HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
TUTTOmercatoWEB.com: notizie di calcio e calciomercato
 
SONDAGGIO
La Juventus non ha confermato Allegri: siete d'accordo?
  Si, il ciclo Allegri s'è esaurito
  No, bisognava andare avanti con Allegri

La Giovane Italia
Serie A

Gollini e Mancini, con la Fiorentina notte da ex. Non senza polemiche

25.04.2019 15:00 di Marco Frattino  Twitter:    articolo letto 3549 volte
© foto di Daniele Mascolo/PhotoViews

Una notte da ex, per fare la storia con l'Atalanta e provare a farsi rimpiangere dalla Fiorentina. La squadra che stasera Pierluigi Gollini e Gianluca Mancini si troveranno di fronte all'Atleti Azzurri d'Italia è quella che li ha fatti crescere, ma senza puntare tantissimo su di loro in quanto hanno dovuto realizzare il sogno di calcare i grandi palcoscenici lontano dalla Toscana.

Gollini al Manchester United nel 2012. Il portiere è partito alla volta dell'Inghilterra, non da zero perché i red devils rappresentano sempre una grande occasione. Sfruttata in modo positivo, perché poi è tornato in Italia - al Verona - per poi rimettersi in discussione tra i pali dell'Aston Villa. Nel gennaio 2017, invece, la chance bergamasca e il ruolo da titolare rappresenta il giusto premio per chi ha saputo lavorare duramente e senza mai pensare troppo a chi non ha creduto nelle sue qualità. "Se rifarei la scelta United? Dico di sì, è stata un’esperienza di vita e calcistica molto formativa. Mi accusarono a 16 anni di essere un mercenario ma sfido chiunque a quell’età e rifiutare lo United. E’ difficile andare via da Firenze ma lo rifarei”, ha poi detto Gollini qualche anno fa tornando sull'addio ai viola.

Mancini-Fiorentina finiti in tribunale. Proprio così, perché l'attuale difensore dell'Atalanta non ha avuto un divorzio facile con i viola. Il tutto nacque col trasferimento del ragazzo al Perugia nel 2015 e, dopo un anno di prestito, il club umbro acquistò il cartellino per una cifra molto bassa con l'accordo di una percentuale di guadagno spettante alla Viola sulla futura rivendita. Avvenuta puntualmente al termine della successiva annata sportiva, con uno scambio tra Perugia e Atalanta che ha portato Mancini alla Dea e il giovane portiere Santopadre in Umbria. Il problema ci fu sulla valutazione, perché l'estremo difensore fu valutato tre milioni di euro mentre quella del difensore centrale classe '96 si fermava a qualche centinaio di migliaia di euro. Una situazione che spinse la Fiorentina a rivolgersi alla giustizia.

La resa dei conti - La semifinale di ritorno di Coppa Italia metterà Gollini e Mancini di fronte la Fiorentina. É indubbio che, col passare degli anni, la Viola ha perso due talenti in grado di poter fare la differenza nella rosa dei gigliati.


TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie Altre Notizie

Primo piano

Torino, investimenti sulle fasce per il regno di Mazzarri Il Torino a differenza di molte altre squadre di serie A, non ha il problema dell’allenatore. Proseguirà il regno di Walter Mazzarri, e ad un sovrano tattico di questa portata si cercherà di fornire un materiale di primo livello. Per questo motivo si cercherà di lavorare principalmente...
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510