Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroFormazioniRisultati
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A AtalantaBolognaBresciaCagliariFiorentinaGenoaHellas VeronaInterJuventusLazioLecceMilanNapoliParmaRomaSampdoriaSassuoloSpalTorinoUdinese
Canali altre squadre AkragasAlessandriaAscoliAvellinoBariBeneventoCasertanaCataniaCatanzaroCesenaChievoFidelis AndriaGiana ErminioJuve StabiaLatinaLivornoNocerinaPalermoPerugiaPescaraPisaPordenonePotenzaRegginaSalernitanaSienaTernanaTrapaniTurrisVenezia
Altri canali Serie BSerie CChampions LeagueFantacalcioNazionali

Arezzo, striscione duro contro La Cava: "È gravissimo, non ne voglio più sapere"

Arezzo, striscione duro contro La Cava: "È gravissimo, non ne voglio più sapere"
domenica 05 luglio 2020 23:25Serie C
di Alessandra Stefanelli
fonte TuttoC.com

Aria tesa in casa Arezzo. Dopo aver chiesto chiarezza e garanzie sul futuro del club amaranto, senza ottenere risultato, i gruppi della Curva Sud hanno esposto un eloquente striscione presso il domicilio del presidente Giorgio La Cava: "La vita è fatta di scelte - si legge sullo stesso, - ogni scelta è un'azione, ogni azione genera una reazione. Far fallire l'Arezzo, Salvare l'Arezzo".

Non si è fatta attendere la reazione del numero uno amaranto che - ai colleghi di ArezzoNotizie - ha risposto duramente: "E' una cosa gravissima con questo ho chiuso con l'Arezzo. Venire sotto casa mia da Arezzo appositamente per lasciare quello striscione quando io da giorni sono lavoro per il bene della società. Anche questa mattina stavo lavorando nella trattativa con i giocatori e alle 14 avevo anche ricevuto una bella notizia. Un imprenditore romano cento volte più forte di me, di cui non faccio il nome per rispetto, si era fatto avanti per rilevare l'Arezzo a patto che restassi anche io. Avevamo fissato di andare dal notaio giovedì e chiudere tutto. Dopo questo striscione ho fermato tutto, l'ho chiamato e gli ho detto che non se ne fa nulla e che forse è meglio che non investa nel calcio".

Sul futuro del club ha quindi concluso: "Cederò la società cosi com'è, quindi chi la vuole si faccia avanti e andiamo dal notaio. Vedere certi messaggi, certe minacce non mi va proprio giù. Ho già chiamato la Digos di Arezzo e domani con il mio avvocato presenterò la denuncia. Ci sono anche telecamere in quella zona vedremo un po' cosa viene fuori. Di certo io da oggi dell'Arezzo non ne voglio più sapere".

TUTTOmercatoWEB.com: notizie di calcio e calciomercato
Editor: TC&C srl web content publisher since 1994
Testata giornalistica Aut.Trib.di Arezzo n. 13/05 del 10/11/2005
Direttore Responsabile: Michele Criscitiello

Iscritto al Registro Operatori di Comunicazione n. 18246
Aut. Lega Calcio Serie A e Serie B num. 53

Copyright © 2000-2020 - TUTTOmercatoWEB.com ®
Tutti i diritti riservati

P.IVA 01488100510

TMW Radio
TMW News
TMW Magazine
TMW Mob Calcio 2000