HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
TUTTOmercatoWEB.com: notizie di calcio e calciomercato
 
SONDAGGIO
Chi volete come centravanti dell'Italia a Euro2020?
  Ciro Immobile
  Andrea Belotti
  Mario Balotelli

La Giovane Italia
Altre Notizie

ESCLUSIVA TMW - Spadavecchia assolto dopo undici anni: “La fine di un incubo”

19.03.2019 19:25 di Alessio Alaimo  Twitter:    articolo letto 6810 volte
© foto di Luigi Putignano/TuttoLegaPro.com

“Undici anni sono tanti, troppi. Finalmente”. La fine di un incubo per Vitangelo Spadavecchia, ex portiere del Sorrento, assolto dopo undici anni dall’accusa di illecito in occasione di una partita contro la Juve Stabia. “Ci ho sempre creduto, speravo - dice Spadavecchia a TuttoMercatoWeb - fino in fondo che la giustizia facesse il suo corso anche se la giustizia sportiva è stata troppo frettolosa. Dopo l’assoluzione piena tanti si rimangeranno tutto quello che hanno detto... era giusto che finisse così. È la fine di un incubo”.

Immagino che chiederà un cospicuo risarcimento.
“Assolutamente si. Valuterò con il mio avvocato. Una volta che usciranno le motivazioni vedremo cosa fare. Essere accusato di una cosa che non esiste non è stato facile. Dico grazie alla famiglia che mi è stata vicina. Ora valuterò con il mio avvocato Andrea Calò che ringrazio per l’epilogo finale di questa vicenda, è una questione di principio. Qualcuno dovrà rimangiarsi tante cose che ha detto. Ho rinunciato alla prescrizione nonostante il primo grado fosse andato male. Altrimenti mi sarei incolpato di una cosa che non ho commesso”.

Cosa c’è nel futuro di Spadavecchia?
“Sto giocando ancora, in Eccellenza. Al Verbano. Vorrei fare il preparatore dei portieri. Farò il corso, poi vedremo se avrò la fortuna di arrivare in alto oppure no. Intanto mi diverto al Verbano, ho trovato un presidente fantastico” .

© Riproduzione riservata

TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie Altre Notizie

Primo piano

I 100 milioni, il no allo scambio: cosa vuole fare il Napoli di Insigne? Nemo propheta in patria è modo di dire quantomai calzante al Napoli di De Laurentiis. I grandi idoli di questo ciclo sono del resto tutti giocatori che non hanno legame con una terra che resta sempre molto prolifica dal punto di vista dei talenti prodotti: da Lavezzi a Cavani, passando...
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510