HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
Da TUTTOmercatoWEB.com le ultime notizie di calcio mercato su Juve, Milan, Inter, Napoli, Roma
 
SONDAGGIO
Lotta per l'Europa: Inter e Milan andranno in Champions?
  Sì, arriveranno entrambe in Champions League
  Solo l'Inter riuscirà nell'obiettivo
  Niente Inter: sarà solo il Milan a raggiungerla
  Nessuna delle due riuscirà ad andarci

La Giovane Italia
Editoriale

Ultimi botti di mercato: quante sorprese ancora!

31.01.2019 00:00 di Luca Marchetti   articolo letto 28911 volte
© foto di Federico De Luca

Ultime ore di mercato e come al solito saranno frenetiche.
Basta essere onesti, non aspettatevi il grande colpo dell’ultimo minuto, soprattutto da parte delle grandi. In pentola bolle qualcosa ma di tempo per buttare la pasta ce n’è veramente poco.
Di sicuro è in ebollizione la situazione a Roma. Dopo la sconfitta pesantissima contro la Fiorentina, la situazione non è serena. E non può esserlo. L’analisi del momento pessimo della squadra giallorossa non può essere spiegato soltanto con le difficoltà di Di Francesco o con il mercato. Meriterebbe una riflessione approfondita, ma non è questo lo spazio “giusto”. E se la Roma, sul mercato, in questa finestra di gennaio non ha praticamente mosso nulla non c’entra nulla. Ha provato a prendere Vida, ma le necessità economiche della Roma e le richieste del Besiktas non hanno collimato. Il mercato è stato dichiarato chiuso da Monchi, la riflessione è tutta sul momento negativo. Di Francesco non abbandona la sua nave in crisi, ma in qualche modo deve trovare il modo insieme alla società per invertire la rotta. Il cambio di panchina, almeno per il momento, non è contemplato, anche se probabilmente questo è il punto più basso della Roma di Di Francesco.
Situazione diversa in casa Juve, anche se la sconfitta fa male. La coppa Italia ha regalato sorprese e serate di grandi emozioni (per Fiorentina e Atalanta) ma ha lasciato alla Juve due sassolini (o sassoloni) nelle scarpe: l’impossibilità di poter realizzare il triplete e l’infortunio di Chiellini. Queste ore serviranno alla Juventus per riflettere sull’opportunità o meno di prendere un altro difensore. I primi nomi che girano sono proprio quelli di Vida e Bruno Alves. Servirà anche capire bene cosa si è fatto Chiellini, prima (eventualmente) di procedere.
Anche il Milan continua a tenere viva una speranza per Carrasco. La variabile è che il Dalian ha aperto al prestito per 6 mesi (prima lo avrebbero fatto soltanto per un anno e mezzo), quindi ora il Milan aspetta di capire se questo nuovo assalto possa davvero arrivare ad una conclusione positiva. L’esterno offensivo sarebbe la ciliegina sulla torta di un mercato invernale importante, ma proprio per questo devono esserci le giuste condizioni: prestito e qualità, ovvero migliorare la rosa senza aumentare (di troppo) le spese.
Si muove soprattutto il resto della Serie A e continuerà a farlo, con frenesia, anche in queste ultime ore. Il colpo di giornata lo ha messo a segno la Samp con l’arrivo di Sau, fino a fine stagione (poi gli scadrà il contratto), visto che nel frattempo Kownacki è andato al Fortuna Dusserdolf.
Scatenato l’Empoli: arriva Dicks, è stato fatto un sondaggio per Tonelli (ma difficile che la Samp lo liberi, proprietà Napoli) e ha imbastito una trattativa fiume con il Cagliari. Chiuse le operazioni che hanno portato in toscana Pajac e Farias, mentre il Cagliari ha preso Despodov, attaccante bulgaro classe ’96 del Cska Sofia, per 3 mln più bonus e anche Luca Pellegrini dalla Roma.
Non molla affatto il Chievo, nonostante l’ultima posizione in classifica. Cacciatore (che sembrava fatta a Perugia) dovrebbe andare invece a Cagliari e in cambio potrebbe arrivare Andreolli, come rinforzo in difesa. Ma soprattutto sta per portare in Italia Piazon, dal Chelsea, per cercare di arrivare a una salvezza che oggi sembra difficilissima.
Il Bologna ha chiuso Edera e Lyanco e nel frattempo ha bloccato Mattiello e Falcinelli (entrambi richiesti proprio dal Cagliari) e lavora ancora per Basta ella Lazio (ma ancora non c’è accordo).
Il Parma cerca il colpo last minute in attacco e potrebbe tentare Lapadula (a quel punto Ceravolo sul quale oltre a Salernitana e Cremonese ha anche il Brescia), prolunga il contratto con Bruno Alves (ma come detto occhio alla Juve), continua a trattare Schiappacasse con l’Atletico Madrid e potrebbe chiudere per il portiere Brazao (in collaborazione con Inter). La Samp oltre a Sau domani potrebbe stringere per Depaoli del Chievo, se Sala dovesse poi sbloccarsi per il Parma. Al Genoa se parte Lapadula potrebbe arrivare Oberlin. La Spal ha proposto al Palermo uno scambio Rispoli-Dickmann, Rispoli che potrebbe anche andare alla Lazio in caso di partenza di Basta. L’obiettivo dei ferraresi però è un attaccante e si continua a trattare per Castaignos (ex Inter) ora allo Sporting Lisbona e potrebbe spingere per Regini se la Samp dovesse darlo in prestito.
L’Atalanta ha respinto l’assalto del Monaco per Gosens, il Genoa ha chiuso per Jagiello, trequartista polacco dello Zaglebie Lubin. Resterà in Polonia fino a giugno ma farà visite a Genova a breve. L’Udinese prova a prendere Kellu del Reading e Semedo del Benfica, Romulo è un’opportunità last minute per la Lazio e prende Casasola dalla Salernitana (da decidere nelle prossime ore se subito o a giugno)


TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Juventus, risalgono le quotazioni di Conte. Dybala in partenza, Bayern in prima fila ma c’è anche il Liverpool in un possibile scambio con Salah. Per la difesa spunta anche Jérôme Boateng. Marotta e Paratici, che sfida per Chiesa 20.04 - A fine stagione ci sarà un cambiamento inevitabile. Per la Juventus è già cominciata la fase di riflessione. Il primo nodo resta sempre Allegri. E’ vero che ci sono state le conferme del presidente Agnelli e dello stesso allenatore su un futuro ancora bianconero, ma la sensazione...

Editoriale DI: Enzo Bucchioni

Allegri non resterà. Agnelli punta tutto su Conte, l’unico grande motivatore. Arriverà un giocatore super per reparto. Il tentativo per Guardiola di due mesi fa. Napoli, fine del ciclo. Insigne un caso 19.04 - Andrea Agnelli ha confermato Allegri a caldo, subito dopo la bruciante eliminazione dalla Champions e sinceramente penso sia stata soltanto una mossa mediatica. Il tentativo, un classico in questi casi, e niente di più di cercare di deviare l’attenzione dal dramma sportivo per far...

Editoriale DI: Luca Marchetti

La Juve, la Champions, i soldi e il mercato. I programmi della Roma e la “nuova” recompra 18.04 - La mancata qualificazione alle semifinali per la Juventus non è semplicemente una sconfitta che fa male. Perché tradisce le aspettative dei tifosi della Juventus, prima ancora che le ambizioni della società a del suo presidente Agnelli. L’Ajax ha frantumato la Juventus, ha scoperto...

Editoriale DI: Tancredi Palmeri

E’ la disfatta di Allegri, checché ne dica Agnelli: vincere non era l’unica cosa che conta? La Juventus ha giocato solo quando ha dovuto reagire. Rilassatasi con l’Ajax, è crollata. Gli juventini vogliono Allegri? 17.04 - Il ranking. Il nuovo tormentone è il ranking. Uscire da questa disfatta - né più, né meno - contro l’Ajax, e parlare da parte di Agnelli di ranking e degli ultimi cinque anni sempre nei Quarti, ha lo stesso effetto dell’ingaggiare un make-up artist da Oscar per fare agghindare un...

Editoriale DI: Fabrizio Biasin

Juve: i rischi della super sfida e il moralismo senza senso sui “ragazzotti”. Inter: la verità tra le parole di Marotta (Icardi, Spalletti e... Conte). Milan: il futuro di Gattuso, spiegato nel presente. Napoli: la coerenza non è un optional 16.04 - Mentre scriviamo brucia Notre Dame e c’è davvero poco da ridere. Qualcuno fa grassa ironia “in fondo non è morto nessuno!”. Ah, pisquani, quanta pochezza. Brucia Notre Dame e noi siam qui a parlare di pallone, del resto di arte capiamo nulla, ma che fastidio accendere la tv e vedere...

Editoriale DI: Michele Criscitiello

Milan, angeli e demoni. Inter, traguardo vicino. Napoli, che horror! Chievo giustamente in B. Gravina, prima i veri problemi poi il resto... 15.04 - Le lotte per il quarto posto, e per il terzultimo, sono le uniche rimaste a farci divertire. Penserete, giustamente, come sia caduta in basso la serie A. Vero! La Juventus, ormai, deve fare i calcoli per quando festeggiare. Deve decidere solo la data e si organizza per la passerella,...

Editoriale DI: Raimondo De Magistris

La formazione di Allegri è il frutto di un campionato che non funziona. Vincere così non aiuta nessuno, nemmeno la Juve. E Andrea Agnelli lo sa bene... 14.04 - Un esordiente nel massimo campionato con la maglia della Juventus, due esordienti assoluti in Serie A, più Hans Nicolussi Caviglia. Centrocampista classe 2000 che prima di ieri sera aveva giocato in Serie A solo dieci minuti contro l'Udinese (quando il risultato era 4-0). A Ferrara,...

Editoriale DI: Niccolò Ceccarini

Inter, è Lukaku la prima scelta se parte Icardi. Dzeko e Zapata le altre ipotesi. Juventus, per il centrocampo si continua a monitorare Ndombele del Lione. Svolta Mertens, l’attaccante belga ora potrebbe rimanere. Giuntoli al lavoro per Callejon 13.04 - La fine del campionato è dietro l’angolo e una decisione deve essere presa per forza. La svolta tra l’Inter e Icardi sta per arrivare. L’addio resta l’ipotesi più probabile ma non scontata. Icardi è un grande bomber, ha 26 anni e ora più che mai è un’occasione di mercato per tante...

Editoriale DI: Enzo Bucchioni

Juve, il Real vuole Kean. De Ligt, passi avanti. Conte, scatto della Roma. Un piano con Faggiano come ds. L’ombra del Qatar. Ma l’Inter vuole chiudere in fretta. Skriniar rinnova, Chiesa più lontano. Pioli-Fiorentina alle carte bollate 12.04 - La Juve deve fare in fretta a rinnovare il contratto di Moise Kean in scadenza fra un anno. Dopo la raffica di gol e le capacità tecniche e fisiche messe in mostra dal ragazzo del 2000, mezza Europa lo sta monitorando, ma in particolare è scattata l’attenzione del Real Madrid. Zidane...

Editoriale DI: Luca Marchetti

La Juve, la legge di CR7 e le panchine che cambiano in Serie A 11.04 - Tiene duro la Juventus, CR7 ci mette sempre la sua firma per un gol che fra una settimana potrebbe valere moltissimo. La Juve tocca con mano la freschezza dei giovani talenti olandesi, ma ha assolutamente imparato la lezione impartita al Real Madrid negli ottavi di finale. Non ha...
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510