HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
TUTTOmercatoWEB.com: notizie di calcio e calciomercato
 
SONDAGGIO
Chi volete come centravanti dell'Italia a Euro2020?
  Ciro Immobile
  Andrea Belotti
  Mario Balotelli

La Giovane Italia
Serie A

Inter, Eintracht tosto. Spalletti senza Icardi dovrà fare una scelta

23.02.2019 07:30 di Alessandro Rimi  Twitter:    articolo letto 12046 volte
© foto di PhotoViews

Squadra tosta l’Eintracht Francoforte, prossima avversaria dell’Inter agli ottavi di Europa League. I tedeschi, imbattuti in questa competizione, avevano già sconfitto due volte un’altra italiana nella fase a gironi: la Lazio. Il tecnico austriaco Adolf Hütter, campione in patria con il Salisburgo (che sfiderà il Napoli) e in Svizzera alla guida dello Young Boys, ha portato in Germania un calcio verticale, variegato e moderno. Costruisce la sua squadra su un 3-4-1-2 imprevedibile, imperniato sui movimenti e sui gol del nueve Jovic (20 in stagione), del bomber di peso Haller (16) e del jolly offensivo Rebic (8), vice campione del mondo e connazionale di Perisic e Brozovic. In Europa è titolare anche il fantasista serbo Gaćinović (2): suo uno dei 2 gol realizzati da fuori area dall’Eintracht al di là dei confini nazionali. Il resto dei centri sono così spalmati: 14 in area, 1 dal dischetto, 3 su palla inattiva, 3 autogol per quello che è l’attacco più prolifico della competizione. L’anno scorso i tedeschi hanno ottenuto il diritto di partecipare all’Europa League, partendo direttamente dalla fase a gironi, grazie al successo in DFB-Pokal (Coppa di Germania). In finale secca battuto il Bayern per 3-1 con la doppietta di Rebic - che poi si confermerà al Mondiale di Russia - e il gol nel finale di Gaćinović.

Non solo l’Inter dovrà preparare al massimo delle proprie possibilità questa sfida ma, al contempo, sarà necessario dosare le forze considerando un calendario non proprio semplicissimo da affrontare. Il ritorno degli ottavi è previsto per il 14 marzo a San Siro, là dove appena tre giorni dopo andrà in scena un derby cruciale per il congelamento di un posto che vale la partecipazione alla prossima Champions League. Come se non bastasse, nel mezzo ci sono anche il caso Icardi e l’assenza - più lunga del previsto - di Keita Balde. Il senegalese potrebbe essere costretto ad aspettare ancora una decina giorni prima di tornare a disposizione. Nonostante gran parte dei tifosi continuino a rimanere diffidenti, quasi noncuranti, il problema vero però è Maurito. Non si può fare finta di nulla e una cosa è certa: in fondo al torneo i nerazzurri, preservando nel frattempo il terzo posto in Serie A, non ci possono arrivare. Sarebbe anche qualcosa di più di un’impresa. Vero che Keita può anche giocare da punta, così come anche Politano, ma senza i gol di Icardi - al quale presto verrà fatta recapitare una seconda proposta ufficiale di rinnovo fino al 2023 - l’Europa risulta una montagna impossibile da scalare per intero. Potrebbe voler dire che, a un certo punto della stagione, Spalletti dovrà scegliere a cosa puntare davvero: andare in Champions grazie al giusto piazzamento in campionato, o provare a fare all-in sui campi internazionali?


TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie Serie A

Primo piano

...con Joao Santos “Da quella partita contro la Svezia che non ha permesso all’Italia di andare al Mondiale ad oggi, Jorginho si è calato nella realtà della Nazionale e con Mancini c’è un grande feeling”. Così a TuttoMercatoWeb l’agente del centrocampista del Chelsea e della Nazionale Italiana Jorginho,...
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510