HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
TUTTOmercatoWEB.com: notizie di calcio e calciomercato
 
SONDAGGIO
L'Italia di Mancini può vincere l'Europeo?
  Sì: ha dimostrato di essere all'altezza delle migliori
  Sì ma solo con un sorteggio favorevole
  Serve un miracolo, è ancora presto
  No: il girone era facile e il vero valore è sempre lo stesso

La Giovane Italia
Altre Notizie

TMW RADIO - Lucarelli: "Piatek, periodo no al Milan ma è un bomber"

16.10.2019 08:44 di TMWRadio Redazione  Twitter:    articolo letto 2209 volte

Per parlare dei temi del momento è intervenuto a TMW Radio, durante Maracanà, l'ex attaccante Cristiano Lucarelli. Ecco le sue parole:

Su Piatek
"Il giocatore è un bomber, ma purtroppo ci sono dei momenti nella carriera in cui la palla non va dentro neanche con le mani. Io lo passai al Torino, quando ne feci solo uno. Può capitare. Ma il ragazzo a Genova ha segnato subito, a Milano pure. Un po' ora c'ha messo del suo, poi per una parte della stampa era in crisi già alla terza giornata. Ha abituato bene tutti, lo si è fatto passare molto prima come un attaccante in crisi e forse ha subìto la pressione".

Sugli attaccanti della Serie A
"Il più funzionale è Dzeko, riesce a fare gol ma è importante anche nella costruzione del gioco della squadra. Lukaku lo si potrà apprezzare meglio quando starà meglio fisicamente. Immobile è uno invece che fa fare il salto di qualità alla squadra segnando, il meglio lo dà attaccando gli spazi e finalizzando".

Su Lukaku e Icardi
"Icardi scapolo è meglio di Luaku (scherza, ndr). Fino a qualche anno fa, ha tenuto l'Inter in piedi da solo. Da quando ha dato pieni poteri alla moglie, sapendo che si potevano creare problemi nel gruppo, sono arrivati i problemi. Nel momento in cui fai quella scelta, sai che vai a creare delle turbative. E non è questione di sessismo, perché ci sono ottime procuratrici ma non sono mogli dei giocatori che assistono".

Sulle parole di Milik
"Il Napoli negli ultimi anni ha fatto grandissime cose. Ha potuto contare sempre su 13-15 titolari, che alla fine di un annata riuscivano a ritagliarsi un po' di spazio. Oggi ha 20-21 titolari potenziali, e questo aumenta la competitività. Ha tanti giocatori per ruolo e qualche mal di pancia può venire fuori. Ma piano piano si abitueranno. Ancelotti fa le scelte anche sulla base di ciò che vede in settimana. Magari anche Milik si deve chiedere se trasmette i giusti segnali al tecnico".

Sul caso Turchia
"Sono favorevole a spostare la finale di Champions a Istanbul. Il gesto dei giocatori? E' solo un gesto di paura. Uva? Lui dice che la Fifa non è l'Onu ma deve pensare all'ordine pubblico e alla sicurezza di chi andrà a vedere quella finale".


TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie Altre Notizie

Primo piano

Mercato no stop - Indiscrezioni, trattative e ufficialità del 21 novembre NON SOLO MILAN E BOLOGNA PER IBRAHIMOVIC. SPUNTA IL TOTTENHAM. INTER: RINNOVI IN VISTA PER ASAMOAH E CANDREVA. CUADRADO PROLUNGA CON LA JUVE, EMRE CAN VERSO L’ADDIO. LE BIG SPAGNOLE SU FABIAN RUIZ DE NAPOLI. COMMISSO-FIORENTINA A VITA. KUMBULLA PIACE ALLA LAZIO In vista di gennaio...
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510