HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
TUTTOmercatoWEB.com: notizie di calcio e calciomercato
 
SONDAGGIO
Il Napoli esonera Ancelotti e punta su Gattuso. Decisione giusta?
  Giusto cambiare, e Gattuso è la scelta giusta
  Giusto cambiarlo, ma Ancelotti non andava sostituito con Gattuso
  Sbagliata: bisognava andare avanti con Ancelotti

La Giovane Italia
Serie A

Talismano Lukic: con lui titolare, nel 2019 il Torino non ha mai perso

13.10.2019 09:15 di Emanuele Pastorella   articolo letto 1518 volte
© foto di Daniele Buffa/Image Sport

Tecnica, visione di gioco, e pure talismano: in due parole, Sasa Lukic. La crescita costante del giovane serbo continua, sempre nel segno di Luka Modric, l’idolo che ha fin da bambino come svelato dal ritiro di Bormio. Si percepiva la sua mancanza, contro il Napoli è arrivata la conferma: per come vuole giocare Walter Mazzarri, Lukic è fondamentale. Perché di fatto è lui l’equilibratore della squadra, quello che riconquista palla e fa subito ripartire l’azione, ma che fa anche molto lavoro sporco, quasi da non vedersi. E poi ci sono i numeri, questi sono tutti dalla sua parte: nell’anno solare è partito 13 volte titolare, il Toro non ha mai perso, ma ha vinto in otto occasioni e pareggiato in cinque. Non può essere un caso, gli indizi sono troppi per pensare che sia e solo semplicemente merito del fato. E tra le partite ci sono anche i big-match contro Inter, Juve (nel derby ha segnato il suo primo dei due gol realizzati in granata), Milan e due volte Napoli, l’anno passato e domenica scorsa. Al Fila sta continuando a crescere un gioiellino che pian piano sta diventando una colonna della Serbia non solo Under 21, ma anche della Nazionale maggiore: altri 45 minuti e vittoria per 1-0 nell’amichevole contro il Paraguay. Insieme all’amico, ed ex compagno in granata, Ljajic dovrà ancora affrontare la Lituania lunedì, poi farà ritorno da Mazzarri. Anche perché c’è un obiettivo nel mirino.

Traguardo 50 - Nelle due parentesi sotto la Mole, la prima nel 2016/2017 e poi dal 2018 in avanti con in mezzo l’esperienza in Spagna al Levante, il serbo ha collezionato 49 presenze. A Udine, dunque, può fare cifra tonda: da martedì sarà nuovamente a disposizione del tecnico, che studierà se e come impiegare Lukic. E il classe ’96 può fare davvero tutto, dalla mezzala al regista fino al trequartista. Praticamente ovunque in mezzo al campo, offrendo oltre a tecnica e grinta anche una buona dose di fortuna. L'Udinese è nel mirino, prima però la Lituania.


TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie Serie A

Primo piano

Serie A, la classifica aggiornata: Juve in cima, Milan con Torino e Napoli La Juventus archivia la pratica Udinese, con Ronaldo uomo-copertina grazie ai suoi due gol, ed in attesa di sapere come finirà Inter-Fiorentina questa sera, torna nuovamente in vetta alla Serie A, con una sola lunghezza di margine nei confronti dei nerazzurri. Rimane invece al sesto...
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510