HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
TUTTOmercatoWEB.com: notizie di calcio e calciomercato
 
SONDAGGIO
Pallone d'Oro, qual è l'esclusione più sorprendente?
  Gareth Bale
  Edinson Cavani
  Angel Di Maria
  Harry Kane
  Neymar
  Luka Modric
  Paul Pogba
  Sergio Ramos
  Luis Suarez
  Hakim Ziyech

La Giovane Italia
Serie A

ESCLUSIVA TMW - Bacca: "Milan, mai ti dimenticherò. Con l'Inter un altro 3-0"

21.09.2019 08:00 di Giacomo Iacobellis  Twitter:    articolo letto 12767 volte
© foto di Matteo Gribaudi/Image Sport

Il grande giorno è arrivato: stasera Milan e Inter si sfideranno a San Siro per il 224° derby della Madonnina. Il primo vero esame per entrambe, nonostante arrivi solamente alla quarta giornata di campionato. Ancora di più dalla sponda rossonera di Milano, visto il cammino finora meno esaltante della truppa di Giampaolo e, soprattutto, considerando che l'ultima vittoria in un derby - in Serie A - risale addirittura alla stagione 2016-2017. Da quel momento solo pareggi o successi nerazzurri, fatta eccezione per i quarti di finale di Coppa Italia decisi ai supplementari da Cutrone due anni fa. Ebbene, TuttoMercatoWeb.com ha intervistato in esclusiva proprio uno dei protagonisti di quel Milan-Inter (3-0) del 31 gennaio 2016: Carlos Bacca, oggi attaccante del Villarreal.

Bacca, cosa si prova a giocare il derby della Madonnina?
"Il derby di Milano è uno dei migliori al mondo, una di quelle partite che ogni calciatore sogna di giocare almeno una volta nella vita. L'atmosfera che si vive in città prima, durante e dopo questa sfida è davvero unica, c'è elettricità nell'aria. Tutti, tifosi, allenatore e giocatori, hanno la consapevolezza di dover dare il 110%".

Lo sa bene proprio lei, che ha contribuito all'ultima vittoria del Milan in un derby di campionato.
"Sono orgoglioso e onorato di aver avuto la possibilità di giocare una partita così importante nella mia carriera, realizzando uno dei gol decisivi di quello storico 3-0 che infliggemmo all'Inter il 31 gennaio 2016. Alex ci portò in vantaggio, poi ci pensammo io e Niang a chiuderla nel secondo tempo. Il derby è una gara capace di segnare un'intera stagione, ve lo garantisco".

È quello il suo miglior ricordo legato al Milan?
"Beh, quello è stato senza alcun dubbio uno dei momenti più belli. Il gol nel derby, le tante reti segnate in due stagioni, la vittoria della Supercoppa italiana contro la Juventus... Ricordo tutto con grande affetto e ci tengo a mandare ai milanisti uno speciale in bocca al lupo in vista della partitona di questa sera. Mi auguro che il risultato finale sia lo stesso del 2016 (ride, ndr)".

Il suo presente si chiama invece Villarreal, dove milita con buoni risultati da ormai tre stagioni.
"Sono molto contento e soddisfatto, mi sto godendo ogni giorno qui. Lavoro sempre duramente per aiutare il Villarreal a raggiungere tutti gli obiettivi che si è prefissato per quest'anno. In Spagna sto bene e sono felice".

Con la speranza di tornare presto a vestire anche la maglia della Nazionale colombiana?
"Assolutamente sì, vestire la maglia del proprio Paese è sempre qualcosa di unico".

© Riproduzione riservata

TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie Serie A

Primo piano

ESCLUSIVA TMW - Prandelli: “Calcio schizofrenico. Con Preziosi patto di lealtà” “L’Atalanta deve godersi la Champions ed essere orgogliosa di quanto fatto. E poi non è ancora fuori, può giocarsela nelle prossime tre partite”. Così a TuttoMercatoWeb Cesare Prandelli commenta il cammino, non particolarmente esaltante, dell’Atalanta in Champions League. Prima...
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510