HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
Da TUTTOmercatoWEB.com le ultime notizie di calcio mercato su Juve, Milan, Inter, Napoli, Roma
 
SONDAGGIO
Roma e Juventus ce la faranno a qualificarsi ai quarti di finale?
  Si, entrambe
  Solo la Roma
  Solo la Juventus
  No, nessuna delle due

La Giovane Italia
Editoriale

Higuain-Chelsea, ci siamo. Le alternative del Milan per sostituirlo: Piatek ma non solo... Iniziano a muoversi gli attaccanti... attenzione!

17.01.2019 06:42 di Luca Marchetti   articolo letto 47202 volte
© foto di Federico De Luca

Era sicuramente uno dei temi più intressanti da analizzare in questo mercato invernale. Dopo la giornata appena finita è diventata una vera e propria telenovela, con dei colpi di scena (più mediatici che reali) che starebbero bene in una sceneggiatura da soap opera.
Higuain, è evidente, è sempre più lontano dal Milan e sempre più vicino al Chelsea. Ma ancora il Milan non ha affondato definitivamente per Piatek, ha comunque una possibile carta di riserva (Batshuayi), e questo non pemette dunque la chiusura dell’affare che pare comunque aver superato uno degli ostacoli (anche se soltanto in giornata ci saranno ulteriori contatti): l’accordo in linea di massima sul prestito fra Juventus e Chelsea per il Pipita.
Quello che ieri ha meravigliato è stata l’assenza di Higuain alla foto ufficiale, con una motivazione (ufficiosa) per l’assenza prima e una ufficiale poi. Portata avanti anche da Gattuso, nelle interviste post partita, ma alla quale (con tutto il rispetto) crediamo poco. Per febbre non si salta una finale, non si salta una finale contro la tua ex Juve. Si salta, una finale, se questo può mettere a rischio un’operazione. Facciamo i maligni: a pensare male si fa peccato, è vero, ma qualche volta ci si prende. È sembrata da telenovela il susseguirsi di voci e congetture, l’analisi di ogni fotogramma di Higuain. Mentre Leonardo rimaneva a Milano senza andare a vedere dal vivo la prima finale della sua squadra: a fare cosa che non si possa fare al telefono? E poi ancora Higuain: prima non c’era nella foto, quindi la febbre, allora lui nella hall nelle instagram stories del Milan, poi in campo sorridente abbracciato ai compagni con il giubbino di pelle del Milan. Poi in panchina, quindi in campo. Poi nervosissimo a fine partita, in diretta tv, sembrava di rivedere una scena già vista. È stata molto probabilmente la sua ultima apparizione in rossonero. Da domani Milan Chelsea e Juventus spingeranno sull’acceleratore per incastrare tutte le operazioni in corso. Chelsea e Juve dovranno definire il prestito dell’argentino. Saranno sei i mesi di prestito per Higuain, con opzione per l’anno successivo che diventa obbligatoria al determinarsi di alcuni obiettivi personali e del Chelsea. Domani si provvederà a chiudere definitivamente, ma l’intesa c’è. Insisterà invece il Genoa per avere almeno 40 milioni di euro più bonus (visto che anche il West Ham è su Piatek) ed ecco perché il Milan non può non avere una pista alternativa: che è rappresentata da Batshuayi. La sua cessione al Monaco è stata infatti bloccata dal Chelsea nonostante fosse tutto praticamente già concordato. È evidente che Piatek al momento rappresenta la pista che Leonardo sta cercando di battere con più convinzione, ma bisognerà aspettare venerdì perché al di là dei contatti telefonici e dell’opera di intermediari non si è andati. Nessuna offerta ufficiale, insomma. E così mentre Morata ha praticamente chiuso con l’Atletico Madrid, il Milan aspetta gli ultimi ok anche da parte di Elliot per capire se questo tipo di investimento (un’altra acquisizione a 40 milioni più o meno) è consentito o meno (non tanto per la capacità d’acquisto di Elliot, quanto soprattutto per i discorsi relativi al FFP).
La Juventus si gode invece l’ennesimo trionfo, stavolta griffato Cristiano Ronaldo ed ha un sapore particolare, proprio perché in qualche modo si scavalca l’ennesimo muro. E se la Juve festeggia e torna a concentrarsi su campionato e soprattutto Champions, nel mercato c’è poco da fare. La situazione di Ramsey è completamente blindata. Il giocatore ha fatto le visite mediche a Madrid nei giorni scorsi e i suoi agenti hanno messo a posto anche il contratto. Non è stata presa in considerazione, almeno per il momento, la possibilità che si provi ad anticipare il suo arrivo.
Si fa molto difficile anche la partenza di Spinazzola (il Bologna infatti ha puntato Caceres, contendendolo al Parma) e quindi di conseguenza anche i rumors su Darmian perdono quota.
L’oggetto del desiderio del Milan invece è rientrato a Genova con il resto della squadra dopo il ritiro in Spagna e si è allenato normalmente. Quindi almeno dal suo lato nessuna accelerazione concreta. Il Genoa come detto per privarsene vuole più di 40 milioni che però al momento non sono ancora arrivati (anche se il West Ham ci sta pensando eccome).
Il Genoa comunque un attaccante lo potrebbe comprere a prescindere. È un investimento per il futuro, da circa 2 milioni di euro. Karol Swiderski, anche lui polacco, classe ’97 dello Jallegonia. Già 8 gol in 17 partite quest’anno. E nel frattempo non molla Krunic visto che è stata alzata ancora l’offerta, Preziosi arrivato a 9+1 di bonus, ma l’Empoli non vorrebbe privarsene e il giocatore avrebbe detto allo staff tecnico di restare fino a giugno.
L’Inter in attesa di parlare con Icardi, ha cominciato di nuovo a parlare di rinnovo di contratto con Skriniar: un segnale di come l’Inter stia facendo il massimo per trattenere il giocatore. Il Napoli continua a parlare con Schalke e Eintracht di Rog mentre la questione Lobotka rimane in stand by. Il Parma non si ferma più: dopo Kucka nel mirino c’è El Kaddouri (prestito con obbligo di riscatto) e punta Minelli del Rende, difensore classe 99 come investimento per il futuro. Per la difesa oltre a Caceres, Rispoli e Sala. Per l’attacco le piste italiane sono Falcinelli e Matri.
Le richieste del Chelsea per Zappacosta frenano le ambizioni della Lazio: 3 milioni per il prestito e 15 per l’obbligo di riscatto è considerato troppo (considerato poi anche lo stipendio del giocatore. Il Sassuolo ha chiuso per Lucioni, piace Brugman se dovesse andar via Sensi (ma piace anche al Cagliari), in uscita soltanto uno fra Peluso (Cagliari) e Dell’Orco (Empoli) potrà essere accontentato...
Cagliari e Bologna continuano a lavorare allo scambio Falcinelli-Farias. Da definire la questione legata ai bonus che spetterebbero al Sassuolo in seguito all’accordo che lo ha portato al Bologna 6 mesi fa. Piace anche Parigini del Torino.
L’Empoli oltre a Dell’Orco del Sassuolo punta a Bani del Chievo, ma ancora non c’è accordo fra le due società. Ecco perché alla fine potrebbe spuntarla Andreolli, in uscita da Cagliari. In attacco piacciono Kownacki e Falcinelli (che Iachini ha già avuto). L’Atalanta prova a vincere la concorrenza dell’Hoffenheim per Tom Dele Bashiru, centrocampista del City, classe 99.
Altro che telenovela...


TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Juve: la pressione della Champions e una montagna da scalare Icardi: tra visite e fascia è iniziata la partita a scacchi 21.02 - La montagna da scalare più alta di quanto si possa immaginare. Nulla è impossibile nel calcio e i record sono fatti per essere battuti... però i numeri ti aiutano a capire quanto sia pesante il risultato arrivato ieri. Simeone non è mai uscito dalla Champions League dopo aver vinto...

Editoriale DI: Tancredi Palmeri

Icardi-Inter: forse non è solo ciò che ci hanno detto, e forse non è colpa di Marotta. Ecco la lotta di potere in cui si sono trovati in mezzo dirigente e giocatore. E ci sono già Chelsea e Juventus. Dybala a Madrid, e non giocherà nell’Inter 20.02 - Dire qualcosa che non sia stato ancora detto, scritto e pensato sul caso Icardi è quasi impossibile. E quasi tutti rimarranno della loro opinione, colpevolisti o innocentisti. Personalmente, penso che la società abbia sbagliato a togliere la fascia da capitano, a creare una frattura...

Editoriale DI: Fabrizio Biasin

Juve: la mossa di Allegri per l’Atletico, quella di Paratici sul mercato. Inter: il ritorno di Icardi, il “metodo Marotta” e… la situazione Conte. Milan: Leonardo, gran doppietta. E su Cuneo-ProPiacenza… 19.02 - Buondì, la Roma sta giocando contro il Bologna, nel frattempo Wanda Nara brucia in un camino le foto di lei con Icardi. Pare sia un’usanza per scacciare le maledizioni. Io insisto: meglio i gin-tonic. Comunque, è stata una settimana molto intensa e tutti hanno parlato di un “caso”...

Editoriale DI: Michele Criscitiello

A Cuneo, il funerale del calcio italiano. Leonardo, su Piatek a 35 milioni hai avuto ragione tu. Su Gattuso ti sei ricreduto. Caso Icardi, Wanda-Nera e, forse, Maxi Lopez non era così matto... 18.02 - Voi, giustamente, vorreste parlare della Juventus che si gioca la Champions, del Milan che sogna il ritorno nell'Europa che conta, del caso Icardi e del Napoli che prepara tre colpi per l'estate. Vi devo deludere. Non fregherà niente a nessuno ma sappiate che ieri c'è stato il funerale...

Editoriale DI: Andrea Losapio

Icardi è il caso dell'anno, anche se tutti vorrebbero il rinnovo... ma il problema è Higuain. Mercoledì tocca (davvero) a Cristiano Ronaldo, il Napoli deve affidarsi al suo Re di Coppe 17.02 - Ci sono tre assunti nella vicenda Icardi. Sia Mauro che il club vorrebbero il rinnovo, ognuno alle sue condizioni. Nessuno ha mai avuto intenzione di pagare i 110 milioni della clausola rescissoria anche se potrebbero farlo nella prossima estate per via del giro di centravanti che...

Editoriale DI: Niccolò Ceccarini

Zaniolo, la Juve c’è ma la Roma è pronta a blindarlo fino al 2024. Anche il City su Dybala, il Real tratta Hazard. Per la difesa il Manchester United guarda in Italia. Nel mirino Koulibaly e Milenkovic. Il Napoli insiste per Lozano e Fornals 16.02 - La prima doppietta in Champions League ha solo confermato quello che è evidente da tempo. Nicolò Zaniolo ha tutto per diventare un grande giocatore. Ed inevitabilmente è già diventato uomo mercato. La Roma sta cercando di blindarlo anche perché sa bene che le sirene sono in agguato....

Editoriale DI: Enzo Bucchioni

Icardi andrà via, ma ora l’Inter punta al rinnovo. Chi paga 110 milioni? Tutte le colpe di Wanda. Punito dalla società, scaricato dallo spogliatoio. I tifosi contro l’argentino. Avanti con Lautaro. Le idee di Marotta per l’attacco 15.02 - E adesso come finirà? E’ questa la domanda delle domande che ruota e rimbalza fra l’Inter, Icardi, Wanda Nara, i compagni e i tifosi. Dopo la decisione della società di togliergli la fascia, degradare Maurito, e per reazione il suo rifiuto di seguire la squadra a Vienna, si sta...

Editoriale DI: Luca Marchetti

Capitani, fasce, rinnovi e cessioni: Icardi e Hamsik 14.02 - La notizia in casa Inter è di quelle che tengono l’attenzione alta per tutta la giornata, forse per tutta la stagione. Icardi non è più il capitano dell’Inter, Icardi non è convocato per la partita di Europa League contro il Rapid Vienna. Anzi di più: Icardi ha scelto di non andare...

Editoriale DI: Tancredi Palmeri

Roma padrona, adesso le scuse a Di Francesco e Monchi. Quello che Paratici non dice: l’asse di scambio Isco-Dybala è più di una possibilità per la Juventus. Lo spogliatoio vuole Sarri fuori: Inter, Roma o Milan se lo prenderebbero? 13.02 - Roma padrona, in Champions non perdona. Visto che bisogna adeguarsi a chi c’è al governo, allora si può riattare uno slogan politico usato da quella parte nell’epoca Tangentopoli per fotografare i giallorossi in Europa. Tanto parlare, tanto condannare, e poi la Roma è stata una potenza...

Editoriale DI: Fabrizio Biasin

Juve: Ramsey e non solo! Inter: Marotta e la rivoluzione di giugno (nomi e modalità). Milan: Gattuso non va celebrato oggi. E su Sanremo… 12.02 - Uè, ciao. Son tornato da Sanremo. Non potere capire, sembrava l’inferno. Cioè, noi pensiamo sempre che il mondo del calcio sia il più complicato e fetente in assoluto e invece c’è chi prova a competere. C’è stata questa cosa del vincitore Mahmood che ha scatenato il tutti contro tutti...
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510