma, sul mercato, in questa finestra di gennaio non ha praticamente mosso nulla non c’entra nulla. Ha provato a prendere Vida, ma le necessità economiche della Roma e le richieste del Besiktas non hanno collimato. Il mercato è stato dichiarato chiuso da Monchi, la riflessione è tutta sul momento negativo. Di Francesco non abbandona la sua nave in crisi, ma in qualche modo deve trovare il modo insieme alla società per invertire la rotta. Il cambio di panchina, almeno per il momento, non è contemplato, anche se probabilmente questo è il punto più basso della Roma di Di Francesco.
Situazione diversa in casa Juve, anche se la sconfitta fa male. La coppa Italia ha regalato sorprese e serate di grandi emozioni (per Fiorentina e Atalanta) ma ha lasciato alla Juve due sassolini (o sassoloni) nelle scarpe: l’impossibilità di poter realizzare il triplete e l’infortunio di Chiellini. Queste ore serviranno alla Juventus per riflettere sull’opportunità o meno di prendere un altro difensore. I primi nomi che girano sono proprio quelli di Vida e Bruno Alves. Servirà anche capire bene cosa si è fatto Chiellini, prima (eventualmente) di procedere.
Anche il Milan continua a tenere viva una speranza per Carrasco. La variabile è che il Dalian ha aperto al prestito per 6 mesi (prima lo avrebbero fatto soltanto per un anno e mezzo), quindi ora il Milan aspetta di capire se questo nuovo assalto possa davvero arrivare ad una conclusione positiva. L’esterno offensivo sarebbe la ciliegina sulla torta di un mercato invernale importante, ma proprio per questo devono esserci le giuste condizioni: prestito e qualità, ovvero migliorare la rosa senza aumentare (di troppo) le spese.
Si muove soprattutto il resto della Serie A e continuerà a farlo, con frenesia, anche in queste ultime ore. Il colpo di giornata lo ha messo a segno la Samp con l’arrivo di Sau, fino a fine stagione (poi gli scadrà il contratto), visto che nel frattempo Kownacki è andato al Fortuna Dusserdolf.
Scatenato l’Empoli: arriva Dicks, è stato fatto un sondaggio per Tonelli (ma difficile che la Samp lo liberi, proprietà Napoli) e ha imbastito una trattativa fiume con il Cagliari. Chiuse le operazioni che hanno portato in toscana Pajac e Farias, mentre il Cagliari ha preso Despodov, attaccante bulgaro classe ’96 del Cska Sofia, per 3 mln più bonus e anche Luca Pellegrini dalla Roma.
Non molla affatto il Chievo, nonostante l’ultima posizione in classifica. Cacciatore (che sembrava fatta a Perugia) dovrebbe andare invece a Cagliari e in cambio potrebbe arrivare Andreolli, come rinforzo in difesa. Ma soprattutto sta per portare in Italia Piazon, dal Chelsea, per cercare di arrivare a una salvezza che oggi sembra difficilissima.
Il Bologna ha chiuso Edera e Lyanco e nel frattempo ha bloccato Mattiello e Falcinelli (entrambi richiesti proprio dal Cagliari) e lavora ancora per Basta ella Lazio (ma ancora non c’è accordo).
Il Parma cerca il colpo last minute in attacco e potrebbe tentare Lapadula (a quel punto Ceravolo sul quale oltre a Salernitana e Cremonese ha anche il Brescia), prolunga il contratto con Bruno Alves (ma come detto occhio alla Juve), continua a trattare Schiappacasse con l’Atletico Madrid e potrebbe chiudere per il portiere Brazao (in collaborazione con Inter). La Samp oltre a Sau domani potrebbe stringere per Depaoli del Chievo, se Sala dovesse poi sbloccarsi per il Parma. Al Genoa se parte Lapadula potrebbe arrivare Oberlin. La Spal ha proposto al Palermo uno scambio Rispoli-Dickmann, Rispoli che potrebbe anche andare alla Lazio in caso di partenza di Basta. L’obiettivo dei ferraresi però è un attaccante e si continua a trattare per Castaignos (ex Inter) ora allo Sporting Lisbona e potrebbe spingere per Regini se la Samp dovesse darlo in prestito.
L’Atalanta ha respinto l’assalto del Monaco per Gosens, il Genoa ha chiuso per Jagiello, trequartista polacco dello Zaglebie Lubin. Resterà in Polonia fino a giugno ma farà visite a Genova a breve. L’Udinese prova a prendere Kellu del Reading e Semedo del Benfica, Romulo è un’opportunità last minute per la Lazio e prende Casasola dalla Salernitana (da decidere nelle prossime ore se subito o a giugno)


TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Allegri, questo è un addio. Zidane no al Chelsea per andare alla Juve. In corsa anche Deschamps. Tutta colpa di Dybala. Mou aspetta l’Inter. Sarri alla Roma si può 22.02 - Allegri, e adesso? La sconfitta con l’Atletico, clamorosa quanto inattesa, senza attenuanti, chiama pesantemente in causa l’allenatore bianconero. E’ vero che c’è la gara di ritorno, è altrettanto vero che la Juve ha nelle corde le rimonte clamorose, ma questa (purtroppo) sembra un’altra...

Editoriale DI: Luca Marchetti

Juve: la pressione della Champions e una montagna da scalare Icardi: tra visite e fascia è iniziata la partita a scacchi 21.02 - La montagna da scalare più alta di quanto si possa immaginare. Nulla è impossibile nel calcio e i record sono fatti per essere battuti... però i numeri ti aiutano a capire quanto sia pesante il risultato arrivato ieri. Simeone non è mai uscito dalla Champions League dopo aver vinto...

Editoriale DI: Tancredi Palmeri

Icardi-Inter: forse non è solo ciò che ci hanno detto, e forse non è colpa di Marotta. Ecco la lotta di potere in cui si sono trovati in mezzo dirigente e giocatore. E ci sono già Chelsea e Juventus. Dybala a Madrid, e non giocherà nell’Inter 20.02 - Dire qualcosa che non sia stato ancora detto, scritto e pensato sul caso Icardi è quasi impossibile. E quasi tutti rimarranno della loro opinione, colpevolisti o innocentisti. Personalmente, penso che la società abbia sbagliato a togliere la fascia da capitano, a creare una frattura...

Editoriale DI: Fabrizio Biasin

Juve: la mossa di Allegri per l’Atletico, quella di Paratici sul mercato. Inter: il ritorno di Icardi, il “metodo Marotta” e… la situazione Conte. Milan: Leonardo, gran doppietta. E su Cuneo-ProPiacenza… 19.02 - Buondì, la Roma sta giocando contro il Bologna, nel frattempo Wanda Nara brucia in un camino le foto di lei con Icardi. Pare sia un’usanza per scacciare le maledizioni. Io insisto: meglio i gin-tonic. Comunque, è stata una settimana molto intensa e tutti hanno parlato di un “caso”...

Editoriale DI: Michele Criscitiello

A Cuneo, il funerale del calcio italiano. Leonardo, su Piatek a 35 milioni hai avuto ragione tu. Su Gattuso ti sei ricreduto. Caso Icardi, Wanda-Nera e, forse, Maxi Lopez non era così matto... 18.02 - Voi, giustamente, vorreste parlare della Juventus che si gioca la Champions, del Milan che sogna il ritorno nell'Europa che conta, del caso Icardi e del Napoli che prepara tre colpi per l'estate. Vi devo deludere. Non fregherà niente a nessuno ma sappiate che ieri c'è stato il funerale...

Editoriale DI: Andrea Losapio

Icardi è il caso dell'anno, anche se tutti vorrebbero il rinnovo... ma il problema è Higuain. Mercoledì tocca (davvero) a Cristiano Ronaldo, il Napoli deve affidarsi al suo Re di Coppe 17.02 - Ci sono tre assunti nella vicenda Icardi. Sia Mauro che il club vorrebbero il rinnovo, ognuno alle sue condizioni. Nessuno ha mai avuto intenzione di pagare i 110 milioni della clausola rescissoria anche se potrebbero farlo nella prossima estate per via del giro di centravanti che...

Editoriale DI: Niccolò Ceccarini

Zaniolo, la Juve c’è ma la Roma è pronta a blindarlo fino al 2024. Anche il City su Dybala, il Real tratta Hazard. Per la difesa il Manchester United guarda in Italia. Nel mirino Koulibaly e Milenkovic. Il Napoli insiste per Lozano e Fornals 16.02 - La prima doppietta in Champions League ha solo confermato quello che è evidente da tempo. Nicolò Zaniolo ha tutto per diventare un grande giocatore. Ed inevitabilmente è già diventato uomo mercato. La Roma sta cercando di blindarlo anche perché sa bene che le sirene sono in agguato....

Editoriale DI: Enzo Bucchioni

Icardi andrà via, ma ora l’Inter punta al rinnovo. Chi paga 110 milioni? Tutte le colpe di Wanda. Punito dalla società, scaricato dallo spogliatoio. I tifosi contro l’argentino. Avanti con Lautaro. Le idee di Marotta per l’attacco 15.02 - E adesso come finirà? E’ questa la domanda delle domande che ruota e rimbalza fra l’Inter, Icardi, Wanda Nara, i compagni e i tifosi. Dopo la decisione della società di togliergli la fascia, degradare Maurito, e per reazione il suo rifiuto di seguire la squadra a Vienna, si sta...

Editoriale DI: Luca Marchetti

Capitani, fasce, rinnovi e cessioni: Icardi e Hamsik 14.02 - La notizia in casa Inter è di quelle che tengono l’attenzione alta per tutta la giornata, forse per tutta la stagione. Icardi non è più il capitano dell’Inter, Icardi non è convocato per la partita di Europa League contro il Rapid Vienna. Anzi di più: Icardi ha scelto di non andare...

Editoriale DI: Tancredi Palmeri

Roma padrona, adesso le scuse a Di Francesco e Monchi. Quello che Paratici non dice: l’asse di scambio Isco-Dybala è più di una possibilità per la Juventus. Lo spogliatoio vuole Sarri fuori: Inter, Roma o Milan se lo prenderebbero? 13.02 - Roma padrona, in Champions non perdona. Visto che bisogna adeguarsi a chi c’è al governo, allora si può riattare uno slogan politico usato da quella parte nell’epoca Tangentopoli per fotografare i giallorossi in Europa. Tanto parlare, tanto condannare, e poi la Roma è stata una potenza...
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510