HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
Da TUTTOmercatoWEB.com le ultime notizie di calcio mercato su Juve, Milan, Inter, Napoli, Roma
 
SONDAGGIO
Rinnovo Icardi: cosa farà il capitano dell'Inter?
  Resterà all'Inter senza rinnovo
  Rinnoverà il contratto in scadenza nel 2021
  Non rinnoverà e lascerà l'Inter in estate

La Giovane Italia
Serie A

Nota lieta in una serata da dimenticare: l'Udinese ha ritrovato Scuffet

06.10.2018 20:45 di Gaetano Mocciaro  Twitter:    articolo letto 9172 volte
© foto di www.imagephotoagency.it

C'è qualcosa da salvare anche in un pomeriggio dove non hai visto palla. L'Udinese di questa sera si può consolare con una conferma: Simone Scuffet sta tornando. Nonostante il ko il portiere ha evitato un passivo ben più pesante, con alcuni interventi da supereroe.

Una piacevole conferma per un giocatore che sembrava essersi "bruciato", come molti, dall'etichetta di "predestinato". Prima di Donnarumma era lui l'enfant prodige della porta: esordio in Serie A a 17 anni e dopo poche partite già la convocazione in Nazionale maggiore da Cesare Prandelli per uno stage. In pochi si sarebbero aspettati una frenata, a maggior ragione così brusca come avvenuta a Scuffet: la panchina dietro Karnezis dalla stagione successiva, il prestito fallimentare a Como, il ritorno alla base dove è stato scavalcato da Bizzarri dopo alcune prove macchiate da alcuni errori.

In questa stagione Scuffet doveva partire come dodicesimo, dietro il neo acquisto Musso. L'infortunio all'argentino gli ha dato una nuova chance. Ripagata con prestazioni come quella di Verona, dove è stato decisivo nel successo contro il Chievo, e quella di stasera, dove non ha evitato il ko solo perché di fronte aveva la Juventus. Scuffet si sta riprendendo il terreno perduto e ha ancora solo 22 anni. Il presente e il futuro può essere ancora suo.


TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie Serie A

Primo piano

TMW - Watford, contatto per Tchouameni: il Bordeaux spara alto Il Watford mette la freccia e prova il sorpasso alle altre squadre, italiane comprese, interessate ad Aurelien Tchouameni. Il contatto tra il club londinese ed il Bordeaux, tuttavia, ha avuto come primo esito una richiesta di 15 milioni di euro considerata eccessiva dalla dirigenza...
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510   
-->