HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
TUTTOmercatoWEB.com: notizie di calcio e calciomercato
 
SONDAGGIO
Totopanchina Juve: chi sarà l'erede di Allegri?
  Simone Inzaghi
  Maurizio Sarri
  Pep Guardiola
  Sinisa Mihajlovic
  Didier Deschamps
  Mauricio Pochettino
  Josè Mourinho
  Antonio Conte

La Giovane Italia
Serie A

Mercato no stop - Indiscrezioni, trattative e ufficialità del 23 aprile

Il punto su tutte le news di calciomercato della giornata appena andata agli archivi. Tra indiscrezioni, trattative e retroscena ecco le notizie più importanti.
24.04.2019 01:00 di Tommaso Bonan   articolo letto 16466 volte
© foto di Insidefoto/Image Sport

IL PSG PUNTA ICARDI. LUKAKU IL SOSTITUTO PER L'INTER, DZEKO L'ALTERNATIVA. CONTE VERSO LA ROMA. JUVENTUS VERSO LA RIVOLUZIONE. SU CHIESA PIOMBA IL BAYERN MONACO

Il Paris Saint-Germain è in vantaggio per l'acquisizione in estate di Mauro Icardi, centravanti argentino che lascerà l'Inter nonostante le ultime dichiarazioni di Wanda Nara. Edinson Cavani infatti potrebbe lasciare Parigi questa estate e il PSG sta seriamente valutando l'acquisizione di Icardi, che l'Inter valuta almeno 70 milioni di euro. In seconda fila c'è l'Atletico Madrid, con Simeone che è un grande estimatore del 9 di Rosario ed è consapevole che in estate l'attacco dei colchoneros potrebbe subire importanti scossoni. In caso di arrivo di Antonio Conte in panchina non ci sono dubbi su chi sarà il primo obiettivo per la prossima stagione: si tratta di Romelu Lukaku, attaccante del Manchester United che il manager pugliese già cercò nei suoi trascorsi al Chelsea. Per la prossima stagione i red devils hanno intenzione di puntare su Jovic dell'Eintracht e, a quel punto, non ci sarebbe più spazio per l'attaccante belga che è legato al club inglese da un ingaggio piuttosto importante: più di 8.5 milioni di euro netti a stagione. L'alternativa è Dzeko, legato alla Roma da un contratto in scadenza nel 2020 e certo di andar via in estate. Nel taccuino di Ausilio e Marotta anche Rodrigo del Valencia e Duvan Zapata dell'Atalanta. Infine, il capitolo Gabigol. L'attaccante brasiliano, che col Flamengo ha da poco vinto il campionato carioca, pesa a bilancio circa 15 milioni di euro per i nerazzurri. Che puntano a incassarne circa 20 da un'eventuale cessione. Il prestito al club rossonero ha scadenza a fine anno, ma l'Inter ha la possibilità di terminarlo prima, opzione percorribile in caso arrivino offerte allettanti per le casse della Beneamata.

Antonio Conte è più vicino alla Roma rispetto agli ultimi mesi. Dopo avere risposto con un educato "no grazie" lo scorso novembre - quando però ha rifiutato anche l'offerta del Real Madrid - il tecnico non ha mai sciolto le riserve, pur avendo fatto sapere di essere stuzzicato dall'idea di allenare nella Capitale. L'opzione principale era quella di tornare alla Juventus ma, dopo le parole di Agnelli che hanno confermato Allegri, le percentuali si sono drasticamente ridotte. Così nelle ultime ore si sono alzate sensibilmente le quotazioni di un possibile approdo a Roma dell'ex Chelsea. Conte sarebbe affascinato dall'ipotesi di vincere in giallorosso, entrando nella storia del club. Le altre piste portano al solito Maurizio Sarri, ora blindato con i Blues, poi Giampaolo e Gasperini. Da capire l'esborso monetario, ma potrebbe essere un ingaggio intorno a quello percepito in Nazionale (più di tre milioni di euro più sponsor) nonostante la richiesta sia di circa 10 milioni di euro per tre anni. Fase di stand-by invece fra Roma e Nicolò Zaniolo per il rinnovo di contratto. L'offerta giallorossa è da 1,7 milioni di euro più bonus a stagione fino al 2024, la richiesta del giocatore è di un ingaggio superiore ai 2 milioni di euro (alla cifra tonda può esserci il punto d'incontro) e una scadenza bloccata a quella attuale, ovvero al giugno 2023.
Capitolo direttore sportivo. Salutato anzitempo Monchi, il club giallorosso avrebbe deciso di puntare dritto su Gianluca Petrachi, artefice del Torino firmato Cairo delle ultime stagioni. Assieme a lui continuerà ad operare Frederic Massara.

Non è un solo una questione di contratto. Massimiliano Allegri e la Juventus si incontreranno a breve. L'accordo con il tecnico ha scadenza 2020 e la società bianconera non ha mai iniziato una stagione col proprio allenatore a scadenza di contratto. Nei prossimi giorni Allegri e la dirigenza si incontreranno, per stilare i piani del futuro. Insieme, fino a prova contraria, ma con un profondo rinnovamento della rosa: oltre a Barzagli e Khedira, c'è da capire il destino di diversi senatori. E costruire la squadra attorno a Cristiano Ronaldo. Tanti i possibili innesti, da De Ligt a Ruben Dias, passando per Chiesa, Zaniolo e Joao Felix. Un altro grande obiettivo è Raphael Varane, difensore del Real Madrid e campione del Mondo con la Francia. Florentino Perez lo valuta 80-90 milioni di euro, una cifra monstre che non esclude a priori la sua acquisizione ma costringe Paratici a valutare anche delle soluzioni alternative. Come il greco Kostas Manolas, che è legato alla Roma da una clausola rescissoria da 36 milioni di euro. Capitolo Pogba: i 100 milioni che la Juve ha incassato tre anni fa potrebbero infatti non bastare. Se a dicembre il centrocampista era in piena crisi e ai margini del progetto di Mourinho, nel 2019 è tornato un giocatore fondamentale in campo: 13 gol e 9 assist, la sua miglior stagione in carriera, peraltro in quella Premier League che è per antonomasia vetrina mondiale d'eccellenza. È anche considerato a livello mondiale uno degli sportivi col più alto potenziale commerciale al mondo. Tutti fattori che spingono il suo prezzo verso l'alto. Infine, dopo il brasiliano Wesley, un altro giovane rinforzo "si annuncia" come nuovo giocatore della Juve. Succede in Francia, dove Isaac Lihadji, classe 2002 dell'Olympique Marsiglia, ha pubblicato su Snapchat una sua foto con maglia bianconera e l'emoji di una mano che firma. Indizio social, per un giocatore che sport.fr definisce uno dei talenti più interessanti del calcio francese.

Lorenzo Insigne è diventato un caso per il Napoli: in panchina per 90 minuti contro l'Atalanta, dopo il battibecco con Ancelotti e i fischi del pubblico contro l'Arsenal. Un caso che agita il mercato: l'attaccante ha un contratto con gli azzurri fino al 2022, considerato il mal di pancia (e le sue recenti dichiarazioni) l'addio diventa una strada sempre più percorribile. Ci pensa il Milan: i rossoneri sarebbero pronti a un'offerta da 40 milioni di euro più Suso. A breve Mino Raiola, agente di Insigne, incontrerà De Laurentiis e Giuntoli: finora il patron ha sempre valutato Insigne attorno ai 100 milioni di euro.
Si allunga la lista di pretendenti a Kieran Trippier, terzino destro del Tottenham e all'occorrenza utilizzabile come esterno di centrocampo. Il giocatore piace al Napoli anche se il costo del cartellino e dell'ingaggio sono molto alti. L'inglese è seguito anche dall'Atlético Madrid, dall'Everton e dal Manchester United che da tempo non ha interpreti nel ruolo, adattando nel corso degli anni prima Valencia e poi Young. La valutazione fatta dagli Spurs è di 45 milioni. 28 anni, Trippier è stato protagonista di un ottimo Mondiale con l'Inghilterra ma in questa stagione ha avuto momenti di flessione.

Il Milan è vicino al rinnovo di Davide Calabria, difensore destro che ha trovato continuità di rendimento in questa stagione. Il terzino ha trovato l'accordo fino al 30 giugno 2024 per un compenso di circa 2 milioni di euro a stagione, più bonus, raddoppiando così quanto percepito finora. L'esperienza in Serie A di Samu Castillejo potrebbe invece durare appena una stagione. L'esterno offensivo del Milan è nel mirino del Siviglia, club col quale i rossoneri dovranno trattare il futuro di André Silva. ll ds Monchi, da poco rientrato in Andalusia dopo l'esperienza alla Roma, sembra interessato al calciatore ex Villarreal. Per il classe 1995, finora, 24 presenze in A con quattro gol all'attivo. L'ultimo, in ordine di tempo, sabato contro il Parma.

E' già partita una vera e propria asta di calciomercato internazionale per Federico Chiesa, attaccante classe '97 di proprietà della Fiorentina. L'esterno offensivo viola è il primo obiettivo dell'uomo mercato della Juventus Fabio Paratici per rinforzare l'attacco in vista della prossima stagione ma c'è chi è andato già oltre. Come il Bayern Monaco, che ha presentato un'offerta da 70 milioni di euro per il cartellino.

Sembra definitivamente chiuso il rapporto fra Walter Sabatini e il presidente della Sampdoria Massimo Ferrero. Durante le festività pasquali nessuno dei due ha mosso passi nella direzione dell'altro. E per Sabatini l'opzione Bologna appare decisamente calda. Cesare Prandelli - parlando dell'altra sponda di Genova - resta alla guida del Genoa, almeno per ora. Nel vertice in Versilia, il tecnico avrebbe convinto Preziosi dando la dimostrazione di spirito combattivo che il presidente rossoblù si attendeva. Ora, la nuova prova: almeno un punto contro la SPAL, in una partita che sarà comunque decisiva. L'alternativa, è noto, porta all'eventuale ritorno di Davide Ballardini.

La Lazio è pronta a rivoluzionare la squadra in vista della prossima stagione. Claudio Lotito, che ieri ha strigliato la squadra a Formello, non è affatto soddisfatto della stagione biancoceleste e in estate è pronto a cambiare il volto della Lazio: i senatori Radu, Parolo e Lulic non avranno più il posto blindato e lo spagnolo Luis Alberto è praticamente certo dell'addio. Tutto da definire, invece, il futuro di Milinkovic-Savic, reo di aver macchiato la partita contro il Chievo con la sua espulsione. Lotito non ha invece messo in discussione la posizione di Simone Inzaghi. L'allenatore della Lazio ha un contratto fino al 2020 e l'intenzione del numero uno del club è quello di promuoverlo. Anche se al momento non è ancora dato sapersi se rinnoverà o meno il contratto in scadenza al termine della prossima stagione.

Battere il Milan per convincere Patrick Cutrone. È questa una delle missioni del Torino, in ottica mercato e in vista del prossimo confronto di campionato coi rossoneri. Una vittoria dei granata, peraltro in uno scontro diretto che potrebbe valere l'Europa, potrebbe valorizzare per l'attaccante l'opportunità che avrebbe al Toro.

IL MANCHESTER CITY PUNTA RODRI. REAL MADRID, 500 MILIONI PER IL MERCATO. SULE PIACE ALLO UNITED. BUFFON-PSG, REBUS RINNOVO.
Il Manchester City ha individuato in Rodri dell'Atlético Madrid il sostituto del 33enne Fernandinho. Il club inglese è disposto a pagare la clausola di 70 milioni di euro. Classe 1996, Rodrigo Hernández Cascante, questo è il suo nome completo, è un giocatore dei colchoneros dall'estate scorsa, acquistato dal Villarreal per 20 milioni più 5 di bonus. Il club inglese, inoltre, è vicino all’accordo per il rinnovo del contratto di John Stones. Il difensore inglese è uno dei perni di Pep Guardiola e nelle prossime settimane, probabilmente a fine campionato, arriverà il prolungamento per blindarlo anche in ottica mercato.

Il Real Madrid e un calciomercato da 500 milioni di euro. Questa la cifra che è pronto spendere il presidente Florentino Perez per riportare in alto le merengues. Eden Hazard e Paul Pogba sono i primi obiettivi di una società che col ritorno di Zinedine Zidane in panchina vuole tornare a brillare e aprire un altro ciclo vincente. Nel mirino ci sono anche Gundogan, Jovic ed Eriksen, ma non mancheranno le cessioni illustri: Isco, Kroos, Varane e Modric sono tutti calciatori che potrebbero andar via qualora dovessero crearsi le giuste condizioni.

Niklas Süle è entrato nel mirino del Manchester United. Il difensore tedesco, 23 anni, al secondo anno al Bayern si è guadagnato lo status di titolare passando davanti nelle gerarchie sia a Jerome Boateng che a Mats Hummels. I red devils cercano già dalla scorsa estate, senza successo, un difensore centrale. Fallito l'assalto a Harry Maguire si punta adesso al tedesco ed è pronta un'offerta da 60 milioni di euro. Süle, 23 anni, è stato acquistato nel 2016 dal Bayern che ha pagato 20 milioni di euro l'Hoffenheim.

Sempre il Manchester United è fra i possibili acquirenti di Gareth Bale. L'attaccante del Real Madrid è in uscita, ma la propensione agli infortuni del gallese e il suo alto ingaggio rendono difficile una collocazione a titolo definitivo, tanto da indurre i blancos a considerare un prestito con diritto di riscatto. Con questa formula, ecco l'interesse dei red devils pronti a pagare 6 milioni per l'acquisto a titolo temporaneo. Bale, classe 1989, è stato acquistato dal Real Madrid nel 2013 per l'allora cifra record di 100 milioni di euro. Il suo contratto scade nel 2022.

Gianluigi Buffon ha conquistato nel weekend il suo decimo campionato in carriera, il primo in una squadra diversa dalla Juventus. Alla collezione dei trofei, che vede nel palmarès del portiere un Mondiale, un Europeo Under 21, una Coppa UEFA 5 Coppe Italia, 6 Supercoppe italiane e una Supercoppa francese anche la Coppa di Francia, Rennes permettendo, nella finale in programma sabato. Titolo che potrebbe essere l'ultimo: il rinnovo, che sembrava imminente prima del ritorno degli ottavi di finale di Champions League, ha subito una brusca frenata proprio a causa della sua prestazione, che ha inciso bella clamorosa eliminazione del Paris Saint-Germain per mano del Manchester United. Complessivamente Buffon ha raccolto 22 presenze, 5 delle quali in Champions League dove è stato indiscutibilmente il titolare. Diverso il discorso in Ligue 1, dove gli è stato preferito per la maggior parte dei casi Areola. 14 gettoni per il carrarino.

Aihen Muñoz continuerà a vestire la camiseta della Real Sociedad. Il difensore classe '97, attualmente inserito nella formazione B con qualche apparizione in prima squadra, ha firmato il rinnovo contrattuale fino al 30 giugno 2022. Nella prossima stagione, il calciatore sarà inserito stabilmente nel giro della formazione biancoblu dopo aver collezionato sei presenze nella Liga in corso.

Ryan Babel, 32 anni, si prepara per una nuova esperienza, in quanto non resterà tra le file del Fulham che è già condannato a salutare la Premier League. Arrivato a gennaio dal Besiktas, l'ex Liverpool ha siglato quattro gol in 13 presenze nella massima divisione inglese ma a giugno cercherà un'altra squadra in cui giocare per conquistare la convocazione con l'Olanda per l'Europeo del 2020. Babel, infatti, è tornato nel giro della selezione orange nel 2017 e rappresenta una pedina più o meno fissa per il ct Ronald Koeman.

Thomas Meunier potrebbe essere arrivato al termine della sua esperienza al Paris Saint-Germain. L'esterno belga, all'ombra della torre Eiffel dal 2016, sembra pronto a viaggiare in direzione Premier League. Il Manchester United, nel giro dei prossimi mesi, è disposto a lanciare l'assalto decisivo per mettere le mani sul cartellino dell'ex Club Bruges. A favorire il trasferimento è anche la scadenza contrattuale di Meunier, fissata al 2020: il PSG e l'entourage del calciatore non sembrano prossimi a trovare un'intesa per allontanare le voci di mercato.

Infine un'ufficialità. Il Wolfsburg ha infatti reso noto il nuovo tecnico a partire da luglio. Oliver Glasner, attualmente allenatore del LASK secondo in classifica nel campionato austriaco, ha firmato fino al 30 giugno del 2022.


TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie Russia 2018

Primo piano

Torino-Lazio, ufficiali: Moretti in panchina. Esordio dal 1' per Jordao Di seguito le formazioni ufficiali di Torino-Lazio: BREMER TITOLARE Ultima partita per Emiliano Moretti che parte dalla panchina ma entrerà certamente a partita in corso per chiudere la sua lunga carriera di calciatore a quasi 38 anni. Lo aspetta una nuova avventura da dirigente....
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510