Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroFormazioniRisultati
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A AtalantaBolognaBresciaCagliariFiorentinaGenoaHellas VeronaInterJuventusLazioLecceMilanNapoliParmaRomaSampdoriaSassuoloSpalTorinoUdinese
Canali altre squadre AkragasAlessandriaAscoliAvellinoBariBeneventoCasertanaCataniaCatanzaroCesenaChievoFidelis AndriaGiana ErminioJuve StabiaLatinaLivornoNocerinaPalermoPerugiaPescaraPisaPordenonePotenzaRegginaSalernitanaSienaTernanaTrapaniTurrisVenezia
Altri canali Serie BSerie CChampions LeagueFantacalcioNazionali

Catania, Furlan sul taglio degli stipendi: "Non si può dire che sia giusto o doveroso farlo"

Catania, Furlan sul taglio degli stipendi: "Non si può dire che sia giusto o doveroso farlo"TUTTOmercatoWEB.com
© foto di Andrea Rosito
giovedì 02 aprile 2020 22:49Serie C
di Luca Bargellini

Attraverso un video pubblicato attraverso il proprio profilo Instagram Jacopo Furlan, portiere del Catania, ha voluto dire la sua sulla questione del taglio degli stipendi dei calciatori: “Parto da una base. I calciatori, in tutte le categorie, veniamo pagati da dei privati che investono delle loro risorse in uno sport. Quando si va a toccare pubblicamente i giocatori, come privilegiati etc, bisogna sempre ricordarsi che la Serie A è un mondo, la B un altro e la C un altro ancora. Chi come me gioca in una piazza blasonata è possibile che guadagni qualcosa in più rispetto ad altri, questo è vero, ma potremmo comunque avere delle spese da sostenere o aver deciso di fare degli investimenti perché la nostra è una delle categorie più precarie al mondo dove se hai fortuna hai due anni di contratto. Sento polemiche sul fatto che un calciatore possa guadagnare diecimila euro al mese e un ricercatore solo 1500. Anche a me non va bene che un ricercatore possa essere pagato così ma non dipende da me e non mi va che venga puntato il dito contro di noi. Spetta allo stato trovare soluzioni e non trovo giusto che non si debba pagare noi come categoria. Se in Serie A vogliono ridursi lo stipendio ben venga perché se lo possono permettere, ma non si può dire che sia giusto o doveroso che lo facciano. L’opinione pubblica non si può permettere di dire che lo sia”.

Visualizza questo post su Instagram

È ora di finirla con sta storia dei calciatori.

Un post condiviso da Furlan Jacopo (@jacofurlan1) in data:

TUTTOmercatoWEB.com: notizie di calcio e calciomercato
Editor: TC&C srl web content publisher since 1994
Testata giornalistica Aut.Trib.di Arezzo n. 13/05 del 10/11/2005
Direttore Responsabile: Michele Criscitiello

Iscritto al Registro Operatori di Comunicazione n. 18246
Aut. Lega Calcio Serie A e Serie B num. 53

Copyright © 2000-2020 - TUTTOmercatoWEB.com ®
Tutti i diritti riservati

P.IVA 01488100510

TMW Radio
TMW News
TMW Magazine
TMW Mob Calcio 2000