Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroFormazioniRisultati
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A AtalantaBolognaBresciaCagliariFiorentinaGenoaHellas VeronaInterJuventusLazioLecceMilanNapoliParmaRomaSampdoriaSassuoloSpalTorinoUdinese
Canali altre squadre AkragasAlessandriaAscoliAvellinoBariBeneventoCasertanaCataniaCatanzaroCesenaChievoFidelis AndriaGiana ErminioJuve StabiaLatinaLivornoNocerinaPalermoPerugiaPescaraPisaPordenonePotenzaRegginaSalernitanaSienaTernanaTrapaniTurrisVenezia
Altri canali Serie BSerie CChampions LeagueFantacalcioNazionali

Il giorno dopo Juve-Atalanta 2-2: i due rigori c'erano. E Mirco Moioli ha chiesto scusa

Il giorno dopo Juve-Atalanta 2-2: i due rigori c'erano. E Mirco Moioli ha chiesto scusaTUTTOmercatoWEB.com
© foto di www.imagephotoagency.it
lunedì 13 luglio 2020 01:25I fatti del giorno
di Raimondo De Magistris

Hanno fatto molto discutere nel post Juve-Atalanta i due rigori concessi alla squadra bianconera, entrambi per fallo di mani. Gasperini, piuttosto ironico, nel post-gara ha dichiarato che sul primo penalty De Roon poteva solo tagliarsi il braccio, ma le moviole del giorno dopo sono tutte concordi sul fatto che - regolamento alla mano - sia stato giusto assegnare quei rigori: "Posso capire l'amarezza di Gasperini per una mancata vittoria che era meritata, ma questo tipo di contestazione per episodi così netti, non mi piace. L'episodio di De Roon era uguale a quello di Lazio-Milan. Se il braccio colpito dal pallone fosse stato il destro, allora, non sarebbe stato rigore. Il difensore si assume il rischio di avere il braccio fuori sagoma, un concetto che esisteva anche nel '94 quando ho iniziato io", ha dichiarato ai microfoni di 'Radio 24' l'ex arbitro Luca Marelli. Sulla stessa falsariga anche il presidente dell'AIA Marcello Nicchi: "Stiamo parlando di una partita godibile con un arbitraggio all'altezza, e quello che non è discutibile è la giustezza dell'applicazione. A Gasperini dico che in Italia non ci sono regole diverse e una loro diversa applicazione: l'Italia non è un paese a se stante, con regole a suo piacimento".

Il post Juventus-Atalanta ha fatto anche molto discutere per l'insulto a un tifoso del Napoli da parte del team manager dell'Atalanta Mirco Moioli. Appena conclusa la partita, la Procura FIGC ha fatto sapere di aver aperto una inchiesta e poche ore dopo sono arrivate le scuse dello stesso Moioli: "Mi scuso per l’espressione usata nei confronti di questo pseudo tifoso. Mi scuso per non essere stato in grado di mantenere la calma di fronte alle accuse gravi ed infamanti di questo signore che, evidentemente, aveva preparato la provocazione. Non mi sto giustificando, sono consapevole di aver sbagliato, anche nei confronti dell’Atalanta"

TUTTOmercatoWEB.com: notizie di calcio e calciomercato
Editor: TC&C srl web content publisher since 1994
Testata giornalistica Aut.Trib.di Arezzo n. 13/05 del 10/11/2005
Direttore Responsabile: Michele Criscitiello

Iscritto al Registro Operatori di Comunicazione n. 18246
Aut. Lega Calcio Serie A e Serie B num. 53

Copyright © 2000-2020 - TUTTOmercatoWEB.com ®
Tutti i diritti riservati

P.IVA 01488100510

TMW Radio
TMW News
TMW Magazine
TMW Mob Calcio 2000