Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroFormazioniRisultati
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A AtalantaBeneventoBolognaCagliariCrotoneFiorentinaGenoaHellas VeronaInterJuventusLazioMilanNapoliParmaRomaSampdoriaSassuoloSpeziaTorinoUdinese
Canali altre squadre AkragasAlessandriaAscoliAvellinoBariBresciaCasertanaCataniaCesenaFrosinoneLatinaLecceLivornoMonzaNocerinaPalermoPerugiaPescaraPordenonePotenzaRegginaSalernitanaTernanaTrapaniTurrisVeneziaVirtus Entella
Altri canali Serie BSerie CChampions LeagueFantacalcioNazionali

L'assessore allo sport sta col Grosseto: "Arbitro avrebbe detto città di merda che non merita la C"

L'assessore allo sport sta col Grosseto: "Arbitro avrebbe detto città di merda che non merita la C"TUTTOmercatoWEB.com
© foto di Prospero Scolpini/TuttoSalernitana.com
mercoledì 18 novembre 2020 16:34Serie C
di Claudia Marrone

Una maximulta da 10mila euro “perché‚ persone non identificate ma riconducibili alla società, dopo il termine della gara rivolgevano frasi offensive e minacciose all'arbitro che rientrava nel suo spogliatoio. Una volta che quest'ultimo ha chiuso a chiave la porta del proprio spogliatoio, detti soggetti hanno colpito con numerosi calci la porta stessa fino ad aprirla con il chiaro intento di aggredire fisicamente l'arbitro, tentativo sventato solo dal pronto intervento delle forze dell'ordine, le medesime hanno poi dovuto scortare la quaterna arbitrale fino all'hotel per proteggerla dagli atteggiamenti aggressivi e minacciosi dei medesimi soggetti”, tre giornate di squalifica a mister Lamberto Magrini e tre mesi al vice presidente Mario Ceri: un bilancio che, per il Grosseto, sembra più un bollettino guerra. Ma questo è stato l'esito del giudice sportivo, dopo la gara persa contro il Lecco.

E se da un lato il club maremmano ha fatto sapere di presentare ricorso, dall'altro c'è l'assessore allo sport del comune di Grosseto, Fabrizio Rossi, che ha detto la sua sulla vicenda. Queste le sue parole, riprese da maremmanews.it: "Rimango allibito per quanto accaduto domenica scorsa allo stadio "Zecchini".
Non parlo dell'esito della gara del Grosseto, che ingiustamente si è visto annullare il goal che lo avrebbe certamente visto prevalere sugli ospiti del Lecco. Mi riferisco al comportamento dell'arbitro Carrione che pare aver definito la nostra città come una "città di merda" e che "non merita di restare in serie C".
Io mi auguro che ciò non sia vero poiché sarebbe gravissimo proprio nella giornata, tra l'altro, del "fair play" promossa dal Panathlon club. Invito l'arbitro a chiarire e a chiedere scusa alla Città di Grosseto, qualora la circostanza fosse confermata poiché sarebbe davvero grave che un arbitro professionista si esprima in questi termini della nostra Grosseto, come di ogni altra realtà nella quale lo stesso è chiamato a svolgere il suo lavoro imparziale e trasparente sul campo. Ci riserviamo comunque ogni più opportuna azione in merito".

TUTTOmercatoWEB.com: notizie di calcio e calciomercato
Editor: TC&C srl web content publisher since 1994
Testata giornalistica Aut.Trib.di Arezzo n. 13/05 del 10/11/2005
Direttore Responsabile: Michele Criscitiello

Iscritto al Registro Operatori di Comunicazione n. 18246

Copyright © 2000-2020 - TUTTOmercatoWEB.com ®
Tutti i diritti riservati

P.IVA 01488100510

TMW Radio
TMW News
TMW Magazine
TMW Mob Calcio 2000